SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Le morti quotidiane di Covid-19 in India hanno stabilito un nuovo record senza fine in vista

L’India ha riportato un numero record di morti quotidiane e crescono le preoccupazioni che il picco dell’attuale ondata di COVID-19 non sia in vista.

Il numero totale di morti per il virus Corona in India ha ora raggiunto più di 250.000 e le autorità hanno registrato 4.205 morti in più per il virus nelle ultime 24 ore.

Mercoledì sono stati registrati 348.421 nuovi contagi, con un numero totale di casi superiore a 23 milioni, secondo i dati del Ministero della Salute.

Tuttavia, gli esperti ritengono che i dati ufficiali sottostimano in modo significativo la reale entità dell’impatto della pandemia in India e affermano che il numero di morti e feriti effettivi potrebbe essere da cinque a dieci volte superiore.

Shahid Jamil, un eminente esperto di virus indiano, ha affermato che la curva del COVID-19 in India potrebbe mostrare i primi segni di appiattimento, ma è probabile che il declino del numero di nuove infezioni sia lento.

“È ancora troppo presto per dire se abbiamo raggiunto il picco”, ha detto all’Indian Express.

“Ci sono alcune indicazioni che i casi si stiano stabilizzando. Ma non dobbiamo dimenticare che questa è una fase molto alta. Sembra che ci stiamo stabilizzando intorno ai 400.000 casi al giorno”.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, frecce sinistra e destra per cercare, frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 2 minuti e 27 secondi

Corpi finiti sulle rive del fiume Gange durante la crisi del COVID-19 in India.

L’India è responsabile di uno su tre dei decessi segnalati a causa del Coronavirus in tutto il mondo, secondo un conteggio Reuters. C’è stata un’epidemia di malattia negli ospedali e nel personale medico, così come negli asili nido e nei crematori.

La brutale ondata di infezioni da COVID-19 si è diffusa dalle città alle piccole città e alle campagne, interrompendo un fragile sistema sanitario mal attrezzato per una crisi di queste dimensioni.

Nella capitale, Nuova Delhi, i parenti hanno abbandonato molte delle vittime del COVID-19 dopo che erano state bruciate, lasciando volontari a lavare le ceneri, pregare per loro e poi disperderle nel fiume – un rituale che la famiglia di solito esegue.

In un rapporto pubblicato mercoledì, l’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che la variante B.1.617 che è stata identificata per la prima volta in India è stata rilevata finora in almeno 44 paesi.

L’Autorità Mondiale della Sanità lo ha classificato come una “variabile di preoccupazione” che richiede un maggiore monitoraggio e analisi.

Reuters

READ  L'ex presidente del Regno Unito John Bercow si unisce ai laburisti dopo decenni con il partito conservatore. Dice che non c'è niente di personale contro Boris Johnson