SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Quattro miti comuni sulle cure palliative

Per gentile concessione del Cancer Council WA

Con un australiano su tre che riferisce di una persona cara che riceve cure palliative, è importante per tutti noi avere conversazioni importanti con i nostri cari e determinare il piano migliore per mantenere la loro qualità di vita mentre affrontiamo un problema che limita la vita di un malattia incurabile.

Settimana nazionale delle cure palliative, Che va da domenica 23 maggio a sabato 29 maggio, cerca di sensibilizzare sui numerosi vantaggi delle cure palliative di alta qualità.

Il tema di quest’anno è “Cure palliative … è più di quanto pensi!” Ciò evidenzia che le cure palliative sono più che semplici cure di fine vita e gestione dei sintomi fisici.

Per aiutarti a comprendere le cure palliative, sfatiamo quattro miti comuni sulle cure palliative.

Mito 1: le cure palliative accelerano la morte

Le cure palliative mirano a preservare la qualità della vita delle persone con una malattia che limita la vita. Si tratta di vivere in un modo che è significativo per te, entro i limiti della tua malattia. Non si tratta solo di morte. Uno dei motivi per cui alcune persone non accedono presto ai servizi di cure palliative è perché temono che questo significhi aver perso la speranza o moriranno presto. Questo non è sicuramente il caso di tutti coloro che vengono indirizzati alle cure palliative.

Mito 2: puoi ricevere cure palliative solo in ospedale

Puoi ottenere cure palliative in luoghi diversi a seconda delle tue condizioni, di dove vivi e se hai familiari o amici che possono aiutarti. In molti casi, tu e la tua famiglia potete scegliere dove ricevere le cure palliative. Questo può essere a casa, in una struttura residenziale di assistenza agli anziani o in un’altra struttura al di fuori della casa, oppure può essere in un ospedale o in un’unità specializzata di cure palliative (hospice). Le persone che ricevono cure palliative spesso si spostano tra queste impostazioni quando le loro esigenze cambiano.

READ  Stranezza spaziale: la NASA mette in orbita un calamaro

Mito 3: non è possibile ottenere cure contro il cancro mentre si ricevono cure palliative

È comunque possibile ottenere un trattamento efficace per ridurre o arrestare la crescita del cancro durante le cure palliative. Il team di cure palliative lavorerà con specialisti del cancro per gestire gli effetti collaterali del trattamento e aiutare a mantenere la qualità della vita. Anche i trattamenti contro il cancro come la chirurgia, la chemioterapia, l’immunoterapia, la terapia mirata e la radioterapia possono essere utilizzati come parte della terapia palliativa. In questo caso, l’obiettivo non è controllare il cancro ma alleviare i sintomi

Mito 4: le cure palliative significano che perderai la tua indipendenza

Il tuo team di cure palliative discuterà dei modi in cui puoi rimanere indipendente il più a lungo possibile. Ad esempio, potrebbero suggerire modifiche o servizi per aiutarti a rimanere a casa (come l’installazione di una rampa, in modo da non dover utilizzare i gradini) o consigliare attrezzature per risparmiare energia (come uno pneumatico da passeggio). Per molte persone, mantenere il controllo sulle decisioni quotidiane è importante: il team rispetterà i tuoi desideri se non desideri accettare i loro suggerimenti.

/ Rilascio generale. Questo materiale proviene dallo stabilimento originale e può essere di natura cronologica ed è modificato per chiarezza, stile e lunghezza. Spettacolo completo Qui.