HomeWorldIl tiranno Xi Jinping avverte che "tutti i cinesi su entrambi i...

Il tiranno Xi Jinping avverte che “tutti i cinesi su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan” saranno “riuniti” nel minaccioso messaggio di Capodanno

  • Il presidente cinese ha aggiunto che la riunificazione della Cina con Taiwan è inevitabile

Il presidente cinese Xi Jinping ha avvertito che “tutti i cinesi su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan” saranno “riuniti” nel suo allarmante messaggio di Capodanno.

Ha affermato oggi che la riunificazione della Cina con Taiwan è inevitabile, nel suo discorso alla nazione meno di due settimane prima che l’isola rivendicata dalla Cina elegga un nuovo leader.

“Tutti i cinesi su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan dovrebbero aderire ad un comune senso di scopo e condividere la gloria del ringiovanimento della nazione cinese”, ha detto Xi all'agenzia di stampa Xinhua.

Le elezioni presidenziali e parlamentari previste per il 13 gennaio si svolgono in un momento di tensione nei rapporti tra Pechino e Taipei. La Cina sta intensificando la pressione militare per affermare le proprie rivendicazioni di sovranità su Taiwan, governata democraticamente.

La Cina considera Taiwan la sua “regione sacra” e non ha mai rinunciato all’uso della forza per portarla sotto il controllo cinese, anche se Xi non ha menzionato minacce militari nel suo discorso trasmesso alla televisione di Stato.

La riunificazione della Cina con Taiwan è inevitabile, ha detto oggi Xi Jinping (nella foto) nel suo discorso di Capodanno, rivolgendosi alla nazione meno di due settimane prima che l'isola rivendicata dalla Cina elegga un nuovo leader.
Le elezioni presidenziali e parlamentari previste per il 13 gennaio si svolgono in un momento di tensione nei rapporti tra Pechino e Taipei. La Cina sta intensificando la pressione militare per affermare le proprie rivendicazioni di sovranità su Taiwan, governata democraticamente
La Cina si è opposta in particolare all'attuale vicepresidente Lai Ching-te (nella foto), il candidato presidenziale del Partito Democratico al governo di Taiwan, che ha un vantaggio misto nei sondaggi d'opinione, definendolo un pericoloso separatista.

“La riunificazione della madrepatria è un'inevitabilità storica”, ha detto Xi, anche se la traduzione ufficiale in inglese delle sue osservazioni pubblicata dall'agenzia di stampa Xinhua utilizza una frase più semplice: “La Cina sarà sicuramente riunificata”.

“I cittadini su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan dovrebbero aderire ad un comune senso di scopo e condividere la gloria del ringiovanimento della nazione cinese”, ha aggiunto. La traduzione ufficiale inglese scriveva “all Chinese” invece di “citizens”.

READ  In Perù è stata trovata una nuova specie di serpente che prende il nome da Harrison Ford

L’anno scorso Xi ha affermato soltanto che le persone su entrambi i lati dello Stretto sono “membri della stessa famiglia” e ha espresso la speranza che le persone su entrambi i lati lavorino insieme per “promuovere congiuntamente la prosperità duratura della nazione cinese”.

Per saperne di più: I principali repubblicani statunitensi allarmati dal rapporto “più che allarmante” Xi avverte Biden che la Cina si riunirà con Taiwan in un messaggio schietto

La Cina si è opposta in particolare all'attuale vicepresidente Lai Ching-te, il candidato presidenziale del Partito Democratico al governo di Taiwan, che è in vantaggio a vari livelli nei sondaggi d'opinione, definendolo un pericoloso separatista.

In risposta ai commenti di Lai in un dibattito presidenziale televisivo in diretta all'inizio della giornata, l'Ufficio cinese per gli affari di Taiwan ha affermato che Lai “ha rivelato il suo vero volto di 'testardo lavoratore per l'indipendenza di Taiwan' e di distruttore della pace attraverso lo Stretto di Taiwan”.

“Le sue parole erano piene di pensiero conflittuale”, ha detto il portavoce Chen Binhua in una nota.

