HomeEconomyLe e-mail frenetiche mostrano lo shock di Tokio Marine e Bond &...

Le e-mail frenetiche mostrano lo shock di Tokio Marine e Bond & Credit per essere stati smascherati

Ciò ha messo in luce la IAG, che possedeva metà dell’agenzia e ha dovuto affrontare richieste di risarcimento per quasi 7 miliardi di dollari perché le sue politiche sono rimaste in vigore. Un altro assicuratore nel mirino dei creditori è Tokio Marine, che ha acquistato la partecipazione di IAG nell’agenzia a metà del 2019.

Entrambi gli assicuratori hanno rifiutato le relative richieste di indennizzo e Tokio Marine ha tentato senza successo di far cancellare alcuni dei procedimenti legali contro di essa presso un tribunale federale, presentando una serie di e-mail nel processo.

Queste e-mail affermano che le prime domande interne sono emerse almeno il 28 maggio sugli accordi assicurativi che coinvolgono Greensill Group.

Il contatto principale del Gruppo Greensill a Bond & Credit è stato il sottoscrittore principale di Greg Brereton Business Credit Insurance. Agli assicuratori sarebbero stati dati dei “poteri” – regole interne su quanta copertura potevano sottoscrivere per i clienti.

Ma Bond & Il signor Guy di Credit ha scritto al collega Mark Callahan, CEO della divisione assicurativa specializzata di Tokio Marine, il 2 giugno 2020, mettendo in dubbio le presunte violazioni delle regole interne, affermando che anche secondo le vecchie regole, il massimo che poteva essere coperto per un particolare cliente era 75 milioni di dollari.

“Quindi quello che non riesco a capire è come [Mr Brereton] Avrebbe potuto acconsentire [this deal] Che appare sopra l'importo. “Non ha senso”, ha detto il signor Guy.

Le e-mail interne indicano che il mese trascorso con Brereton è stato oggetto di un'indagine interna su presunte violazioni delle regole.

READ  Statue del circo di Woolworths con un culto dopo il ritorno sugli scaffali

Lanciato più allarmi

Tokyo Marine ha “autosegnalato” le violazioni all’Autorità australiana di regolamentazione prudenziale il 29 giugno 2020, secondo un’e-mail del suo direttore della conformità.

Ma poi Marsh, il broker assicurativo del Gruppo Greensill, ha inviato un’e-mail all’agenzia assicurativa giorni dopo – il 2 luglio 2020 – cercando ulteriori documenti sugli accordi aggiuntivi.

Ciò avrebbe sollevato ulteriori allarmi.

“Per favore assicuratevi che non sia approvato”, ha detto Bond & Quel giorno il signor Guy inviò un'e-mail al signor Brereton. Jay ha affermato che questi nuovi accordi a partire da metà giugno erano “ben al di sopra” dei limiti consentiti.

I due uomini avrebbero parlato al telefono. Jay ha poi detto al suo collega Callaghan che Brereton ha descritto i nuovi accordi come “estensioni delle politiche esistenti, e ha ritenuto che la perdita della prima base li rendesse accettabili”.

Callaghan ha risposto: “Il suo commento sembrava dire: questi sono buoni rischi, quindi ho pensato che sarebbe stato ok. Questo chiaramente non è in linea con la sua autorità”.

Dal momento che riceviamo informazioni solo in frammenti, le radici di questo sembrano essere profonde.

Hisanobu Koga, dirigente senior della Tokyo Marine

Il signor Brereton ha preso un congedo per malattia il giorno successivo, venerdì. Quel pomeriggio, il suo capo Jay stava inviando un'e-mail ad altri colleghi, compresi i direttori dell'entità australiana della Tokyo Marine, sostenendo che Brereton aveva accettato i limiti via e-mail e non li aveva inseriti nel sistema di sicurezza interno dell'azienda “aggirando così tutti i protocolli stabiliti”. Con esso.”

Per Brereton è stato sospeso ogni accesso al sistema, lunedì sarà intervistato e se non verranno fornite legittime ragioni per agire “sarà licenziato sommariamente”, ha scritto Jay.

READ  Secondo Reuters, il ministro dell'Economia italiano afferma che l'Italia è in grado di far fronte alle nuove regole di bilancio dell'UE

Venerdì i colleghi giapponesi della Tokyo Marine si scambiavano e-mail sui problemi australiani. Uno di loro ha espresso difficoltà nel comprendere come Brereton potesse concludere accordi esclusivamente via e-mail, avendo ricevuto un avviso già a giugno.

Le loro e-mail affermavano inoltre che le riunioni del comitato di gestione del rischio presso l’entità australiana Tokyo Marine erano diminuite: fino al 2018 si tenevano sei volte l’anno, ma si sono tenute solo due volte nell’intero 2019. I fattori accusati includono la carenza di personale e un'acquisizione aziendale. Associazione & agenzia di credito quell'anno.

Dirigenti e manager sono andati avanti e indietro tramite e-mail durante il fine settimana e lunedì, comprese discussioni su ciò che i revisori esterni dovrebbero indagare. “Apprezziamo il vostro impegno con l’audit come una questione urgente”, ha scritto ai revisori dei conti Bruce Powers, presidente dell’Australian Entity Audit Committee di Tokio Marine.

Anche i colleghi giapponesi di Tokyo Marine hanno riconosciuto la necessità di sollevare queste presunte violazioni nel corso della prossima riunione della direzione. “Dato che riceviamo solo informazioni frammentarie, sembra che le radici di questa questione siano profonde”, ha scritto lunedì Hisanobu Koga, dirigente senior della Tokyo Marine, poco prima di pranzo.

Takahiro Kazuya, amministratore delegato di Tokyo Marine, ha inviato un'e-mail a Callahan il giorno successivo, 7 luglio, definendo le violazioni “scioccanti”.

“Vorremmo conoscere l'entità della violazione dell'autorità e stiamo pensando a come far continuare l'operazione in questa situazione”, ha scritto Kazuya.

Il signor Brereton non ha risposto alle domande di Revisione finanziaria. Brereton, difendendosi nelle cause legali relative ad alcuni sinistri assicurativi, ha sostenuto di essere autorizzato a firmare gli accordi e che la IAG era a conoscenza dei documenti assicurativi, mentre la difesa del colosso assicurativo ha sostenuto che essa non era a conoscenza dei documenti assicurativi.

READ  L'Italia riallaccia i rapporti con la Cina dopo il fallimento dell'accordo Belt and Road e cerca un ritorno alle alleanze occidentali
Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News