SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

La variabile Delta approfondisce la fragile crisi democratica in Tunisia في

La situazione sanitaria in rapido deterioramento si è aggiunta ai problemi politici ed economici della Tunisia poiché il tipo aggressivo di coronavirus delta si sta diffondendo in un paese con basse vaccinazioni e il più alto tasso di mortalità Covid-19 nel mondo arabo.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che dopo aver tenuto sotto controllo i contagi lo scorso anno, la Tunisia deve ora affrontare un aumento “molto preoccupante” dei casi. Solo il 7% della popolazione del paese nordafricano è stato completamente vaccinato. Con scene di caos negli ospedali e nei centri di vaccinazione in tutto il paese, mercoledì il presidente ha affidato ai militari la responsabilità di rispondere alla pandemia.

Le unità di terapia intensiva sono quasi piene e alcuni ospedali soffrono di una mancanza di ossigeno, fondamentale per i pazienti Covid-19 con difficoltà respiratorie. La scorsa settimana, il bilancio delle vittime giornaliero ha superato i 200, un record nel Paese nordafricano di 12 milioni di persone. Quasi 18.000 persone In totale sono già morti.

Mentre la Tunisia è vista come l’unica democrazia tra i paesi arabi, insorti contro la dittatura nel 2011, il deterioramento della situazione sanitaria sta mettendo alla prova i limiti di un sistema politico lacerato dalle differenze tra presidente, primo ministro e presidente del parlamento.

La decisione del presidente Kais Saied è arrivata il giorno dopo che il primo ministro Hisham al-Mashishi ha licenziato il ministro della Salute dopo scene caotiche nei centri di immunizzazione che soffrivano per la mancanza di rifornimenti. La mossa è vista come un’escalation di una lotta di potere tra la coppia che ha esacerbato i problemi economici della Tunisia.

Soldati del Qatar all’interno di un ospedale da campo donato dallo Stato del Golfo per i malati di COVID a Ben Arous, Tunisia © Jihed Abidellaoui/Reuters

“Questo è un approfondimento della crisi politica e della polarizzazione tra i due uomini”, ha affermato Youssef Cherif, analista politico e presidente del Columbia Global Center in Tunisia.

READ  L'epidemia britannica fa temere una carenza di cibo | Notizie sulla pandemia del virus corona

Notando che i cittadini tunisini non erano “seri nell’indossare maschere e nell’evitare le riunioni di famiglia”, ha affermato che il governo “ha gestito male la crisi sanitaria non preparandosi all’afflusso di casi”.

“Il Covid in generale non era in cima alle priorità del presidente, del governo e del presidente del parlamento”, ha aggiunto Sharif. “Loro tre hanno continuato ad affrontare le loro dispute politiche quotidiane piuttosto che affrontare la crisi”.

Michichi ha accusato il ministro della salute di aver preso decisioni “populiste” e “criminali” dopo che decine di migliaia di persone hanno mostrato fino a 29 nuovi centri di vaccinazione solo per scoprire che non c’erano abbastanza vaccini. Fatima, un’insegnante di scienze di 33 anni, ha fatto la fila fuori da un centro sportivo nella città di Marsa per avere una possibilità. Ha detto: “Ho paura”. “Questa è l’onda peggiore. Il sistema sanitario è in difficoltà e gli ospedali non hanno nemmeno l’ossigeno”.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che ogni giorno vengono segnalati fino a 9.500 casi, “con un’ampia diffusione della variante delta”. Jalila Benkhalil, portavoce del governo per la salute, ha affermato che il surrogato rappresenta oltre il 75% dei pazienti Covid-19 ricoverati in ospedale con problemi polmonari.

nuovi decessi attribuiti a Covid-19 in Tunisia, Stati Uniti, Regno Unito e Unione Europea;  Media mobile su sette giorni di nuovi decessi (per 100.000 persone)

È probabile che i numeri reali siano molto più alti di quelli riportati, a causa della pressione per fornire test, ha affermato Fathi Balti, un medico in un ospedale nel nord della Tunisia. “Testiamo solo coloro che hanno bisogno di cure mediche o che hanno altri sintomi”, ha aggiunto.

