SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

La Russia afferma che un problema tecnico del software e il “fattore umano” hanno fatto perdere il controllo alla Stazione Spaziale Internazionale

Funzionari russi hanno affermato che un problema tecnico del software e una potenziale interruzione dell’interesse umano sono stati la ragione per cui la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è stata brevemente fuori controllo questa settimana.

I motori a propulsione a getto del modulo di ricerca russo Nauka sono stati inavvertitamente riavviati giovedì, poche ore dopo essere attraccati alla stazione spaziale, Ha causato la deviazione dell’intera posizione orbitale dalla sua normale posizione di volo a 400 km sopra la Terra con sette membri dell’equipaggio a bordo.

Secondo il resoconto dell’incidente della NASA, il direttore di volo della missione ha immediatamente dichiarato l’emergenza del volo spaziale mentre gli ingegneri a terra hanno lottato per ripristinare la stabilità del tentacolare satellite di ricerca.

La NASA ha detto ai giornalisti giovedì che il controllo della situazione dalla stazione è stato perso per 45 minuti, poiché le squadre di volo di terra hanno attivato i propulsori su un altro modulo del sito e su una nave da carico separata attraccata nel complesso per ripristinare il corretto allineamento.

Scarica

Durante quel periodo, la Stazione Spaziale Internazionale, che misura la lunghezza di un campo da football americano, ha oscillato lentamente alla fine a una velocità di mezzo grado al secondo, circa quattro giri all’ora, secondo la NASA.

Anche il contatto con l’equipaggio è stato perso due volte per diversi minuti durante l’emergenza.

Venerdì, Vladimir Solovyov, progettista generale di Energia, una società di agenzia spaziale russa, ha cercato di rassicurare i partner internazionali che l’incidente era stato contenuto e ha detto che gli astronauti avrebbero avuto Nauka – la parola russa per “scienza” – e che sarebbe presto e correndo.

“L’equipaggio è ora impegnato a bilanciare la pressione nell’unità Nauka. Nel pomeriggio, l’equipaggio aprirà i portelli, entrerà nell’unità, attiverà i mezzi necessari per purificare l’atmosfera e inizierà il normale lavoro normale”.

C’era un fattore umano

Dmitry Rogozin, capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, in seguito ha affermato che potrebbe essere coinvolta la disattenzione umana.

“Stava andando tutto bene ma c’era un fattore umano. C’era un po’ di euforia [after successful docking]È stato citato dal sito web Komsomolskaya Pravda come dicendo.

Sia la NASA che Roscosmos hanno affermato che i sette membri dell’equipaggio a bordo – due cosmonauti russi, tre cosmonauti americani e altri due giapponesi e francesi – non sono mai stati in pericolo immediato.

Entrambe le agenzie hanno anche affermato che la situazione è stata risolta in un tempo relativamente breve senza danni visibili alla stazione spaziale.

Ma Joel Montalbano, il responsabile del programma della stazione spaziale della NASA, ha affermato di poter ricordare solo due o tre precedenti occasioni negli oltre 20 anni di storia del laboratorio orbitante in cui i propulsori di un veicolo o di un’unità attraccati si erano inceppati in quel modo.

Un missile montato su un'impalcatura sulla rampa di lancio.
La NASA ha deciso di posticipare il lancio della capsula spaziale Boeing Starliner dopo l’incidente della Stazione Spaziale Internazionale.(

Reuters: Joe Skipper

)

L’incidente ha anche spinto la NASA a posticipare il lancio pianificato della capsula spaziale Starliner di Boeing su un volo di prova molto atteso e senza equipaggio verso la stazione spaziale.

L’esplosione, prevista per venerdì da Cape Canaveral, in Florida, è stata temporaneamente rinviata il 3 agosto.

Il cosmonauta russo Oleg Novitsky, che si trova sulla Stazione Spaziale Internazionale, venerdì ha detto ai suoi follower di Twitter di non preoccuparsi.

“Cari amici, sto leggendo i vostri numerosi commenti. Non preoccupatevi! Il nostro lavoro continua sulla Stazione Spaziale Internazionale per integrare il modulo Nauka appena arrivato! Stasera apriremo i cancelli. Vi terremo aggiornati!”

Scarica

Roscosmos ha affermato che gli specialisti russi hanno completato i controlli a distanza sui motori di Noka per garantire la sicurezza continua e che l’impianto sta funzionando secondo il suo normale corso.

Ha detto che l’unità di attracco ha avuto successo altrimenti.

Rogozin, presidente di Roscosmos, ha salutato l’arrivo di Nauka il giorno precedente come una “vittoria molto difficile e importante per noi” e ha accolto calorosamente le congratulazioni di Twitter dell’astronauta Elon Musk.

Rogozin ha anche parlato dei piani per il lancio di un’altra unità russa della stazione a novembre.

Roscosmos ha subito una serie di incidenti e scandali di corruzione, anche durante la costruzione del cosmodromo di Vostochny nell’estremo oriente del Paese, dove gli appaltatori erano accusati di appropriazione indebita di fondi statali.

Reuters

READ  Casi di infezioni da meningococco sulle coste settentrionali di Sydney