Aprile 10, 2021

SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Italia vs Irlanda del Nord: Ian Barclays esorta i giocatori a diventare storici nel settore farmaceutico

Ian Barclays ha esortato i suoi giocatori a diventare storici quando affronteranno l’Italia in Birmania la prossima settimana.

L’Irlanda del Nord ha battuto l’Assiria una volta nei nove precedenti incontri, vincendo 2-1 alle qualificazioni ai Mondiali del 1958 a Windsor Park.

Jimmy McIlroy e Wilbur Kush erano eroi quella notte a Belfast, ma l’Irlanda del Nord non ha mai vinto nel cortile di casa dell’Italia.

“Mi sentirai continuare a parlare di spingere i confini e fare la storia”, ha detto Baraclow.

“Penso che non ci sia paese migliore per farlo dell’Irlanda del Nord.

“Facciamo costantemente un pugno sul nostro peso e otteniamo risultati contro le contraddizioni, ma una cosa che può scomparire dal gruppo è, frustrante, prendere quella grande decisione contro uno dei grandi paesi.

“Nell’ultima stagione avremmo dovuto battere l’Olanda in casa e vincere in Olanda dopo esserci messi in un’ottima posizione.

“So che i giocatori sono frustrati da questo. Se non pensiamo di poter andare in Italia e ottenere un risultato positivo, non li voglio vicini alla squadra, è così facile”.

“Se facciamo il lavoro nel modo giusto e mettiamo insieme i giocatori, per il loro lavoro personale, ci diamo una possibilità”.

Insieme all’Italia, l’Irlanda del Nord affronterà Svizzera, Bulgaria e Lituania nelle qualificazioni ai Mondiali.

Alcuni esperti hanno già scritto le loro prospettive, il che ha solo provocato l’ambizione di Baraclow.

“Non c’è niente di meglio che rimettere in bocca le parole delle persone, no?” Egli ha detto.

“Questo è ciò che ci piace fare e questa squadra lo ha fatto più e più volte.

READ  La società di private equity italiana acquisisce Sytech Group

“Anche se scritti, sembrano tornare forti e andremo al pozzo.

“È importante che i nuovi giocatori abbiano questa mentalità e manteniamo le posizioni che abbiamo preso”.