SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Un assistente all’infanzia licenziato per aver rifiutato un vaccino antinfluenzale sta perdendo ricorso legale

L’ombudsman del lavoro equo, l’autorità federale di regolamentazione del lavoro, ha chiesto ai datori di lavoro di essere vigili sull’imposizione di un vaccino contro il coronavirus.

Caricamento in corso

Il consiglio dell’Ombudsman recita: “Nelle circostanze attuali, la stragrande maggioranza dei datori di lavoro deve presumere di non poter richiedere ai propri dipendenti di essere vaccinati contro il Coronavirus.

Tuttavia, il rapporto rileva che la situazione dipenderà da ciascun caso, dal livello di rischio di infezione, da come può essere controllato e dalle interazioni con gli ordini di sanità pubblica. Il difensore civico afferma inoltre che la maggior parte dei datori di lavoro potrebbe richiedere la vaccinazione dei dipendenti quando scelgono di assumerli.

Quando è stata licenziata, Barber lavorava come dirigente scolastica presso Goodstart a Gladstone, nel Queensland, dove lavorava dal 2006.

Goodstart ha introdotto la sua politica sui vaccini nell’aprile 2020, quando il coronavirus era al suo apice e le autorità mediche chiedevano ai centri per l’infanzia di assicurarsi che dipendenti e bambini fossero vaccinati.

Caricamento in corso

Si è consultata con i sindacati, ha informato i dipendenti della sua decisione in anticipo e ha fornito vaccinazioni gratuite.

Ma la signora Barber, che ha detto di vivere una “vita priva di sostanze chimiche” e ha curato le malattie autoimmuni con l’aiuto di nutrizionisti e fisioterapisti, ha rifiutato. Ha scritto ripetutamente a Goodstart spiegando le sue preoccupazioni.

“Mi rifiuto solo perché ho paura di subire una reazione negativa a questo, compreso il rischio di sviluppare un’altra malattia autoimmune”, ha detto.

Tuttavia, Andrew Lingwood, il medico che ha fornito prove al comitato, ha detto che le persone con malattie croniche dovrebbero essere vaccinate perché potrebbero avere maggiori probabilità di contrarre l’influenza.

READ  Lo studio mostra come i mammiferi hanno sviluppato cervelli più grandi

“È la mia opinione medica professionale”, ha detto il dottor Lingwood. “Non ci sono prove di una barriera medica per la signora Barber che riceve il vaccino antinfluenzale”.

Il vicepresidente Lake alla fine ha accettato questa guida, poiché il contratto del programma Goodstart era una risposta sensata progettata per proteggere i suoi dipendenti, le cariche e la comunità più ampia.

Inizia la tua giornata informato

La nostra edizione mattutina è una guida curata alle storie, analisi e idee più interessanti e interessanti. La firma del Sydney Morning Heraldle notizie QuiE il Età‘S QuiE il Brisbane TimesQui, E il WAoggi‘S Qui.

I più visti in politica

Caricamento in corso