SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Affare! Boom di figurine sportive nell’era della pandemia negli Stati Uniti

All’interno di un negozio senza pretese nel Greenwich Village, New York, circa una dozzina di uomini aprono le loro borse nere, rimuovono le loro carte sportive e iniziano a scambiarle: un hobby e un’industria in crescita che hanno prosperato durante la pandemia.

L’eccitazione era alta dopo che un fondo di investimento con sede a San Francisco ha annunciato all’inizio di quel giorno di aver acquistato un biglietto per la star del basket dei Golden State Warriors Stephen Curry per 5,9 milioni di dollari, stabilendo un nuovo record.

Michael Campobasso, un gioielliere di 38 anni, spera che la vendita stimolerà l’interesse per la carta molto apprezzata di Curry dal tre volte campione NBA dei rookie della stagione 2009-10.

“Dopo questa carta questa è probabilmente una delle sue carte più ambite. L’avrei venduta per $ 80.000”, afferma Campobasso, che l’ha pagata $ 25.000 l’anno scorso.

L’industria delle carte collezionabili sportive è in crescita da diversi anni, ma le chiusure del coronavirus hanno rinvigorito i dilettanti e attirato nuovi appassionati, poiché gli investitori hanno contribuito a far salire i prezzi.

“Ha avuto un impatto enorme”, ha detto della pandemia Jacob Salter, product manager della Bleecker Trading Company, che ha ospitato la Trade Night a New York.

Il 25enne ha aggiunto: “La gente era a casa, si annoiava, era chiusa in casa, ha riavuto la sua infanzia. Hanno iniziato a comprare tessere sportive”.

I primi giorni della chiusura hanno coinciso con l’uscita nell’aprile 2020 della popolare serie Netflix “The Last Dance”, che ruota attorno ai famosi Chicago Bulls di Michael Jordan negli anni ’90.

Ha portato i cimeli della Giordania a una forte domanda e ha contribuito a portare le carte da basket al centro della scena nel mondo delle figurine sportive, che è stato a lungo dominato dal baseball.

READ  Days Gone per PC viene lanciato ufficialmente ora!

Nel febbraio di quest’anno, una rara carta Jordan firmata dallo stesso sei volte campione NBA è stata venduta all’asta per $ 1,44 milioni, battendo il precedente record per una carta da $ 500.000.

Una carta da debuttante LeBron James è stata venduta per $ 5,2 milioni ad aprile.

Le carte da basket dominano gli scambi all’evento Bleecker Trading, con l’organizzatore Salter che stima il valore totale delle carte nella stanza durante la notte a $ 20 milioni.

Le carte sono state tutte convalidate da società di rating, che le hanno classificate su una scala da uno a dieci, dove dieci è il valore più alto. I fattori di valutazione includono la rarità e lo stato.

Tutte le carte sono laminate in fogli di plastica trasparente, che i commercianti espongono con orgoglio sugli scaffali all’interno di custodie rigide contenenti serrature numerate assemblate a causa dell’alto valore del loro contenuto.

Per il 28enne Fahi Hekimian, collezionare carte sportive è iniziato come un hobby che si è trasformato nella sua principale fonte di reddito.

“È una passione. Lo adoro. Ma vendo anche per andare avanti”, ha detto ad AFP, spiegando che le prestazioni delle stelle dello sport influiscono sul valore delle loro carte.

– “Origini” –

Una volta ha pagato $ 50.000 in un accordo commerciale parziale in contanti alla stella nascente della NBA Luka Doncic dei Dallas Mavericks che rappresenterà la Slovenia alle Olimpiadi di questa estate.

Lo scambio più prezioso della serata supera i $ 90.000 e include più carte, tra cui il campione di baseball Shohei Ohtani e il giovane quarterback della NFL Justin Herbert. Le persone coinvolte vogliono rimanere anonime.

READ  "Fantastico": Mia madre condivide il suo ingegnoso piccolo trucco McFlurry che usa per risparmiare denaro

Campobasso non vende la sua carta da Curry ma ha stretto un accordo del valore di $ 11.000.

Le carte collezionabili sono ora sempre più viste come investimenti intelligenti, afferma un collezionista di 44 anni che si fa chiamare Cage Lawyer e possiede una carta giordana da mezzo milione di dollari.

“Le persone ora la considerano una classe di attività alternativa, qualcosa di simile all’arte e alla criptovaluta. Le persone sono alla ricerca di qualcosa in cui investire i propri soldi per proteggersi dall’inflazione”, spiega.

La follia è una manna per il numero crescente di gruppi di investimento che ora scambiano carte sportive.

Alt, che investe in asset non convenzionali, stima che il mercato delle carte collezionabili valga attualmente 15 miliardi di dollari. Ha incassato $ 5,9 milioni sulla sua carta Curry autografata.

Collectable è un’altra società che partecipa alla proprietà frazionata in cui gli investitori acquistano azioni nelle carte.

PWCC è un marketplace di carte collezionabili che tiene aste e gestisce un caveau sicuro in cui i proprietari possono conservare le proprie carte.

Si prevede di generare più di 500 milioni di dollari di vendite quest’anno, quasi il triplo di quanto ha fatto nel 2020, secondo il direttore dello sviluppo aziendale Jesse Craig.

“Siamo molto fiduciosi che il nostro settore continuerà a crescere”, ha detto ad AFP.

pdh / d