HomeEconomyIl governatore uscente della RBA attacca "barbe, attacchi personali e clic"

Il governatore uscente della RBA attacca “barbe, attacchi personali e clic”

Philip Lowe ha usato il suo ultimo discorso come banca di riserva Il Governatore chiede una discussione più ponderata e attenta al riguardo tasso d’interesse decisioni e meno “barbe, attacchi personali e clic”.

Il capo uscente della RBA, il cui mandato scade il 17 settembre, ha affermato che la società “ha del lavoro da fare” su come rispondere ad argomenti complessi che sono di interesse pubblico.

“La mia esperienza qui evidenzia le difficoltà della comunicazione nei social media e nell’era digitale”, ha affermato.

Philip Lowe sostiene che sia necessaria una discussione più articolata sui tassi di interesse. (Dion Georgopoulos/AFR)

“Nonostante queste difficoltà, ho sempre sentito la responsabilità di spiegare le idee complesse, i compromessi e le incertezze che affrontiamo.

“So che alcune mie interpretazioni erano sbagliate. Ma anche i media hanno una responsabilità.

“Il mio punto è che otterremo risultati migliori se l’arena pubblica sarà piena di fatti e discussioni accurate e ben informate, piuttosto che vetriolo, attacchi personali e click-baiting.

“Come comunità, abbiamo del lavoro da fare qui.”

Lowe ha utilizzato il discorso, intitolato “Some Closing Remarks”, per attaccare la copertura di alcuni dei suoi momenti più famosi come governatore della Reserve Bank of Australia.

“Ci sono molti punti che mi sono stati attribuiti, tra cui: la promessa che i tassi di interesse non aumenteranno fino al 2024; tutti hanno bisogno di trovarsi un coinquilino; le persone hanno bisogno di lavorare più ore per arrivare a fine mese; e i giovani dovrebbero restare in… casa a causa della crisi degli affitti.

Tuttavia non ho sottolineato questi punti e non ho colto il punto di Justin Timberlake Non riesco a smettere di sentire Per accompagnarmi mentre scendevo dal podio di recente.”

Il governatore della Reserve Bank of Australia Philip Lowe pronuncia il suo discorso finale
Lowe ha usato il suo ultimo discorso come governatore della Reserve Bank of Australia per attaccare la copertura di alcuni dei suoi momenti più famosi. (Dion Georgopoulos/AFR)

Reserve Bank of Australia, il governo “ha fatto troppo” durante la pandemia

“Alla RBA volevamo fare il possibile per costruire un ponte verso tempi migliori e fornire una certa assicurazione contro il peggio. So che il governo ha una mentalità simile”, ha detto.

“Questo approccio ha funzionato: l’economia australiana ha evitato di cadere nel precipizio e poi si è ripresa bene.

“Con il senno di poi, il punto è che abbiamo fatto molto. Ma il senno di poi è una cosa meravigliosa.

“Nessuno di noi può prevedere il futuro e abbiamo dovuto prendere decisioni con molta incertezza e informazioni incomplete.

“Abbiamo fatto bene alcune cose, ma ne abbiamo sbagliate altre.”

La nuova governatrice Michelle Bullock riceve una tazza da Philip Lowe
Lowe ha concluso il suo intervento augurando ogni bene alla nuova governatrice Michelle Bullock e porgendole un bicchiere “mezzo pieno”. (Dion Georgopoulos/AFR)

Ha inoltre invitato il governo ad attuare politiche per contrastare l’inflazione, piuttosto che fare affidamento esclusivamente sull’aumento e sulla riduzione dei tassi di interesse da parte della Reserve Bank of Australia.

“La mia opinione da molto tempo è che se disegniamo accordi politici perfetti da zero, la politica monetaria e fiscale avrà un ruolo da svolgere nella gestione del ciclo economico e dell’inflazione, e ci sarà uno stretto coordinamento”, ha affermato Lowe.

L’attuale consenso globale è che la politica monetaria sia lo strumento principale della politica ciclica e dovrebbe avere il compito di gestire l’inflazione.

“In parte ciò è dovuto al fatto che la politica monetaria è più flessibile e non è influenzata dalla politica. Aumentare i tassi di interesse e inasprire la politica può renderti molto impopolare, come so molto bene. Ciò significa che è più facile per una banca centrale indipendente farlo di quanto non lo sia per i politici.

“Questa assegnazione di responsabilità ha senso e ha funzionato abbastanza bene.

La politica monetaria è uno strumento potente, ma ha i suoi limiti e i suoi effetti si fanno sentire in modo disomogeneo nella società.

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News