SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

La Cina ha lanciato la parte principale della sua prima stazione spaziale permanente

La Cina ha lanciato un’unità senza equipaggio contenente alloggi per tre membri dell’equipaggio su una stazione spaziale permanente che prevede di completare entro la fine del 2022.

L’unità, denominata “Tianhe” o “Harmony of the Heavens”, è stata lanciata sul razzo Long March 5B, il più grande razzo vettore della Cina, alle 11:23 di giovedì (ora locale) dal Wenchang Space Launch Center sull’Isola del Sud . Hainan.

Tianhe è uno dei tre componenti principali di quella che sarà la prima stazione spaziale auto-sviluppata della Cina, rivaleggiando con l’unica altra stazione in servizio: la Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

La Stazione Spaziale Internazionale ha il sostegno dei principali paesi, inclusi Stati Uniti, Russia e Giappone. Gli Stati Uniti hanno vietato alla Cina di partecipare alla Stazione Spaziale Internazionale.

Tianhe costituirà l’abitazione principale di tre membri dell’equipaggio sulla stazione spaziale cinese, che avrà una durata di almeno 10 anni.

Il lancio di Tianhe è stata la prima delle 11 missioni necessarie per completare la stazione spaziale, che orbiterà attorno alla Terra a un’altitudine compresa tra 340 e 450 chilometri.

Un missile Long March 5B che trasporta un modulo della stazione spaziale cinese decolla dal sito di lancio del veicolo spaziale Wenchang.
La Cina ha dato la priorità all’esplorazione spaziale negli ultimi anni, con l’obiettivo di diventare una grande potenza spaziale entro il 2030.(

AP: Chinatopics

)

Il programma spaziale è motivo di grande orgoglio nazionale e il premier Li Keqiang e altri alti leader civili e militari hanno assistito al lancio in diretta dal centro di controllo di Pechino.

Nelle missioni successive, la Cina lancerà le altre due unità di base, quattro veicoli spaziali con equipaggio e quattro veicoli spaziali cargo.

Il lavoro sul programma della stazione spaziale è iniziato un decennio fa con il lancio del laboratorio spaziale Tiangong-1 nel 2011 e, successivamente, Tiangong-2 nel 2016.

Entrambi hanno aiutato la Cina a testare il rendezvous spaziale e le capacità di attracco del programma.

La Cina ha dato la priorità all’esplorazione spaziale negli ultimi anni, con l’obiettivo di diventare una grande potenza spaziale entro il 2030.

Il lancio arriva mentre la Cina è anche in missione senza equipaggio, in particolare nell’esplorazione lunare, e un rover è atterrato sul lato più lontano della luna che non è stato esplorato molto.

A dicembre, la sonda Chang’e 5 ha riportato le rocce lunari sulla Terra per la prima volta dalle missioni statunitensi negli anni ’70.

Reuters / Associated Press

READ  Samoa cancella un progetto portuale sostenuto dalla Cina guidato dal nuovo leader Famei Naomi Matafa