Festeggia il cinema italiano a Cinecittà

SU 3 maggioI Premi David di Donatello saranno consegnati nella storica cornice degli Studios di Cinecittà. In un'atmosfera che rievoca la storia del cinema italiano, della Dolce Vita e di tutto ciò che ha reso il Paese famoso nel mondo, questa mattina si è tenuta la conferenza stampa di introduzione alla serata (condotta da Carlo Conte E Alicia Marcozzi, con Fabrizio Biggio sul red carpet), mentre venivano annunciate le nomination in corsa per l'ambito premio. Come era già ampiamente previsto, C'è ancora domaniDiretto da Paola Cortellesi, ha guidato le nomination. Ma come ogni anno a Napoli non sono mancate le nomination anche per registi, attori e troupe.

Miglior film documentario: “Somewhere Someone Loves Me”, diretto da Mario Martone

Basim Massimo TroisiUscita Mario Martone Ha ricevuto una nomination come miglior film documentario con “Da qualche parte qualcuno mi ama», un film che racconta la carriera di un'icona del Napoli attraverso interviste inedite e contributi dei suoi colleghi. Nel trentesimo anniversario della sua morte, la nomina gli sembra essere un grande omaggio Uno degli artisti più importanti di Napoli (E l’Italia intera) ha avuto questo nel corso della sua storia. Una nomination per Martoni, che questa volta veste i panni di un'importante guida in un viaggio nella vita e nella carriera di Massimo.

Sorpresa mista Erie, Liberato Fenomeno e “Ordinario” Silvio Orlando

Un'altra pietra miliare è la nomina Mixato da Erie Sydney Sibilia per la migliore sceneggiatura non originale. Il film, che è stato subito acclamato dal pubblico, è riuscito anche a far vincere a David una commissione. Il film è ambientato negli anni '80 Fratelli Frattasio, che iniziò a vendere false cassette nell'umile cantina di Forcella, creando alla fine un vero e proprio impero. Come ogni anno, il Napoli è presente anche nelle categorie recitazione. Silvio OrlandoÈ infatti tra i candidati al premio come miglior attore non protagonista per il suo ruolo in “Sole del futuro» Scritto da Nanni Moretti. A completare il gruppo dei napoletani candidati ai Davids 2024 c'è anche Liberazione. L’enigmatico cantautore napoletano si è infatti guadagnato la sua prima nomination come Miglior Canzone Originale Ehi DJ (non arrenderti)È il tema principale del film mixato da Eri.

READ  Il gruppo cattolico protesta contro Benedita di Paul Verhoeven come gay

Conferma di Eduardo De Angelis e degli outsider Maurizio Braucci e Pietro Marcello

Anche se non si è guadagnato un posto tra i primi cinque come miglior film o miglior regia, Eduardo De Angelis “con lui”Capo» Ha ricevuto una nomination al Premio David Giovanni (come Miglior Produttore), premio che viene assegnato, attraverso una votazione specifica, dalle nuove generazioni e dagli studenti. Allo stesso tempo, si è guadagnato un posto tra i migliori sceneggiatori dell'anno Maurizio Braucci E Pietro MarcelloNominato per la migliore sceneggiatura non originale per “Crimson Sails”.

Insomma, come ogni anno, i Davids si rivelano non solo un'importante vetrina per l'intero cinema italiano, ma anche un mezzo per comprenderne l'importanza Napoli ce l'ha nel mondo audiovisivo italiano. Oltre ad essere una raccolta d'eccellenza per molti registi, è diventata una vera fucina di talenti in continua scoperta.

©Tutti i diritti riservati
Questo articolo è tradotto automaticamente

Leggi l'articolo completo su
la mattina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto