SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Trump sostiene i candidati che affrontano gravi accuse dopo un esame minimo

Uno di loro è stato accusato di aver aggredito un altro aiutante della Casa Bianca. Un altro avrebbe minacciato la vita della sua ex moglie, affermazioni esagerate sul successo finanziario e sconvolto i partner commerciali con il suo comportamento irregolare. Un terzo ha chiesto al giudice di mantenere sigillati i precedenti ordini di protezione.

Mentre l’ex presidente Donald Trump contesta le primarie contestate in tutto il paese, sta cercando di vendicarsi e rifare il Partito Repubblicano a sua immagine. In tal modo, ha approvato una serie di candidati implicati in accuse di illeciti, in particolare per quanto riguarda il trattamento delle donne.

Ciò contribuisce all’ansia tra alcuni repubblicani che temono che Trump offra il suo forte sostegno politico solo a coloro che lusingano il suo ego. Tali candidati potrebbero essere in grado di vincere le primarie repubblicane dominate dalla base di sostegno del partito a Trump, solo per imbattersi nella lotta alle elezioni generali.

Con il controllo del Congresso che poggia su pochi seggi, tali gaffe possono rivelarsi costose.

“Non c’è alcun controllo, almeno non in termini di politica ed eleggibilità”, ha affermato Dan Eberhart, un donatore del GOP e sostenitore di Trump, che ha affermato che le preoccupazioni si estendono a molti angoli del partito. Un ex presidente disposto a fare in modo che la macchina di Trump gestisca la sua campagna e la sua raccolta fondi… che sia il candidato più praticabile in una particolare gara è secondario. “

L’ex presidente ha pochi motivi per essere scioccato dalle accuse rivolte ad alcuni dei candidati che sostiene. Alcuni dettagli possono apparire nei controlli dei precedenti di base simili a quelli richiesti da molti datori di lavoro. Si dice che altri siano stati condivisi con Trump personalmente o diffusi nei circoli del Partito Repubblicano molto prima che venisse dato il suo appoggio.

Nel suo nuovo libro, “I’ll Take Your Questions Now: What I Saw in the Trump White House”, Stephanie Grisham, ex addetta stampa della Casa Bianca e capo dello staff della first lady Melania Trump, accusa il suo ex fidanzato di abusi crescenti che hanno deteriorato la loro relazione. Il suo ex fidanzato, Max Miller, era un collega aiutante della Casa Bianca e ora è candidato al Congresso in Ohio con l’entusiastica benedizione di Trump.

READ  Gli esperti avvertono che l'ondata di COVID nel sud-est asiatico continuerà senza vaccini

Miller ha negato con veemenza le accuse e mercoledì ha intentato una causa per diffamazione accusando Grisham di aver diffamato il suo nome.

Grisham dice di aver detto all’ex presidente e first lady prima che Miller annunciasse la sua candidatura sugli abusi, ma ha scritto in un articolo di opinione sul Washington Post che “sembrava che non gli importasse”. Trump ha approvato Miller come atto di ritorsione contro il rappresentante Anthony Gonzalez, uno dei 10 membri repubblicani della Camera dei rappresentanti che hanno votato per metterlo sotto accusa durante la ribellione del 6 gennaio.

Un impiegato della Casa Bianca accusato di aver aggredito una donna di cui il presidente conosceva e di cui si fidava? Non sembra essere stato registrato sullo schermo radar del presidente come un problema. Al contrario, sapendo quello che sa, Trump ha sostenuto la mia precedente nomina al Congresso”.

Trump ha una lunga storia di schierarsi con uomini potenti accusati di danneggiare le donne, dalla scelta della Corte Suprema Brett Kavanaugh all’ex conduttore di Fox News Bill O’Reilly. Ha difeso un ex aiutante della Casa Bianca che si è dimesso dopo che sono emerse accuse secondo cui aveva abusato fisicamente ed emotivamente di due ex mogli. E nel 2017, ha sostenuto il candidato repubblicano al Senato Roy Moore nonostante le accuse secondo cui Moore ha aggredito sessualmente ragazze adolescenti decenni fa quando aveva 30 anni.

Lo stesso Trump è stato accusato di cattiva condotta sessuale da più di due dozzine di donne, ma, come gli altri uomini che ha difeso, ha sempre negato con forza le accuse.

Tuttavia, l’ex presidente e i suoi soci a volte tirano il limite.

La scorsa settimana, Trump ha interrotto i rapporti con il suo ex manager della campagna e consigliere di lunga data Corey Lewandowski dopo che un donatore ha affermato che Lewandowski aveva fatto avance sessuali indesiderate come evento di raccolta fondi. Durante la campagna del 2016, Trump ha difeso Lewandowski dopo essere stato accusato di aver tenuto per un braccio con la forza un giornalista e di aver affrontato una scarica della batteria. Lewandowski ha negato qualsiasi addebito in entrambi i casi.

READ  La siccità turistica a Bali ha portato scimmie affamate a fare irruzione nelle case

Ma per la maggior parte, l’accusa di illeciti non ha impedito all’ex presidente di dare il suo sostegno.

Trump il mese scorso ha dato il suo sostegno alla star del calcio Herschel Walker, un vecchio amico, per un seggio aperto al Senato della Georgia, una gara a cui l’ex presidente aveva invitato Walker a partecipare. L’approvazione è arrivata più di un mese dopo che l’Associated Press ha esaminato centinaia di pagine di documenti pubblici legati alle iniziative imprenditoriali e al divorzio di Walker, smentendo le accuse secondo cui Walker aveva ripetutamente minacciato di uccidere la sua ex moglie e il suo nuovo fidanzato ed esagerato il suo successo commerciale, tra altre cose.

La campagna di Walker generalmente evitava di rispondere a specifiche, ma citava i problemi di salute mentale dell’ex star della NFL, che ha discusso in dettaglio, incluso in un libro.

E in Pennsylvania, Sean Parnell, la scelta di Trump per un seggio aperto al Senato, ha affrontato le domande del rivale Jeff Bartos sugli ordini restrittivi richiesti da sua moglie nel 2017 e nel 2018 durante le procedure di divorzio. Il Philadelphia Inquirer ha riferito mercoledì di aver chiesto a un giudice di “impedire a sua moglie e al suo avvocato di parlare pubblicamente di precedenti ordini di protezione contro di lui dagli abusi”.

Parnell osserva che gli ordini non sono una prova di illeciti. Ma Bartos ha cercato di rendere la questione una responsabilità e ha avvertito che potrebbe danneggiare Parnell nelle elezioni generali, il che potrebbe costare il seggio ai repubblicani.

Il portavoce di Trump, Taylor Bowdwich, non ha risposto a domande specifiche su ciò che Trump sa delle accuse, ma ha difeso le scelte dell’ex presidente e ha incolpato i giornalisti.

Ha detto: “Il presidente Trump continua a selezionare i combattenti forti che avanzeranno per primi la sua agenda americana. Tuttavia, non siamo estranei alle profondità, le Fake News sono disposte a cadere per screditare gli onorevoli patrioti con false accuse”.

Ma anche alcuni degli alleati dell’ex presidente temono che la natura casuale del suo processo di approvazione lo lasci vulnerabile a un potenziale imbarazzo e rischi di rivedere il suo orgoglioso record di approvazione. È stato consigliato da alcuni che era più saggio e che preferiva meno gare, anche se è stato coinvolto in candidati in lizza per il suo sigillo di approvazione, che è ancora visto come un biglietto d’oro in molte aree in cui rimane la più grande star del partito.

READ  La sposa invia i conti agli invitati al matrimonio che non partecipano | Foto

Per i candidati che cercano il sostegno di Trump, c’è un certo grado di processo.

I candidati possono contattare il team Trump tramite un indirizzo e-mail impostato per esaminare le richieste di approvazione in arrivo. Trump intervista i candidati, gli assistenti controllano le loro dichiarazioni passate e cercano di determinare se condividono le sue priorità politiche, che sono arrivate a includere la loro posizione sulle verifiche elettorali e quanto sono forti nel sostenere gli sforzi infondati per ribaltare i risultati del 2020.

Ma non esiste un sistema che, ad esempio, apra i verbali di arresto per guida in stato di ebbrezza o gravami sulle tasse di proprietà. E, come sempre con Trump, le decisioni sono spesso modellate da ciò che vede in televisione, dai pettegolezzi e da coloro che hanno avuto il suo orecchio in quel momento, compresi alcuni che potrebbero lavorare per candidati in cerca di sponsorizzazione.

Tuttavia, gli alleati di Trump sottolineano che in genere ha una buona lettura della base del Partito Repubblicano. E mentre qualcuno come Walker potrebbe venire con un bagaglio, ha anche un’enorme reputazione e potenziale di raccolta fondi ed è più probabile che ottenga l’aiuto di Trump rispetto a qualcuno che potrebbe sembrare buono sulla carta ma l’ex presidente non è entusiasta di lui.

“Sarebbe inaspettato. Non lo vorrebbe in nessun altro modo. Questo è il tipo di MO, il suo marchio, il suo DNA politicamente”, ha detto Chip Lake, uno stratega veterano del GOP in Georgia.

Lake ha notato che accettare molte delle gare comporta dei rischi per Trump personalmente.

Disse: “Ciò significa che ne vincerai un po’ e ne perderai un po’. E sospetto che vincerà molto più di quanto perderà. Ma ne perderà anche un po’”.