News

sabato
Giugno, 25

Kelp, larve e proteine ​​fungine sono tra i futuri alimenti da coltivare su larga scala per combattere la malnutrizione

Featured in:

I ricercatori dell’Università di Cambridge affermano che il nostro futuro approvvigionamento alimentare globale non può essere protetto con metodi convenzionali di miglioramento della produzione alimentare. Suggeriscono che gli ultimi ecosistemi controllati, che producono nuovi alimenti, siano incorporati nel sistema alimentare per ridurre l’esposizione a cambiamenti ambientali, parassiti e malattie. Il loro rapporto Pubblicato oggi su Nature Food.

I ricercatori affermano che la malnutrizione globale può essere eliminata coltivando alimenti tra cui spirulina e clorella, larve di insetti come la mosca domestica, proteine ​​fungine (una proteina derivata dai funghi) e grandi alghe come le alghe. Questi alimenti hanno già attirato l’attenzione come un’alternativa nutriente e più sostenibile ai tradizionali alimenti vegetali e animali.

La produzione di questi “alimenti futuri” potrebbe cambiare il modo in cui funzionano le diete. Può essere coltivato su larga scala in sistemi modulari e compatti adatti per contesti urbani e comunità isolate come quelle su isole remote. In un approccio che i ricercatori chiamano “reti alimentari multicentriche”, il cibo può essere prodotto localmente e in modo coerente dalle comunità, riducendo la dipendenza dalle catene di approvvigionamento globali.

Per giungere alle loro conclusioni, i ricercatori hanno analizzato circa 500 articoli scientifici pubblicati sui futuri sistemi di produzione alimentare. I reattori più promettenti, compresi i fotobioreattori per microalghe (dispositivi che utilizzano una fonte di luce per coltivare microrganismi) e le serre per l’allevamento di insetti, riducono l’esposizione ai rischi ambientali naturali coltivando in ambienti chiusi e controllati.

Il dottor Assaf Tzakur, ricercatore presso il Center for the Study of Existential Risk (CSER) presso l’Università di Cambridge e primo autore del rapporto, ha affermato.

“Il nostro attuale sistema alimentare è debole. È esposto a una serie di rischi – inondazioni, gelate, siccità, siccità, agenti patogeni e parassiti – che non altereranno i miglioramenti marginali della produttività. Per dimostrare il nostro futuro approvvigionamento alimentare, dobbiamo integrarci completamente nuovi metodi di coltivazione nel sistema attuale “, ha aggiunto.

READ  I batteri sono stati reclutati nella pressione francese per l'autonomia delle terre rare

Il rapporto sostiene che è pericoloso fare affidamento sul cibo prodotto attraverso l’agricoltura tradizionale e i sistemi di approvvigionamento, che corrono il rischio di gravi interruzioni a causa di una varietà di fattori al di fuori del controllo umano. La pandemia COVID-19 ha evidenziato questa vulnerabilità: restrizioni ai viaggi imposte dal governo che hanno interrotto la produzione alimentare e le catene di approvvigionamento in tutto il mondo.

Parallelamente, le recenti sfide ambientali per i sistemi alimentari includono incendi e siccità nel Nord America, focolai di peste suina africana che colpisce i suini in Asia e in Europa e sciami di locuste del deserto nell’Africa orientale. Si prevede che il cambiamento climatico aggraverà queste minacce.

Ha detto Kathryn Richards, ricercatrice di dottorato presso il Cambridge Center for the Study of Existential Risk e il Dipartimento di Ingegneria.

“La pandemia di coronavirus è solo un esempio delle crescenti minacce alla nostra dieta globalizzata. Diversificare la nostra dieta con questi alimenti futuri sarà importante per raggiungere la sicurezza alimentare per tutti”, ha aggiunto.

Il peso della malnutrizione è senza dubbio la crisi umanitaria più urgente: 2 miliardi di persone soffrono di insicurezza alimentare, di cui oltre 690 milioni denutriti e 340 milioni di bambini affetti da carenze di micronutrienti.

I ricercatori affermano che le riserve sul consumo di nuovi cibi come gli insetti possono essere superate usandoli come ingredienti piuttosto che mangiandoli interi: pasta, hamburger e barrette energetiche, ad esempio, possono contenere larve di insetti macinati e alghe micro e macro-lavorate.

Questa ricerca è stata condotta con il sostegno di una sovvenzione della Templeton Global Charitable Foundation Le opinioni espresse in questo comunicato stampa sono quelle dei ricercatori e non riflettono necessariamente le opinioni dell’ente di beneficenza globale della Templeton Foundation.

READ  I microbi intestinali arcaici possono fornire indizi sulle malattie moderne

Riferimento

Zakor, A., et al. “Alimenti futuri per diete resistenti al rischio”. Nature Food, maggio 2021. DOI: 10.1038 / s43016-021-00269-x

Find us on

Latest articles

- Advertisement - spot_imgspot_img

Related articles

40 La migliore garmin vivofit recensioni del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore garmin vivofit recensioni? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore pantaloncini da boxe del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore pantaloncini da boxe? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore lampade frontale led del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore lampade frontale led? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore tappetino fitness del 2022 – Non...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore tappetino fitness? I professionisti hanno compilato un elenco...

40 La migliore smerigliatrice bosch professionale del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore smerigliatrice bosch professionale? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore orologi casio pro trek recensione del...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore orologi casio pro trek recensione? I professionisti hanno...