HomeTechSabah lancia il primo birrificio australiano a zero Alc

Sabah lancia il primo birrificio australiano a zero Alc

C’è così tanto da fare in Sabah che sembra molto simile al tuo tipico birrificio. La sua posizione, nella zona industriale di Burleigh Heads sulla Gold Coast, sembra sicuramente il tipo di posto in cui potresti trovare un birrificio, e il suo birrificio da 25 acri e le sue vasche spumanti assomigliano sicuramente a centinaia di altri birrifici in tutto il paese.

D’altra parte, c’è poco nello spazio di Sabah – o addirittura nella storia di Sabah – che sia in qualche modo tipico. Aperto quasi tutti i giorni dalle 7:00, il birrificio e la caffetteria offrono un moderno menu da caffè che valorizza gli ingredienti locali, e al piano superiore troverai una galleria con arte aborigena.

A collegare il tutto c’è la birra analcolica che Sabah produce dal 2017, rendendo il sito di Burleigh Heads il primo birrificio in Australia dedicato alla produzione di birra analcolica. La sua apertura arriva dopo un lungo viaggio del dottor Clinton Schultz, uomo e psicologo di Jamilaroi e sua moglie, Lusine McDiarmid Schultz (Nella foto sopra con il capo birraio Luke Cooper).

“Ci sono voluti quasi tre anni dal giorno in cui abbiamo iniziato a cercare una proprietà fino a quando siamo stati effettivamente in grado di aprire le porte”, dice Clinton, descrivendo il momento come “completamente surreale”.

Oltre all’acciaio inossidabile, il ristorante Sabah ha anche uno spazio di vendita al dettaglio che vende non solo birra, ma anche libri di cucina di artisti del calibro di Norni Perù di Mapu Mapu e cibo che mette in mostra ingredienti locali, simili alla birra Sabah. Un murale dell’artista delle Prime Nazioni Alara Gibbong Cameron si affaccia sulla sala da pranzo. La sua rappresentazione dell’aquila finanziaria può essere trovata anche sul marchio di Sabah.

“Volevamo che l’intero spazio fosse un’esperienza”, afferma Clinton. “Non volevamo che la gente entrasse e guardasse alcuni carri armati.”

Caffè mattutino. Immagine dalla fotografia Giada Quinlinvan.

La galleria al piano superiore è molto più che un semplice luogo in cui mostrare anche l’arte indigena; È un posto privilegiato da cui guardare il birrificio e dà loro anche l’opportunità di organizzare eventi diversi come lo yoga e il mercato artigianale delle Prime Nazioni il mese scorso, o di affidare a gruppi locali la gestione dei propri eventi.

READ  Instagram sta aggiungendo una funzionalità di modifica per i messaggi diretti e controlli per le conferme di lettura

“Avere questo spazio al piano superiore ci permette di offrire qualsiasi cosa, da una galleria d’arte all’esecuzione di diverse modalità di guarigione davvero interessanti al piano superiore”, afferma Clinton. “Quindi, stiamo cercando di fare cose come lo yoga e la guarigione tradizionale.”

Creare la propria casa offre loro una migliore opportunità di supportare anche gli altri. È qualcosa che hanno fatto sin dal loro inizio, con progetti precedenti tra cui Tropical Lager Coral’ation istituito per raccogliere fondi per la Coral Sea Foundation.

“È solo un altro modo in cui possiamo aiutare altre mafie”, afferma Clinton. “È sempre stata una parte importante del nostro modello di business guardare a ciò che stiamo facendo e vedere come possiamo sfruttare le opportunità che abbiamo la fortuna di aiutare gli altri.

“Quindi, avere questo spazio espositivo ci consente davvero di supportare e mettere in risalto una serie di artisti o artigiani aborigeni e isolani dello Stretto di Torres, in un ambiente in cui spesso non hanno l’opportunità, per un pubblico completamente nuovo.”