Chen ha affermato che dal 2016, quando la presidente Tsai Ing-wen è entrata in carica, il governo guidato dal Partito Democratico Progressista ha promosso il separatismo ed è una “mente criminale” nell’ostacolare gli scambi attraverso lo Stretto e nel danneggiare gli interessi del popolo di Taiwan.

Ha aggiunto: “In quanto figura di spicco delle autorità del DPP e attuale presidente del DPP, Lai Ching Te non può sottrarsi alla sua responsabilità per questo”.

Tsai e Lai si sono ripetutamente offerti di intrattenere colloqui con la Cina, ma sono stati respinti.

READ  Jack Callahan: adolescente accusato di aver annegato papà alcolizzato nel "battesimo"

Il Partito Democratico Progressista sostiene che solo il popolo di Taiwan può decidere del suo futuro, così come il principale rivale elettorale di Lai, Hu Yu-a del Kuomintang, il più grande partito di opposizione di Taiwan.

La Cina considera Taiwan il suo “territorio sacro” e non ha mai rinunciato all'uso della forza per portarla sotto il controllo cinese, anche se Xi non ha menzionato minacce militari nel suo discorso trasmesso dalla televisione di Stato.
Il cacciatorpediniere lanciamissili della US Navy USS Chung Hoon naviga insieme alla fregata della Royal Canadian Navy HMCS Montreal durante le operazioni del Surface Action Group come parte dell'esercitazione Noble Wolverine nel Mar Cinese Meridionale (foto d'archivio)
Dal 2016, quando la presidente Tsai Ing-wen (nella foto) è entrata in carica, il governo guidato dal Partito Democratico Progressista promuove il separatismo ed è una “mente criminale” nell'ostacolare gli scambi attraverso lo Stretto e nel danneggiare gli interessi del popolo di Taiwan, una nazione cinese. Lo ha detto il portavoce degli affari di Taiwan. L'ufficio ha detto

Il Kuomintang è tradizionalmente favorevole a strette relazioni con la Cina, ma nega fermamente il suo sostegno a Pechino. Ha anche condannato Lai come indipendentista.

Il governo sconfitto della Repubblica Cinese fuggì a Taiwan nel 1949 dopo aver perso una guerra civile con i comunisti di Mao Zedong che fondarono la Repubblica popolare cinese. La Repubblica di Cina rimane il nome ufficiale di Taiwan.

Per saperne di più: Funzionari dell'intelligence statunitense hanno stabilito che il pallone spia cinese utilizzava un provider Internet statunitense per comunicare

Sabato Lai ha detto che la Repubblica Popolare Cinese e la Repubblica popolare cinese “non sono subordinate l'una all'altra”, una formulazione che lui e Tsai hanno usato in passato che ha anche fatto arrabbiare Pechino.

Nel suo messaggio di Capodanno, Xi ha anche affermato che l’economia del Paese è diventata “più resiliente e dinamica di prima” dopo aver affrontato un 2023 impegnativo alla guida della seconda economia più grande del mondo.

La sua amministrazione ha lottato per sostenere la ripresa economica da quando, un anno fa, ha rapidamente abbandonato un’ingombrante politica di repressione del Covid-19.

Ma Xi ha affermato che il 2023 ha visto l’economia “superare la tempesta” e diventare “più resiliente e dinamica di prima”, in un discorso di Capodanno trasmesso dalla CCTV gestita dallo stato.

Anche i tassi record di disoccupazione giovanile e la crisi del debito in corso nel vitale settore immobiliare hanno ostacolato la crescita in Cina.

READ  Finale Euro 2020, Inghilterra vs Italia, notizie sulla squadra, ora di inizio, dove guardare l'Australia, infortunio di Phil Foden, ritorno a casa, ultimi aggiornamenti

I dati ufficiali pubblicati domenica mostrano che il calo dell’attività industriale a livello nazionale si è accentuato a dicembre, il terzo mese consecutivo di contrazione.

Gli analisti affermano che Pechino potrebbe incontrare difficoltà nel raggiungere l’obiettivo di crescita annuale annunciato di circa il 5%, che è il meno ambizioso del suo genere da anni.

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News