SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Un terzo della piattaforma antartica è a rischio di collasso a causa del riscaldamento globale – Technology News, Firstpost

Uno studio ha rivelato che più di un terzo dell’area della piattaforma di ghiaccio antartica è a rischio di collasso in mare se le temperature globali raggiungono i quattro gradi Celsius sopra i livelli preindustriali. Ricerca pubblicata in Journal of Geophysical Research Letters, Ha scoperto che il 34% di tutte le piattaforme di ghiaccio antartiche – circa mezzo milione di chilometri quadrati – compreso il 67% dell’area della piattaforma di ghiaccio antartica, sarebbe a rischio di instabilità in questo scenario di riscaldamento. Il team ha anche identificato Larsen C – la più grande piattaforma di ghiaccio rimasta della penisola, che si è divisa per formare un enorme iceberg A68 nel 2017 – come una delle quattro piattaforme di ghiaccio che sarebbero particolarmente minacciose nei climi più caldi.

Quando il ghiaccio sciolto si accumula sulla superficie delle piattaforme di ghiaccio, può farle rompere e collassare sorprendentemente. Immagine rappresentativa.

“Le piattaforme di ghiaccio sono importanti isolanti che impediscono ai ghiacciai sulla Terra di fluire liberamente nell’oceano e contribuiscono all’innalzamento del livello del mare”, ha affermato Ella Gilbert dell’Università di Reading nel Regno Unito.

“Quando crolla, è come rimuovere un tappo gigante da una bottiglia, consentendo a quantità inimmaginabili di acqua dai ghiacciai di riversarsi in mare”, ha detto Gilbert.

I ricercatori osservano che limitare l’aumento della temperatura a due gradi Celsius invece di quattro gradi Celsius ridurrebbe della metà l’area vulnerabile e potenzialmente eviterebbe un aumento significativo del livello del mare.

Hanno notato che quando il ghiaccio sciolto si accumula sulla superficie delle piattaforme di ghiaccio, può farle frantumare e collassare in modo sorprendente.

READ  Il lancio di un vaccino contro il nuovo Corona virus riceve una grande spinta | Canberra Times

Ricerche precedenti hanno fornito agli scienziati il ​​quadro più ampio in termini di previsione del declino della piattaforma glaciale antartica.

Tuttavia, il nuovo studio utilizza le più recenti tecniche di modellazione per compilare i dettagli più fini e fare previsioni più accurate.

“I risultati evidenziano l’importanza di limitare l’aumento delle temperature globali come stipulato nell’accordo di Parigi se vogliamo evitare le peggiori conseguenze del cambiamento climatico, compreso l’innalzamento del livello del mare”, ha detto la signora Gilbert.

Lo studio ha utilizzato i più recenti modelli climatici regionali ad alta risoluzione per prevedere in modo più dettagliato rispetto a prima l’effetto dell’aumento dello scioglimento e del deflusso sulla stabilità della piattaforma del ghiaccio.

Il team ha affermato che la debolezza della piattaforma di ghiaccio derivante dal processo di rifting era prevista in scenari di riscaldamento globale di 1,5, 2 e 4 gradi Celsius, tutti possibili in questo secolo.

Hanno detto che le piattaforme di ghiaccio sono piattaforme galleggianti permanenti di ghiaccio collegate alle regioni costiere e formano dove i ghiacciai che scorrono dalla terra incontrano il mare.

I ricercatori hanno identificato i ghiacciai Larsen C, Shackleton, Pine Island e Wilkins come quelli più a rischio al di sotto dei quattro ° C di riscaldamento, a causa della loro geografia e dell’ampio deflusso superficiale previsto in quelle aree.

“Se le temperature continuano a salire ai tassi attuali, potremmo perdere più piattaforme di ghiaccio in Antartide nei prossimi decenni”, ha aggiunto Gilbert.