SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Nuove misurazioni rivelano il completo pericolo del vulcano più grande del mondo

Attivo da almeno 700.000 anni, domina il paesaggio hawaiano. Long Mountain È il più grande vulcano a scudo sulla Terra (almeno sopra l’acqua) e nuovi dati hanno rivelato cosa potrebbe essere sufficiente per innescare una futura eruzione.

Osservando i cambiamenti nella Terra tracciati dal GPS e dai dati satellitari, i ricercatori sono stati in grado di modellare il flusso di magma all’interno del vulcano, oltre a capire cosa avrebbe probabilmente innescato la prossima grande eruzione dal Mauna Loa.

Nella colonna “Probabilmente”: Forte terremoto. Questa conclusione si basa sulle misurazioni del flusso di magma che si sono verificate dal 2014, che sono state guidate dalla pressione topografica delle rocce circostanti.

“Un terremoto di magnitudo 6 o più ridurrebbe la pressione creata dal flusso di magma lungo una faglia semi-orizzontale sotto il lato occidentale del vulcano”, Dice Bhuvan FarogoÈ geologo presso la Rosenstiel School of Marine and Atmospheric Sciences dell’Università di Miami.

“Questo terremoto potrebbe innescare un’esplosione”.

Gli scienziati hanno stabilito che 0,11 chilometri quadrati (circa 0,04 miglia quadrate) di nuovo magma sono fluiti in un nuovo punto nella camera del vulcano tra il 2014 e il 2020, cambiando direzione in base alle pressioni esercitate su di esso.

Questi tipi di cambiamenti nel corpo magmatico non sono stati misurati prima. In combinazione con i flussi di lava superficiale e gli spostamenti del terreno lungo la faglia su cui si trova il vulcano, le intrusioni di magma cambiano la forma del vulcano e la probabilità della sua eruzione.

I vulcanologi sanno già che l’attività del fianco e le eruzioni vulcaniche sono strettamente correlate sul Mauna Loa, il che significa che i cambiamenti a questi fianchi derivanti dall’iniezione di magma possono fare un’enorme differenza in termini di comportamento di un vulcano.

READ  La pioggia di meteoriti Lyrid lascerà "treni di polvere incandescente" nel cielo giovedì. Ecco come guardare.

“Un terremoto può cambiare le regole del gioco”. Dice il geologo marino Falk AmelongDall’Università di Miami.

“Rilascerà gas dal magma simile all’agitazione di una bottiglia di soda, che crea ulteriore pressione e galleggiabilità, che è sufficiente per rompere le rocce sopra il magma”.

Secondo i dati, il Mauna Loa è già sottoposto a un carico topografico “molto pesante”. Le intrusioni di magma aumenteranno la probabilità di un terremoto ed eruzione, ma potrebbe non essere necessariamente necessaria: la mancanza di movimenti recenti sotto il fianco occidentale del vulcano fa credere ai ricercatori che questo è dove potrebbe essere un terremoto.

Le recenti eruzioni sottolineano quanto sia importante il preallarme: nel 1950, la lava di un’eruzione del Mauna Loa ha raggiunto la costa in sole tre ore. Un’eruzione del vulcano nel 1950 e un’altra grande eruzione nel 1984 furono precedute da grandi terremoti.

Prevedere i tempi delle eruzioni è un compito incredibilmente complesso, con molte variabili e stime coinvolte, ma strategie accurate di mappatura del magma come quelle in questo nuovo studio possono fornire dati inestimabili per la modellazione futura.

“È un problema meraviglioso” Dice Amelong.

“Possiamo spiegare come e perché il corpo magmatico è cambiato negli ultimi sei anni. Continueremo a monitorare e alla fine questo porterà a modelli migliori per prevedere la posizione della prossima eruzione”.

La ricerca è stata pubblicata in Rapporti scientifici.