HomescienceUno studio rivela sorprese cosmiche fin dagli albori della storia

Uno studio rivela sorprese cosmiche fin dagli albori della storia

Uno studio internazionale pionieristico ha rivelato informazioni affascinanti sull’evoluzione iniziale delle galassie, facendo luce sui processi fondamentali che hanno plasmato il nostro universo.

“Era come se le galassie avessero un libro di regole da seguire, ma sorprendentemente, questo libro di regole cosmiche sembra aver subito una drammatica riscrittura durante l’infanzia dell’universo”.

Professore associato Claudia Lagos, Nodo UWA del Centro internazionale per la ricerca sulla radioastronomia (ICRAR)

Un gruppo di ricerca proveniente da Danimarca e Australia ha utilizzato le straordinarie capacità del telescopio spaziale James Webb per viaggiare indietro nel tempo di miliardi di anni, fino al periodo subito successivo al Big Bang, quando si formarono per la prima volta le galassie.

La coautrice dello studio e professoressa associata di astrofisica Claudia Lagos, presso il Centro internazionale per la ricerca radioastronomica (ICRAR) dell’Università dell’Australia occidentale, ha affermato che i ricercatori hanno scoperto che le galassie hanno seguito lo stesso insieme di regole per più di 12 miliardi di anni quando sono diventate realtà. . Il tasso di formazione stellare, nonché la loro massa e composizione chimica.

“Era come se le galassie avessero un libro di regole da seguire, ma sorprendentemente, questo libro di regole cosmiche sembra aver subito un drammatico processo di riscrittura durante la culla dell’universo”, ha detto il professore associato Lagos.

“La scoperta più sorprendente è che le galassie antiche producevano molti meno elementi pesanti di quanto ci aspettassimo in base a ciò che sappiamo delle galassie che si formarono successivamente.

“In effetti, la loro abbondanza chimica era circa quattro volte inferiore a quanto previsto, in base alla metallicità fondamentale osservata nelle galassie successive”.

READ  Come vedere l'innovativo elicottero Marte della NASA in 3D

L’immagine è stata scattata dal telescopio spaziale James Webb.

Il professore associato Lagos ha affermato che i risultati mettono in discussione le idee precedenti su come le galassie si sono evolute nell’universo primordiale, suggerendo che le prime galassie fossero strettamente connesse allo spazio circostante e influenzate dai loro vicini cosmici.

“Ciò che è ancora più sorprendente è che le galassie primordiali ricevevano costantemente gas nuovo e originale dall’ambiente circostante, poiché l’afflusso di gas diluiva gli elementi pesanti all’interno delle galassie, rendendole meno concentrate”, ha detto il professore associato Lagos.

Questa scoperta sfida le teorie esistenti sull’evoluzione delle galassie e solleva interrogativi sui meccanismi che hanno avuto un ruolo durante gli anni di formazione dell’universo, aprendo la porta a ulteriori esplorazioni sui processi cosmici che hanno influenzato l’evoluzione delle prime galassie.

I risultati sono stati pubblicati in Astronomia della natura.

/Edizione universitaria. Questo materiale dell’organizzazione/degli autori originali può essere di natura cronologica ed è modificato per motivi di chiarezza, stile e lunghezza. Mirage.News non assume posizioni aziendali o partiti e tutte le opinioni, posizioni e conclusioni qui espresse sono esclusivamente quelle degli autori. Visualizzale integralmente qui.

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News