SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

La carenza di carburante continua a Londra, nel sud-est dell’Inghilterra, dopo che l’esercito britannico ha iniziato a consegnare carburante nel Regno Unito

Il personale militare britannico ha iniziato a consegnare carburante alle stazioni di servizio dopo che una carenza di camionisti ha interrotto le forniture per più di una settimana, portando a lunghe code alle pompe mentre i conducenti ansiosi si affrettavano a riempire i loro serbatoi.

Circa 200 membri del personale di servizio sono stati schierati lunedì, ora locale, per aumentare le forniture dopo aver seguito la formazione presso i depositi di carburante commerciale la scorsa settimana, ha affermato il governo.

Il Regno Unito ha decine di migliaia di conducenti a causa di una combinazione di fattori, tra cui la pandemia di coronavirus, l’invecchiamento della forza lavoro e l’esodo di lavoratori stranieri in seguito all’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea.

Il problema ha contribuito allo svuotamento degli scaffali dei supermercati e alla chiusura dei distributori di benzina.

“Gli autisti dell’esercito sono fuori”, ha detto il cancelliere Rishi Sunak alla radio LBC.

“La situazione ora sta migliorando, credo, da più di una settimana; ogni giorno, man mano che escono le statistiche, la situazione migliora, e man mano che la domanda torna a livelli normali, la forte aspettativa è che le cose si sistemino da sole …La gente dovrebbe sapere che stiamo facendo tutto il possibile”. Possiamo.”

Un uomo in camicia bianca guarda i camion di carburante con un cartello
La carenza di carburante ha chiuso i serbatoi in tutto il paese.(

AFP: Frank Augustine

)

Mentre il governo afferma che le interruzioni delle forniture si stanno attenuando, i rivenditori di carburante continuano a segnalare carenze locali.

Gordon Palmer, direttore esecutivo della Petroleum Retailers Association, ha affermato che il problema è particolarmente grave a Londra e nel sud-est dell’Inghilterra, dove il 22% dei membri del gruppo rimane senza carburante.

L’associazione rappresenta circa 5.500 rivenditori di carburante indipendenti in tutto il paese.

“Alcuni dei nostri membri ci dicono che sono senza carburante da diversi giorni, altri da più di una settimana”, ha detto Palmer a Sky News.

AP

READ  I talebani si avvicinano alla capitale afghana, Kabul, e lanciano attacchi contro la principale città settentrionale di Mazar-i-Sharif