Il Ministero degli Esteri britannico ha convocato l’ambasciatore cinese dopo che tre di loro erano stati accusati di spionaggio

  • Di Gordon Kurera, corrispondente per la sicurezza e Aoife Walsh
  • notizie della BBC

Fonte immagine, Immagini Getty

Il Ministero degli Esteri britannico ha convocato l’ambasciatore cinese, dopo che tre persone sono state accusate di assistere i servizi segreti di Hong Kong.

In un incontro con Zheng Zeguang, i funzionari del ministero degli Esteri hanno condannato il “recente modello di comportamento” della Cina, compresi gli attacchi informatici.

Lunedì tre uomini sono stati accusati nel Regno Unito di crimini previsti dalla legge sulla sicurezza nazionale.

Hong Kong ha invitato i funzionari britannici a fornire “tutti i dettagli” delle accuse.

La Cina, sotto la quale Hong Kong opera come regione amministrativa speciale, ha smentito le accuse secondo cui i suoi servizi di intelligence sarebbero coinvolti nella città.

Il Ministero degli Esteri ha affermato di aver detto a Cheng che il “recente modello di comportamento della Cina contro il Regno Unito, inclusi attacchi informatici, segnalazioni di collegamenti di spionaggio e l’emissione di taglie” era “inaccettabile”.

In una dichiarazione, l’ambasciata cinese ha descritto queste accuse come “infondate e calunniose”.

Ha affermato di aver presentato una denuncia al governo del Regno Unito per il suo “comportamento scorretto”, inclusa l’”accusa ingiustificata” contro il governo di Hong Kong.

Cheng aveva “presentato rimostranze più serie alla parte britannica riguardo al comportamento illegale del Regno Unito, compresa la sua accusa ingiustificata” contro il governo di Hong Kong.

Il signor Way è un ufficiale delle forze di frontiera del Regno Unito, il signor Trickett è un ufficiale dell’immigrazione del Ministero degli Interni e ha prestato servizio come Royal Marine per sei anni.

Il signor Yuen, noto anche come Billy Yuen, è un agente di polizia di Hong Kong in pensione e ora lavora come ufficiale commerciale per la regione con sede a Londra.

Il leader di Hong Kong John Lee ha dichiarato martedì di non conoscere Yuen personalmente dopo che una foto dei due uomini, che si dice sia stata scattata nel 2002, ha iniziato a circolare online e sui media.

Lee ha confermato in una conferenza stampa che lui e suo marito, Yuen, erano nella foto – che si dice provenisse da una cerimonia di laurea alla Charles Stuart University in Australia – ma ha detto: “La mia impressione di questa persona è solo questa foto”.

Ha anche detto ai giornalisti che il suo governo ha chiesto maggiori informazioni al governo britannico sulle accuse e che “sta aspettando una risposta”.

I tre imputati non hanno ancora presentato memorie e sono stati rilasciati su cauzione fino al 24 maggio, quando dovranno comparire all’Old Bailey.

Il giudice distrettuale Luisa Sciorra ha imposto condizioni che includono il coprifuoco dalle 10:00 alle 5:00, la presentazione di rapporti settimanali alla stazione di polizia locale, nessun viaggio internazionale e dispositivi di segnalazione utilizzati per accedere a Internet alla polizia.

Commenta la foto, Chi Leung (Peter) Wai, Matthew Trickett e Chung Pyo (Billy) Yuen compariranno di nuovo in tribunale la prossima settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto