HomesportJohn Isner si sta ritirando dopo aver perso un tie-break nel set...

John Isner si sta ritirando dopo aver perso un tie-break nel set finale agli US Open in singolo e doppio | KLRT

New York (AFP) John Isner ha appoggiato il mento sulle mani giunte, le parole scorrevano lentamente e le lacrime gli scorrevano dagli occhi, mentre parlava durante una conferenza stampa agli US Open giovedì, il suo ultimo giorno da tennista professionista.

“È stata una parte importante della mia vita. È difficile dire addio. Non è facile”, ha detto il 38enne americano. “Ma alla fine, questo giorno arriverà. È difficile prepararsi a queste sensazioni.”

Mentre la sua carriera avanzava, sarebbe stato difficile trovare un modo più conveniente per Isner di superare due tiebreak nel set finale – uno in singolo, uno in doppio – e anche se avrebbe preferito una vittoria o due, ovviamente, ha apprezzato il rauco sostegno del pubblico e la standing ovation che ha ricevuto dopo ogni sconfitta.

Isner, alto 2,08 metri, annunciò una settimana prima di giocare a Flushing Meadows che questo Grande Slam sarebbe stato il suo addio, e l’uomo che era stato per lungo tempo il miglior giocatore del suo paese si ritirò dal secondo turno del torneo. girone di singolare con una sconfitta 3-6, 4-6, 7-6 (3), 6-4, 7-6 (10-7) contro un altro americano, Michael Mmo, al Coliseum.

Poche ore dopo, Isner si è ritirato completamente dopo aver perso la partita di doppio insieme a Jack Sock, un altro americano che aveva detto che gli US Open sarebbero stati i suoi ultimi. Sono stati sconfitti da Robert Galloway e Albano Olivetti 6-2 3-6 7-6 (10-3) sul campo 12.

“C’è, ovviamente, molta delusione per il risultato della mia partita di singolare di oggi, ma allo stesso tempo anche molta gratitudine, solo per aver giocato per l’ultima volta in condizioni come queste. Faceva molto freddo. Come me detto in campo, ecco perché lavoro così duro”, ha detto Isner. “È difficile spiegare quanto male si senta il mio corpo – non ne sto parlando adesso, perché sta succedendo, ma in generale, ultimamente. Quindi tutto quello che faccio è prepararlo a suonare, c’è molto da fare. Volevo di nuovo gli US Open e sono riuscito a realizzarlo.

READ  Rogers vende la sua partecipazione in Supercars a un investitore straniero

E quando Isner ha tirato al volo dopo un passaggio sbagliato, i due rivali si sono abbracciati.

Poi Isner, che era a un punto dalla vittoria per 5-4 nel quinto set ma aveva preso un rovescio, si è seduto sulla sedia laterale e si è coperto il viso con un asciugamano bianco.

“In questo momento, in questo tie-break, non stai davvero pensando al fatto che è la sua ultima partita. Potrebbe essere prima dell’inizio della partita, ma non in un tie-break, non quando manca meno di un match point. ”

“Quando ho vinto la partita, ho provato molte emozioni positive ed ero davvero felice. Ma dopo un secondo, mi sono sentito davvero male. Davvero”, ha detto Momooh, che interpreterà il 21enne britannico Jack Draper. “Quando l’ho visto ha provato l’emozione in quell’intervista, sinceramente l’ho sentita. Quindi è stato difficile. Era quasi agrodolce. Ovviamente, alla fine, siamo tutti concorrenti e siamo venuti qui per una ragione, quindi sono felice di aver vinto il titolo W.”

Tra le donne qualificate c’erano la campionessa di Wimbledon Marketa Vondrousova, la campionessa dell’Australian Open Aryna Sabalenka, la seconda classificata degli US Open 2017 Madison Keys, la tre volte semifinalista Elina Svitolina e la testa di serie numero 13 Daria Kasatkina.

La terza testa di serie Jessica Pegula, la donna americana con il punteggio più alto, avrebbe dovuto affrontare stasera Patricia Maria Teague all’Arthur Ashe Stadium, dopo che il campione maschile in carica Carlos Alcaraz ha raggiunto il terzo turno battendo Lloyd Harris 6-3, 6-1. 7-6 (4) in una partita che alcuni spettatori a New York, Los Angeles e in molte altre città non sono riusciti a guardare su ESPN2 quando ha fatto buio a causa di una disputa tra Disney e il sistema di cavi charter Spectrum.

READ  Le 10 guantoni boxe del 2024: Scopri le Migliori Opzioni

“Ho giocato una grande partita dall’inizio fino all’ultima palla”, ha detto Alcaraz.

Altrove, il 38enne Stan Wawrinka, vincitore di tre titoli importanti tra cui gli US Open 2016, è avanzato al terzo turno, mentre Andy Murray, 36 anni, vincitore di tre titoli importanti tra cui gli US Open 2012, è avanzato eliminandolo.

Wawrinka ha sconfitto il numero 30 Thomas Martin Echeverry 7-6(6), 6-7(7), 6-3, 6-2. Murray è stato eliminato dal 19esimo seme Grigor Dimitrov 6-3 6-4 6-1.

Da sempre noto per i suoi servizi potenti, difficili da leggere e difficili da raggiungere, Isner ha segnato 48 ace contro il camuffamento, portando il suo record ATP in carriera a 14.470. Il suo servizio finale ha raggiunto una velocità di 134 miglia all’ora.

Isner detiene anche 113 ace in una partita, ottenuti durante la vittoria su Nicolas Mahut in 11 ore e 5 minuti a Wimbledon nel 2010, terminata con un punteggio di 70-68 nel quinto set, che è la partita più lunga del tennis. storia.

Lo ricorderemo a lungo per questa maratona. La sua migliore prestazione in un torneo del Grande Slam è arrivata anche all’All England Club, dove ha raggiunto le semifinali nel 2018 prima di perdere contro Kevin Anderson che è arrivato 5° con il punteggio di 26-24.

Questi due lunghi set finali sono stati un fattore importante nel trasformare lo sport in tie-break nei set decisivi in ​​tutti i tornei del Grande Slam.

Dopo aver perso un tie-break dal primo al 10 contro Camouflage, a Isner è stato chiesto di descrivere i suoi sentimenti nei confronti degli spettatori che hanno cantato il suo cognome.

READ  Swiatek domina e vince il terzo titolo dell'Open d'Italia | Notizie, sport, lavoro

“Sì, è difficile”, disse Isner, tirando su col naso.

Più tardi, quando fece un riassunto della sua carriera, rimase ancora una volta scioccato dalla fine di tutto ciò.

“Potrei non vincere tutte le partite, questo è sicuro. Potrei perdere molti incontri ravvicinati. Potrei diventare stretto e soffocare un po’ in campo. Succede”, ha detto Isner, che ha vinto 16 titoli in singolare e ha raggiunto una carriera ottavo nel ranking WTA ATP: “Ma mi interessa anche”. “Adoro questo sport, di sicuro. Voglio che la gente mi ricordi come qualcuno che ha gareggiato duramente in campo. Penso di averlo fatto. Ma fuori dal campo, nello spogliatoio è importante essere rispettati dai miei compagni.

___

AP Tennis: https://apnews.com/hub/tennis

Mariella Lori
Mariella Lori
"Professionista della birra. Comunicatore. Fanatico del bacon estremo. Drogato dilettante di alcol. Pensatore sottilmente affascinante."
Must Read
Related News