SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Perché alcuni risultati dei test COVID sono falsi positivi e quanto sono comuni?

Sono comparsi due casi di COVID-19 precedentemente collegati all’attuale epidemia di Melbourne Riclassificato come falsi positivi.

Non sono più inclusi nei numeri dei casi ufficiali del Victoria, mentre un certo numero di siti di esposizione associati a questi casi sono stati rimossi.

Il test principale e il “gold standard” per rilevare SARS-CoV-2, il virus che causa il COVID-19, è il test della reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa (RT-PCR).

Il test RT-PCR è molto specifico. Ciò significa che se qualcuno non ha realmente l’infezione, ci sono buone probabilità che il test sia negativo. Il test è anche molto sensibile. Pertanto, se qualcuno contrae davvero il virus, ci sono buone probabilità che il test torni positivo.

Ma anche se il test è molto specifico, ciò lascia ancora poche possibilità a qualcuno che non ha l’infezione di tornare con un risultato positivo del test. Questo è ciò che si intende con il termine “falso positivo”.

Innanzitutto, come funziona il test RT-PCR?

Sebbene la maggior parte delle persone nell’era del COVID abbia sentito parlare del test PCR, Come funziona Comprensibilmente, è una specie di mistero.

In breve, dopo aver prelevato un tampone di naso e gola, vengono utilizzate sostanze chimiche per estrarre l’RNA (acido ribonucleico, un tipo di materiale genetico) dal campione. Consiste nel normale RNA e RNA di SARS-CoV-2 di una persona, se presente.

Questo RNA viene quindi convertito in acido desossiribonucleico (DNA) – questo è ciò che significa il bit “trascrizione inversa”. Per rilevare il virus, vengono amplificati piccoli pezzi di DNA. Con l’aiuto di uno speciale colorante fluorescente, il campione viene determinato come positivo o negativo in base alla luminosità della fluorescenza dopo 35 o più cicli di amplificazione.

READ  Il numero di casi di coronavirus potrebbe aumentare a Melbourne, ma gli esperti dicono che questo è meno motivo di preoccupazione di quanto si possa pensare


Leggi di più:
Pro e contro dei test di massa per il virus Corona


Cosa causa risultati falsi positivi?

Il Cause di base Per ottenere risultati falsi positivi, c’è un errore di laboratorio e una reazione fuori bersaglio (cioè il test reagisce a qualcosa che non è SARS-CoV-2).

Gli errori di laboratorio includono errori di trascrizione, test del campione sbagliato, contaminazione incrociata dal campione positivo di un’altra persona o problemi con i reagenti utilizzati (come sostanze chimiche, enzimi, coloranti). Una persona che ha avuto il COVID-19 e si è ripresa può anche mostrare un falso positivo.

Ci sono diversi motivi che possono portare a un risultato falso positivo per il test RT-PCR.
lotta per le azioni

Quanto sono comuni i falsi positivi?

Per capire quanto spesso si verificano falsi positivi, guardiamo al tasso di falsi positivi: la percentuale di persone che sono state testate che non hanno un’infezione ma che tornano con un test positivo.

autori moderni prestampa (documento non ancora recensito o verificato in modo indipendente da altri ricercatori) ha condotto una revisione delle prove per i tassi di falsi positivi del test RT-PCR utilizzato per rilevare SARS-CoV-2.

Hanno combinato i risultati di più studi (alcuni hanno esaminato un test PCR per SARS-CoV-2 in particolare, altri hanno esaminato un test PCR per altri virus a RNA). Hanno trovato tassi di falsi positivi dello 0-16,7%, con il 50% degli studi allo 0,8-4,0%.

I tassi di falsi positivi nella revisione sistematica si basavano principalmente su test di garanzia della qualità di laboratorio. È possibile che nelle situazioni del mondo reale, l’accuratezza sia inferiore rispetto agli studi di laboratorio.

un revisione sistematica Guardando i tassi di falsi negativi nel test RT-PCR per SARS-CoV-2, ho scoperto che i tassi di falsi negativi erano dell’1,8-58%. Tuttavia, notano che molti degli studi erano di scarsa qualità e che questi risultati si basano su prove di bassa qualità.



Leggi di più:
Perché alcuni test COVID-19 mostrano un “debolmente positivo” e perché è importante?


Non esiste un test perfetto

Supponiamo ad esempio che il tasso di falsi positivi nel mondo reale sia del 4% per il test SARS-CoV-2 RT-PCR.

Su 100.000 persone che risultano negative al test e non vengono realmente infettate, ci aspetteremmo di avere 4.000 falsi positivi. Il problema è che per la maggior parte di questi non li conosciamo mai. Una persona che risulta positiva deve essere messa in quarantena e tutti presumono che abbia una malattia asintomatica.

Ciò è anche confuso dal fatto che il tasso di falsi positivi dipende dalla prevalenza sottostante della malattia. Con una prevalenza molto bassa, come vediamo in Australia, il numero di falsi positivi può finire per essere molto più alto del vero numero di positivi effettivi, che è noto come Paradosso falso positivo positive.

Data la natura dell’attuale epidemia nel Victoria, è probabile che le autorità siano più vigili sui risultati dei test, il che potrebbe aumentare la probabilità di rilevare falsi positivi. Il Il governo del Victoria ha detto:

A seguito dell’analisi da parte di un gruppo di esperti e dei nuovi test da parte del Victorian Infectious Diseases Reference Laboratory, sono stati annunciati due casi collegati a questo focolaio.

Ciò non indica se le due persone sono state ritestate o se sono stati ritestati solo i campioni.

Ad ogni modo, porta sfortuna avere due falsi positivi. Ma dato il gran numero di persone che vengono testate ogni giorno nel Victoria al giorno d’oggi, e il fatto che sappiamo che si verificheranno falsi positivi, questo non è inaspettato.

Illustrazione di SARS-CoV-2.
Il test RT-PCR per SARS-CoV-2 è molto accurato, ma non perfetto.
lotta per le azioni

Effetti più ampi

Per un individuo con un risultato del test falso positivo, dovrà andare in quarantena quando non ce n’è bisogno. Sentirsi dire che hai una malattia mortale è molto stressante, soprattutto per coloro che sono anziani o a rischio per altre condizioni di salute. È anche probabile che siano preoccupati per l’infezione di altri membri della loro famiglia e potrebbero perdere il lavoro durante la quarantena.

Soprattutto dato che le autorità hanno inizialmente fatto riferimento a questi due casi come esempi Poiché il virus viene trasmesso attraverso un contatto “transitorio”, molte persone si sono senza dubbio chiesti se senza questi casi Victoria potrebbe non essere in isolamento. Questa è solo un’ipotesi e non riusciamo davvero a capire in un modo o nell’altro.

Ovviamente, i risultati falsi negativi sono molto preoccupanti, perché non vogliamo che le persone infette si aggirino per la comunità. Ma anche i falsi positivi possono essere un problema.



Leggi di più:
Perché i nostri focolai di COVID sembrano sempre verificarsi a Melbourne? Casualità e sfortuna