HomeentertainmentThe Last Waltz con Robbie Robertson è uno dei più grandi documentari...

The Last Waltz con Robbie Robertson è uno dei più grandi documentari rock

Il regista e il chitarrista si sono avvicinati, soprattutto durante la post-produzione, e presto hanno vissuto insieme e sono partiti per concerti a Parigi o Roma. Questa affinità ha causato attriti: sebbene The Last Waltz sia stato elogiato, alcuni membri della band hanno ritenuto che Robertson avesse girato il film su di lui, piuttosto che su di loro.

Il batterista Levon Helm, la cui voce ultra emotiva evoca “The Night They Drive Old Dixie Down” e “Up on Cripple Creek”, rese pubbliche queste critiche con la pubblicazione nel 1993 del suo libro di memorie “This Wheel’s on Fire”. Ha definito il film un “disastro” e ha accusato Scorsese di far sembrare Robertson figo ignorando gli altri membri della band.

A quel punto, Robertson e Helm avevano raggiunto livelli di successo e benessere finanziario molto diversi. “Robbie ha vinto. Levon ha perso”, ha scritto Ken Gordon Articolo del 2015 su The Bitter Southerner. Alcune persone si schierano di riflesso con i vincitori, altre con i perdenti, e dopo la pubblicazione del libro di Helm, la reputazione di Robertson ne risentì in alcuni circoli e potrebbe aver influenzato le successive valutazioni di “The Last Waltz”, specialmente dopo la sua riedizione nelle sale e in seguito. DVD nel 2002.

“Il vero soggetto del film non è la band nel suo insieme, ma Robbie Robertson”, Scritto da Stephen E. Severn in Film Quarterly, aggiungendo che “quasi ogni aspetto visivo e tematico di The Last Waltz è progettato per mostrare i suoi talenti a spese degli altri membri del gruppo”. Tuttavia, Severn afferma che “potrebbe essere il miglior film mai realizzato sulla scena musicale”, uno che, inavvertitamente o meno, rivela la natura violenta delle opere.

READ  Suggerimenti e risposte per NYT Connections Oggi, 23 luglio, n. 408

Quasi 25 anni dopo l’uscita di “The Last Waltz”, la sua collocazione nelle liste dei migliori documentari musicali era così popolare che il consenso intorno al film era maturo per una sfida. “‘The Last Waltz’ è stato inspiegabilmente definito il più grande documentario rock di tutti i tempi” Libri di Roger Ebert nel 2002. In una rivalutazione del film quello stesso anno, Elvis Mitchell sul New York Times scrisse che “Parte del divertimento è guardare Robbie Robertson, il capo del branco, sedurre il signor Scorsese”.

Il film è ora più scettico, ma la sua statura non è mai diminuita. Anche i suoi avversari più accaniti sono consapevoli della sua qualità. “I critici hanno definito il film il film migliore e più lussuoso mai realizzato su un concerto rock, e penso che sia giusto”, ha scritto un esasperato Levon Helm nel suo libro.

Graziella Fazio
Graziella Fazio
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News