La situazione politica ha solo esacerbato la crisi. Negli ultimi anni, una serie di governi deboli hanno lottato per fornire una leadership efficace o rivitalizzare un’economia moribonda. Saïd, un populista eletto nel 2019, da gennaio ha rifiutato di prestare giuramento a 11 ministri scelti da Meshishi, che ha licenziato quelli ritenuti incaricati di Saïd.

READ  L'attività di Summer Hill è stata chiusa

Gli analisti affermano che la situazione di stallo tra i tre leader, così come le aspre faide tra fazioni rivali che a volte si sono trasformate in violente risse in parlamento, hanno minato la fiducia nel sistema politico.

“Non c’è nemmeno un governo per cominciare”, ha detto un proprietario di un ristorante a La Marsa, vicino a Tunisi. “Prendono una decisione al mattino e la ribaltano nel pomeriggio. Decidono la quarantena e non la mettono in pratica”.

La pandemia ha anche esacerbato la situazione economica in un paese gravato dai debiti, dove scoppiano frequenti proteste da parte di giovani arrabbiati per la povertà e gli alti tassi di disoccupazione.

L’economia si è ridotta dell’8,8 per cento lo scorso anno, secondo il Fondo monetario internazionale, e nonostante le previsioni di una crescita del 3,8 per cento nel 2021, quest’anno non tornerà al livello pre-pandemia. L’industria del turismo tunisino è stata colpita dalle restrizioni ai viaggi in Europa e nel Regno Unito.

Un uomo giace su una spiaggia semideserta a Tunisi durante il lockdown imposto dalle autorità tunisine
La crisi del coronavirus ha danneggiato l’industria turistica un tempo fiorente della Tunisia © Fethi Belaidi / AFP / Getty

Le perdite in valuta estera potrebbero indebolire il dinaro tunisino, “causando rischi inflazionistici e aumentando il costo della vita”, ha affermato James Swanston, economista della società di consulenza Capital Economics con sede a Londra. Ha detto che la Tunisia potrebbe incontrare difficoltà nel ripagare i suoi debiti. “Non c’è nessun governo in carica. . . Significa che non puoi avere lo slancio per affrontare la crisi economica.

I negoziati con il Fondo monetario internazionale si sono bloccati su un prestito di 4 miliardi di dollari, considerato cruciale per aiutare le finanze sovraccariche del governo, mentre il suo debito è diretto verso il 90% del PIL.

Di fronte ai regolari disordini civili, il governo ha riscontrato difficoltà nell’attuazione di misure per contenere la spesa, come il congelamento dei salari del settore pubblico, che rappresentano il 17,6 per cento del PIL, affermano gli analisti. “Le misure di consolidamento fiscale non sono comuni nel migliore dei casi”, ha aggiunto Swanston.

READ  Più immigrati, per favore - Politico

Con l’arrivo di vaccini e forniture mediche donati da paesi tra cui Cina, Francia, Italia, Arabia Saudita, Egitto, Algeria ed Emirati Arabi Uniti, Sharif ha affermato che la situazione potrebbe migliorare nelle prossime settimane.

Ma ha aggiunto che mentre “l’attrazione dei militari in politica indirettamente” potrebbe avere un impatto positivo sulla situazione sanitaria, potrebbe anche avere un “impatto negativo sul futuro della Tunisia come democrazia”.

L’aumento delle infezioni ha incoraggiato più persone a indossare le mascherine. Yusr, una commessa in un negozio di abbigliamento, ha ritirato il suo stipendio quando sono entrati i clienti. “La gente si sta spaventando”, ha detto. “Alcuni pazienti non mostrano nemmeno i sintomi”.