SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Vela: l’Italia vuole il secondo colpo di Coppa degli Stati Uniti dopo 21 anni di attesa

LONDRA: La sfidante italiana Luna Rosa Prada Pirelli proverà questa settimana a conquistare il trofeo per il team Emirates neozelandese negli Stati Uniti.

Quando la squadra italiana ha finalmente raggiunto la finale, è stata completamente sconfitta dai neozelandesi nell’acqua fuori Auckland.

Patrizio Bertelli, miliardario sostenitore dell’amministratore delegato del gruppo italiano di beni di lusso Prada Luna Rosa, non è stato sconfitto e ha la banca in controllo di una serie di campagne che costeranno centinaia di milioni di dollari nella sua ricerca per alzare il trofeo.

Il primo trofeo americano vinto da Schunner America in una gara intorno alle isole al largo della costa meridionale dell’Inghilterra nel 1851 è stata una competizione testa a testa guidata dal design che attira i migliori velisti del mondo.

Per la 36a USA Cup, che inizierà con due gare mercoledì dopo un ritardo a causa delle ultime restrizioni COVID-19 in Nuova Zelanda, il colossale trofeo d’argento noto come “Alt Mug” sarà sollevato dalla prima squadra a raggiungere sette squadre .

I kiwi che hanno difeso il trofeo dopo aver battuto gli Stati Uniti alle Bermuda nel 2017 sono stati paragonati alla sconfitta del marinaio britannico Ben Ainsley contro la squadra nazionale di rugby All Blocks nel loro campo di casa ad Auckland, Eden Gardens.

Quando la Nuova Zelanda, guidata dal capitano Peter Burling, ha vinto la serie pre-Coppa del Mondo negli Stati Uniti a dicembre, il rivoluzionario “foil” ha dimostrato la velocità della barca, tra cui Luna Rosa e le rivali britanniche e americane.

Ma gli italiani, che utilizzano un insolito assetto a doppio timone con l’ex vincitore della US Cup Jimmy Spittle e il velista italiano Francesco Bruni, hanno vinto la Prada Cup.

READ  L'ex allenatore irlandese Fox vuole in sei paesi: "Non andiamo da nessuna parte con l'Italia"

Hanno demolito l’equipaggio britannico di Ainsley e hanno sigillato il diritto di catturare la Nuova Zelanda nei futuri AC 75, che “volano” fuori dall’acqua in aliscafi e possono raggiungere velocità fino a 50 nodi (93 chilometri all’ora).