Il Regno Unito collabora con l’OMS sul “radar pandemico”

La Gran Bretagna collaborerà con l’Organizzazione mondiale della sanità per sviluppare un sistema di “radar pandemico” per identificare rapidamente nuove varianti del Coronavirus e monitorare le malattie emergenti a livello globale per garantire che il mondo non sia “sorpreso di nuovo”.

Il primo ministro Boris Johnson ha annunciato un nuovo piano per un “radar epidemico globale” in vista del vertice mondiale sulla sanità del G20 venerdì a Roma, dove pronuncerà un discorso.

L’ufficio di Johnson ha affermato che includerà una rete di centri di sorveglianza in grado di monitorare l’epidemia e condividere dati sulle varianti e sulla resistenza ai vaccini.

Sta usando la presidenza britannica del G7 per evidenziare la necessità di prepararsi a future pandemie e ha lanciato un team di esperti per studiare come accelerare lo sviluppo di vaccini contro malattie future.

“Affrontare il COVID-19 a livello globale e garantire che siamo meglio preparati per le future minacce alla salute è una priorità assoluta per la Presidenza britannica del G7”, ha detto Johnson.

“Il mondo non dovrebbe mai più essere sorpreso da un virus che si sta diffondendo tra noi senza controllo. Dobbiamo costruire un sistema di sorveglianza delle malattie adatto al 21 ° secolo, con condivisione dei dati in tempo reale e sequenziamento e risposta genetici rapidi”.

La Gran Bretagna ospiterà il Vertice dei Ministri della Salute del G7 il 3-4 giugno, e poi il Vertice dei leader nella personalità nel sud-ovest dell’Inghilterra la settimana successiva.

La Gran Bretagna ha vaste capacità di sequenziamento dei virus che sono venute alla ribalta con l’aumento del rischio di nuove ondate di Coronavirus.

READ  Malattie della pelle legate ai disturbi del sonno • The Medical Republic

“Sono lieto che il Regno Unito, sotto il primo ministro Johnson, si unirà all’Organizzazione mondiale della sanità per contribuire a una sorveglianza globale più forte e a un mondo più sicuro”, ha affermato il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Al vertice di venerdì, i leader delle più grandi economie del mondo adotteranno una dichiarazione che raccomanda misure volontarie per aumentare la produzione del vaccino COVID-19, ignorando una spinta dagli Stati Uniti e da altri paesi sulle esenzioni dei brevetti, ha mostrato il testo finale.

Un funzionario dell’UE ha affermato che le aziende farmaceutiche annunceranno anche che forniranno grandi forniture di vaccini COVID-19 a prezzo di costo ai paesi poveri quest’anno nel tentativo di correggere lo squilibrio globale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto