Un evento a tema bluey in un ristorante di Las Vegas lascia i bambini in lacrime

UN Las Vigas Un ristorante è stato costretto a chiedere scusa dopo aver ospitato un evento a tema Bluey, lasciando i genitori arrabbiati e i bambini in lacrime.

Dirt Dog, una famosa catena di ristoranti di Las Vegas, organizza un evento gratuito l’11 maggio promettendo truccabimbi, giochi, dolcetti e la possibilità di incontrare l’amato tallonatore blu e i suoi compagni.

Zi Ploy ha lasciato molti delusi, mentre altri si sono lamentati del fatto che il ristorante era sporco. (Facebook)

Quasi 3.000 persone hanno risposto all’evento Facebook di Dirt Dog, ma quando sono arrivati ​​i clienti lungo la strada, sono stati accolti da un personaggio di Bluey che un cliente ha descritto come “un ragazzo in mutande”.

Secondo i partecipanti frustrati, il volto è stato dipinto in modo non professionale da un membro dello staff e le caramelle sono finite prima che tutti i bambini entrassero.

Ci sono state anche lamentele sul fatto che il posto era sporco e che il personaggio di “Bluey” era ignaro dei bambini in attesa.

“I costumi e le decorazioni di Temu Bluey di Dollar Tree sono apparsi al Dirt Dog Las Vegas Rainbow! Grazie per aver rovinato la giornata del mio bambino di 3 anni!” ha scritto un cliente arrabbiato nell’evento Facebook.

“Il truccabimbi era peggio di quello della madre di Mackenzie!” si è lamentato un partecipante frustrato.

“Capisco che devono essere disegni veloci, ma baffi e impronte di zampe? I ‘dolci’ promessi erano torte che dovevi pagare. Non abbiamo visto nessun gioco o attività.”

Taj Wilder, portavoce del marketing di Dirt Dog, ha detto alla stazione televisiva locale Fox5 Si aspettavano solo “da 50 a 60 persone” nonostante 3.000 persone abbiano risposto alla pagina Facebook.

“Siamo davvero dispiaciuti che questo evento non sia stata l’esperienza che ti aspettavi”, ha scritto Dirt Dog in un messaggio pubblicato su Instagram e Facebook.

“Siamo stati sopraffatti dall’affluenza a questo evento. Continueremo a migliorare i nostri eventi in modo da poter garantire che nulla di simile accada in futuro.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto