SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Un numero record di voli è stato cancellato a causa della chiusura

C’è stato un numero record di cancellazioni di voli a giugno, poiché il quarto blocco a Melbourne e il boom della variante delta a Sydney hanno colpito i viaggi interstatali.

I dati dell’Office of Infrastructure and Transportation Research hanno mostrato che il 24,5% di tutti i voli nazionali a giugno è stato cancellato, il numero più alto da quando sono iniziate le segnalazioni nel novembre 2003.

Rispetto al solo 2,5% dei voli cancellati nel giugno 2020, anche se con un numero molto inferiore di voli programmati. La media a lungo raggio per i voli cancellati è solo dell’1,8%.

Jetstar ha registrato il maggior numero di cancellazioni, con quasi il 40 per cento dei voli cancellati, seguita da Virgin Australia (31 per cento), Qantas (29,1 per cento), Qantas Link (13,5 per cento) e Territory Express (11,1 per cento). La Vergine. Australia Regional Airlines (1,3%).

Il quarto blocco di Melbourne è stato il motivo principale del gran numero di cancellazioni, con la tendenza dell’Australia occidentale a chiudere rapidamente i confini, rendendo i voli tra Melbourne e Perth i più colpiti. Quasi tre quarti di tutti i voli sulla rotta sono stati cancellati.

Quasi il 72% di tutti i voli sulla rotta Sydney-Melbourne, una rotta che di solito è una delle più trafficate del mondo, è stata cancellata.

Nonostante l’elevato numero di cancellazioni, la performance dei voli partiti in orario è stata superiore alla media a lungo termine, all’84 percento. Virgin Australia ha avuto la migliore puntualità negli arrivi con l’86 percento, mentre Qantas ha avuto la migliore puntualità con l’87 percento.

Le tariffe di cancellazione per luglio potrebbero essere inferiori poiché le compagnie aeree riducono drasticamente il numero di partenze programmate in risposta all’epidemia di virus a Sydney.

CEO di Qantas Alan Joyce ha detto al Sydney Morning Herald e The Age Questa settimana la compagnia aerea potrebbe dover licenziare i dipendenti se le chiusure continuano.

Qantas ha ridotto i suoi voli a meno del 40% dei livelli pre-COVID a causa dei blocchi nel New South Wales, Victoria e South Australia.

Un portavoce di Virgin Australia ha affermato che i voli nazionali della compagnia sono stati ridotti del 50% a causa del blocco in corso e della chiusura delle frontiere. Rex, che doveva competere con le due maggiori compagnie aeree sulle rotte tra le principali città, ha tagliato tutte le principali linee della metropolitana e ridotto drasticamente i voli regionali.

Le compagnie aeree australiane attualmente offrono una certa flessibilità per prenotare i passeggeri, di solito sotto forma di modifiche gratuite o crediti di volo se la chiusura delle frontiere interrompe i piani. I rimborsi sono disponibili anche a seconda della compagnia aerea e delle circostanze.

Guarda anche: Un paese ora ha più passeggeri delle compagnie aeree rispetto a prima del COVID-19

Guarda anche: I serpenti a sonagli invadono i Qantas A380 nel deserto della California

READ  La nota "spaventosa" del pilota trovata 435 giorni dopo l'atterraggio dell'aereo da parte del Covid