Potrebbero essere passati più di cinque anni dal lancio della loro prima birra all’accoglienza dei primi ospiti nel birrificio, ma i fondatori guardano già avanti: al 2032 e all’arrivo delle Olimpiadi. Vedono il loro birrificio come una destinazione per chiunque visiti il ​​Queensland e voglia sperimentare la cultura aborigena contemporanea.

“Vogliamo essere un posto dove, se le persone si trovano sulla Gold Coast, dicono che dovresti andarci”, dice Lozen.

Oltre ad essere una destinazione e un luogo in cui raccontare la propria storia, il nuovo spazio offre loro maggiore flessibilità anche quando si tratta di produrre birra. Ad esempio, ora saranno in grado di versare la birra alla spina invece di fare affidamento interamente sul prodotto in bottiglia, ma si aprirà anche l’opportunità di produrre più stili, collaborare con altri e fornire ai clienti anche birra fresca.

READ  Apple presenta una Pencil migliorata, aggiungendo valore alla gamma

“Ora possiamo produrre ciò che dobbiamo produrre quando dobbiamo produrlo”, afferma Clinton. “Finora è qualcosa che è sopravvissuto sul lato analcolico perché siamo il primo birrificio artigianale analcolico.”

Luke osserva profondamente il nuovo acciaio lucente.

È anche uno spazio maturo per la crescita: i serbatoi che hanno installato finora si trovano lontano dal tetto del birrificio, offrendo loro molto spazio di manovra all’interno del magazzino. L’interesse per i loro prodotti è arrivato non solo dall’Australia, ma anche a livello internazionale; Sabah esporta già in più paesi.

“Abbiamo deliberatamente acquistato soffitti alti otto metri”, afferma Clinton.

“Crediamo che ci siano ancora opportunità di crescita per questi [non-alc] Marchi che esistono fin dall’inizio e che hanno ottenuto quello slancio e quello slancio con loro.

Riflettendo sul loro viaggio da cui hanno lanciato la prima azienda australiana di birra analcolica fino al punto in cui sono ora posizionati in un mercato in cui ci sono molti birrifici con tali offerte nella loro gamma, Clinton racconta la sua storia d’origine, di cui abbiamo parlato per la prima volta nel 2019 , ha permesso loro di eccellere.

“Quando abbiamo iniziato, non c’era alcuna accettazione degli articoli analcolici”, afferma. “Eravamo al primo posto e avevamo tutto lo slancio, ma è stata una sfida perché dovevamo fare tutta la formazione.

“Personalmente penso che sarebbe difficile trovare un marchio più autentico di noi in questo spazio. Questo è qualcosa che nessuno potrà mai portarci via e continueremo a sfruttarlo a nostro vantaggio.

Sebbene la storia sia originale, innovativa e unica, attira molta negatività: da coloro che non credevano che la birra analcolica avrebbe prosperato, da coloro che ancora credono che non dovrebbe esistere e da altri che dirigono attacchi razzisti contro i residenti. Quelli originali. Birrificio di proprietà.

Tuttavia, nessuno degli aspetti negativi li ha fatti esitare.

“Abbiamo letteralmente un solo dipendente in questo edificio che non si identifica personalmente come aborigeno o isolano dello Stretto di Torres, o non sposato con una famiglia indigena. E questo è il nostro chef samoano”, afferma Clinton.

READ  TikTok sta testando "Storie" come se Snapchat stesse scomparendo

Sobah Brewery & Cafe aprirà ufficialmente il 30 settembre e potrà essere trovato a Kombumerri Country all’indirizzo 1/314 Burleigh Connection Road, Burleigh Heads QLD 4220. Puoi trovarlo e centinaia di altre ottime birrerie nell’app gratuita Crafty Pint.

La foto in cima a questa storia è di prima Giada Quinlinvan.

Riccardo Auriemma
Riccardo Auriemma
"Esperto di Internet. Fan della TV. Analista esasperatamente umile. Pioniere di Twitter impenitente. Fanatico del caffè freelance."
Must Read
Related News