SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

L’Italia propone di semplificare le norme sugli appalti pubblici

La nomina di Mario Draghi a nuovo Presidente del Consiglio italiano è stata accolta con fiducia dalla stampa internazionale. All’Italia viene offerta “un’altra possibilità” (The Economista). L’Italia diventa un “attore di potere in Europa” (The New York Times). Sig. Tracy non perse tempo, chiedendo ai suoi collaboratori seri piani di riforma. In questo contesto, il 23 marzo, la Commissione Italiana della Concorrenza (The Autorità garante della concorrenza e del marketing, O “AGCM”) ha pubblicato una serie di piani per riforme competitive nel ruolo consultivo per il governo di Tracy. Uno di questi piani è la sospensione del codice italiano degli appalti pubblici (“BBC”) e l’applicazione diretta (“proposta”) delle direttive UE del 2014 che regolano gli appalti pubblici.

Secondo l’AGCM, sebbene la stessa PPC si basi sulle direttive UE del 2014, più di 50 ulteriori provvedimenti rendono la PPC un esempio del complesso proverbio della burocrazia italiana. Il legislatore italiano, per molti anni, ha spinto il quadro degli appalti pubblici dell’UE oltre le regole dell’UE con requisiti e specifiche aggiuntivi e gravando in modo sostanziale sulle pratiche di appalto pubblico: il risultante labirinto di normative che non forniscono linee guida chiare.

L’AGCM ha una visione di un percorso di crescita. Lo strumento dell’UE per la ripresa e la recessione (RRF) non dovrebbe essere perso una volta nella vita, con circa 210 miliardi di dollari assegnati tramite appalti pubblici in Italia. L’AGCM vuole che l’Italia sia in grado di implementare questi fondi nel miglior modo possibile. Secondo l’AGCM, l’uso di PPC comporta un rischio di ritardi e procedure inutilmente costose, che potrebbero compromettere l’uso di RRF. L’AGCM sa che ci si prende cura di Bruxelles.

READ  L'Italia offre cure termali per un'economia stressante - Politico

Al contrario, l’AGCM ritiene che l’applicazione diretta delle direttive dell’UE sia soggetta solo a determinate calunnie che sono assolutamente necessarie e che consentirà ai fondi di operare in modo più efficiente – e che ciò ridurrà le possibilità di potenziali critiche da parte di Bruxelles sull’attuazione della RRF.

Secondo l’AGCM, se la proposta viene accettata, potrebbe portare alla rimozione delle restrizioni su subappalto, outsourcing, appalti integrati, criteri di offerta e requisiti per la nomina di commissari esterni – i vantaggi della riduzione dei termini, una più facile partecipazione alle procedure di gara delle imprese e meno prerequisiti.

Tuttavia, non tutti sono d’accordo con AGCM. In particolare, la sospensione dell’applicazione della BBC da parte della Commissione Nazionale Anticorruzione (NAA) ha sollevato il rischio di interrompere bruscamente le procedure di appalto in sospeso o in entrata a causa di criteri di “vuoto” normativo, processi di programmazione e progettazione, contabilità di costruzione e relative fasi amministrative. relativi alla specifica valutazione di ammissibilità. Secondo la NAA, i mandati dell’UE non forniscono dettagli sufficienti su questi aspetti.

Il piano di lavoro della NAA è quello di creare una banca dati nazionale degli appalti pubblici (amministrata dalla NAA), di digitalizzare completamente le procedure di appalto pubblico e di rendere la BBC pienamente compatibile. L’AGCM riconosce che la banca dati per i funzionari contrattuali soggetti a determinati standard e digitalizzazione può essere una soluzione provvisoria, ma finalizzata a facilitare o completare la sostituzione della PPC con l’applicazione diretta delle direttive UE.

Resta da vedere se Tracy si impegnerà con l’AGCM, la NAA o nel tentativo di mediare tra le due posizioni. Una cosa è chiara, tutte le parti interessate comprendono l’importanza di cercare di regolamentare le norme sugli appalti pubblici e cercare di massimizzare le opportunità offerte dall’attuazione del RRF in Italia.

READ  L'Italia include Verratti infortunato nella squadra provvisoria di Euro

© Copyright 2021 Sky Patton Box (US) LLPRevisione legale nazionale, volume XI, n. 116