HomeEconomyL'avviso di parcheggio da 396 dollari del conducente australiano è "illegale": "tattiche...

L'avviso di parcheggio da 396 dollari del conducente australiano è “illegale”: “tattiche di bullismo”

Un automobilista australiano è stato colpito con “multe” per un totale di quasi 400 dollari poco prima di Natale dopo aver parcheggiato in un parcheggio privato e aver “violato le condizioni” in quattro diverse occasioni – ma secondo gli esperti, non dovrà pagare.

L'uomo ha detto di aver ricevuto un avviso di rinvio per recupero crediti da Traffic Monitoring Services (TMS), che pattuglia i parcheggi sicuri, ma poiché non aveva ricevuto alcun biglietto individuale, non aveva “alcuna idea” di dove fossero avvenute le presunte violazioni.

La lettera, datata 27 novembre, includeva il nome dell'autista, l'indirizzo e il numero di targa attuale, e affermava che aveva 14 giorni per pagare $ 396 altrimenti la questione sarebbe stata deferita agli avvocati per “ulteriori azioni”. Tuttavia, non includeva le date o i luoghi delle presunte violazioni di 77 dollari, quindi l'automobilista sconcertato ha contattato TMS e gli sono state inviate le foto che mostravano i biglietti allegati alla sua vecchia auto, che aveva venduto nel 2022, prima delle presunte violazioni. .

Notifica di multa per violazione di parcheggio;  Segnale di parcheggio sicuro

Un automobilista australiano è stato colpito da una multa di 396 dollari per parcheggio poco prima di Natale. Immagine: Reddit/AndySlams, TMS

La lettera, che avvisava un residente di Adelaide di “pagare immediatamente per evitare un rinvio di recupero crediti”, recita: “Hai parcheggiato un veicolo registrato a tuo nome in un parcheggio monitorato dai Servizi di monitoraggio del traffico (TMS) e hai violato i termini. ” E riguardo alle condizioni di questo parcheggio, abbiamo ora quattro violazioni registrate per questa registrazione.

“Di conseguenza, in ogni occasione, su quel veicolo sono stati affissi avvisi individuali. Gli avvisi identificano la natura della violazione, che insieme richiedono il pagamento di 308 dollari.” Altri 88 dollari sono stati aggiunti per coprire i “costi aggiuntivi” sostenuti da TMS per far fronte al debito, ha detto.

READ  Il presidente dell'ANZ Shane Elliott afferma che "meno persone si mettono nei guai"

I parcheggi non hanno “forza di legge”

Anche se l'avviso formulato in modo forte menziona l'attuale veicolo del conducente, la questione se sia effettivamente applicabile è una zona grigia, con un esperto legale che afferma che equivale a “tattiche di bullismo” per intimidire gli automobilisti e indurli a pagare.

Mentre il sito web di TMS afferma che gli avvisi di violazione sono “applicabili ai sensi delle leggi relative ai contratti e al consenso dato al parcheggio su proprietà privata”, l'avvocato di Adelaide Andrew Williams, di Williams Legal, ha affermato che “non sembrerebbero avere alcun effetto legale” e non deve essere perseguita come “questione civile” nei tribunali per controversie di modesta entità.

“Non ho visto nessuno di questi casi perseguito”, ha detto a Yahoo News Australia. “I parcheggi privati ​​non hanno forza di legge, quindi quando parcheggi la tua auto in un parcheggio, si tratta di un accordo tra te e il proprietario del parcheggio. Pertanto, devono far valere qualsiasi contratto di parcheggio tra voi.

“In primo luogo, devono dimostrare che hai parcheggiato lì e accettato gli obblighi di parcheggio e devono farlo rispettare. È una controversia civile tra te e il proprietario del parcheggio.”

Williams ha aggiunto: “È diverso dal ricevere un avviso di scadenza dal comune o dalla polizia, in questo modo i proprietari del parcheggio cercano di far rispettare un accordo. È responsabilità della persona che vuole far rispettare il debito”. “È come scrivere a qualcuno che parcheggia sul tuo prato e dire: 'Ti farò pagare 300 dollari per parcheggiare lì.' Se non paghi, l’importo salirà a 400 dollari.”

“Buttatelo nella spazzatura”

All'inizio di quest'anno, un automobilista dell'Australia occidentale ha trovato una multa di Parking Enforcement Services (PES), una divisione di Wilson Parking, attaccata al parabrezza della sua auto e ha invitato gli automobilisti a leggere le scritte in piccolo. Ha aggiunto: “Se leggete sul retro troverete un'informazione importante: questa non è una multa per parcheggio. È inutile, gettatela nella spazzatura e non pagate quella cifra”.

READ  L’Italia si trova ad affrontare un tasso di natalità in calo nel contesto di trasformazioni sociali ed economiche

James Clements, di Sydney Criminal Lawyers, ha detto a Yahoo che le multe sono “difficili da far rispettare” e che gli operatori di parcheggi privati ​​impiegano aziende che usano “tattiche di bullismo” per “cercare di intimidire efficacemente le persone affinché le paghino”.

“Quello che stanno cercando di fare è recuperare i debiti per le perdite subite, come la violazione del contratto. Ma non sono multe: solo un organismo statutario che ha il potere di emettere una multa”, ha detto Clements.

Non perdere nulla. Iscriviti alla newsletter quotidiana di Yahoo Lifestyle.

Oppure, se hai un'idea per una storia, inviaci un'e-mail a [email protected].

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News