HomeWorldil governo. In trattative con tre investitori per la privatizzazione dello...

il governo. In trattative con tre investitori per la privatizzazione dello Sri Lanka: CEO – Top Story


Nuova Delhi, 13 giugno (ANI): Il CEO di SriLankan Airlines Richard Nuttall ha affermato che il governo è sulla buona strada per privatizzare diverse società statali come parte del programma del Fondo monetario internazionale (FMI) e una di queste è la compagnia di bandiera SriLankan Airlines. La gente dell’isola.

“Il governo sta cercando di privatizzare un certo numero di compagnie statali come parte del programma del FMI che sta portando avanti. Una di queste compagnie è la SriLankan Airlines”, ha detto Nuttall parlando all’ANI mercoledì.

Nuttall ha osservato che uno dei passi compiuti in questa direzione è quello di assistere il governo con il bilancio che sarà finalizzato entro un mese o due.

“Ci sono due parti in questo. La prima è che il governo sta lavorando per aiutarci con il nostro bilancio, e molto lavoro è stato fatto su questo, e ci aspettiamo che venga completato entro il prossimo mese o due”.

Nuttall ha detto che la compagnia aerea sta anche cercando un investitore e che sono stati individuati tre candidati con cui il governo è in trattative.

“Poi l’altra parte sta cercando un investitore. La manifestazione di interesse è stata completata in aprile e c’erano sei candidati. Ora sono stati ridotti a tre. Quindi il governo ora sta parlando con tre diverse entità e vedremo cosa succederà da lì”, disse.

L’amministratore delegato ha affermato che nessuna compagnia indiana ha mostrato interesse a investire in SriLankan Airlines, ma un consorzio comprende alcuni indiani.

“Non esiste una società indiana, ma c’è un consorzio che, a nostro avviso, include alcune società indiane”, ha affermato Notar.

READ  Il "vero castello di Dracula" attira i visitatori con gli scioperi di COVID-19

Alla domanda sugli aggiornamenti sul piano di espansione di SriLankan Airlines, Nuttall ha dichiarato: “Al momento, la dimensione della nostra flotta è di 21 aerei. Speriamo che cresca. Dovrebbe crescere fino a 22 il mese prossimo. Stiamo cercando di acquisire altri tre aerei nei prossimi 12 mesi. .” , quindi saremo a 25. Quindi, se guardate, abbiamo anche due aerei che stiamo sostituendo con motori e questo significa una crescita di quasi il 50% entro la fine di quest’anno.

L’amministratore delegato ha inoltre aggiunto che l’espansione avverrà dall’aumento delle frequenze verso le destinazioni esistenti piuttosto che dall’aggiunta di nuove città di destinazione.

“Credo che la maggior parte dell’espansione che realizzeremo non riguarderà nuove città, ma piuttosto l’aumento delle frequenze verso destinazioni esistenti, soprattutto in India e nel sud-est asiatico”, ha aggiunto.

Nuttall ha affermato che durante la crisi economica che la nazione insulare sta attualmente affrontando, sempre più persone tendono a viaggiare e lavorare all’estero, il che a sua volta aiuta la compagnia aerea.

“Se si guarda allo Sri Lanka, due delle maggiori fonti di valuta per il paese provengono dalla diaspora, dagli srilankesi che lavorano all’estero e dal turismo. Quindi, in realtà, quando si verifica una recessione economica, più persone viaggiano all’estero copertura naturale”, ha affermato il presidente esecutivo: “Per la compagnia aerea, questa è una buona cosa e possiamo sostenere lo sviluppo economico del Paese sostenendo le persone che vogliono viaggiare e lavorare all’estero”.

Nuttall ha sottolineato che il settore del turismo si è ripreso ed è tornato ai tempi pre-coronavirus. Ha aggiunto che il mercato indiano è triplicato lo scorso anno.

READ  La guida moderna all'etichetta telefonica: dagli SMS, al lasciare messaggi vocali e quando rispondere a una chiamata

“Quando si tratta di turismo, il turismo è già tornato molto rapidamente in Sri Lanka, quindi ora il turismo è tornato a quello che era prima dell’epidemia di coronavirus. E se guardiamo al mercato indiano, penso che nel frattempo sia triplicato negli ultimi 12 mesi”, ha affermato il Presidente Esecutivo: “Ne facevamo circa 1.012.000 al mese l’anno scorso e ora ci stiamo avvicinando a 40.000”.

“Gli indiani rappresentano poco più del 20% dei turisti che vengono in Sri Lanka e, realisticamente, quando guardiamo alla dimensione della popolazione qui e all’economia in crescita, pensiamo che 40.000 al mese siano solo il numero giusto. punta dell’iceberg”, ha aggiunto Nuttall. “Crediamo che questo numero possa crescere”.

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News