HomeTop NewsServizio aereo interessato dall'eruzione dell'Etna

Servizio aereo interessato dall’eruzione dell’Etna

Foto: Edna Walk/Giuseppe Di Stefano/REUTERS

L’eruzione dell’Etna, il vulcano più attivo d’Europa, ha distrutto venerdì il principale aeroporto internazionale della Sicilia, chiudendolo brevemente.

L’Etna ha emesso durante la notte lava ardente ed enormi colonne di cenere e fumo fino a cinque chilometri in aria, ha detto l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Il flusso di lava in mare si è calmato nella tarda serata di venerdì, ha riferito l’INGV.

L’aeroporto di Catania è “inagibile a causa della cenere vulcanica: sospesi sia gli arrivi che le partenze”, si legge in una nota. Successivamente, l’aeroporto ha informato i passeggeri in un aggiornamento che l’aeroporto aveva riaperto alle partenze, mentre gli arrivi erano temporaneamente limitati a due all’ora.

Oltre ad essere molto attivo, l’Etna è il vulcano più alto d’Europa, con i suoi 3.324 metri (quasi 10.905 piedi).

Intorno a Catania, sulla costa orientale della Sicilia, residenti e funzionari sono venuti per ripulire le strade coperte di cenere. Milioni di viaggiatori transitano ogni anno attraverso l’aeroporto di Catania per un assaggio della Sicilia, una delle destinazioni turistiche più popolari d’Italia.

Il vulcano Stromboli erutta lava e cenere

Nel frattempo, l’attività vulcanica sulla vicina isola di Stromboli ha spinto le autorità a innalzare il sistema di allerta di sicurezza al massimo livello. Anche il vulcano Stromboli, che erutta regolarmente ed è noto per la sua attività frequente, ha emesso lava e cenere, ha affermato l’INGV.

Solo poche centinaia di residenti vivono sull’isola a tempo pieno, e i turisti di solito si recano nella famosa isola, nota per le case di vacanza dei ricchi e famosi, via mare dalla terraferma italiana o dalla Sicilia.

READ  Aqua de Baglia aggiunge la piscina sul tetto alla ricostruzione della "Maison Chalentina" nel sud Italia

La protezione civile italiana ha detto che Stromboli è “sotto sorveglianza” e che i piani di evacuazione sono pronti in caso di eruzione di emergenza.

Marcello Jilani
Marcello Jilani
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News