HomesportRiepilogo in diretta delle finali della seconda giornata

Riepilogo in diretta delle finali della seconda giornata

Prove olimpiche australiane del 2024

Siamo pronti per iniziare il secondo giorno delle prove olimpiche australiane del 2024. Le speculazioni e le previsioni aumentano poiché questa sera vedremo il ritorno dei 100 metri maschili e femminili, dei 100 metri rana femminili e dei 200 metri liberi maschili.

Voglio dire, proverbi Molly O’Callaghan, Kylie McKeownIsaac Cooper, Gina Strauch, Maximilian Giuliani, Elijah Winnington E ce ne saranno altri in piscina per qualificarsi per il loro primo evento olimpico o per aggiungere una seconda nuotata alla loro collezione a Parigi.

100 metri femminili – finale

oro – Kylie McKeown57.41 *Qualificazioni OLY
Argento – Molly O’Callaghan, 57.88* qualificata OLY
Bronzo: Iona Anderson, 58.43

I 100 dorso femminili sono stati semplicemente fantastici, con due nuotatrici che hanno infranto la barriera dei 58 secondi.

Detentore del record mondiale e campione olimpico Kylie McKeown Era sotto il record del mondo nei 50 metri, raggiungendo il tempo di 28.00 prima di perdere il ritmo alla fine.

La 22enne stella della Griffith University ha comunque segnato un enorme 57,41, appena 0,08 in più rispetto al 57,33 WR dello scorso anno.

Il suo tempo rappresenta il secondo miglior 100 dorso di sempre e possiede ancora 8 delle 10 prestazioni più veloci della storia.

Inoltre, il tempo di McCune ha stabilito un nuovo record di tutti i giocatori, usurpando 57,45 dal 2021.

  1. McKeown – 57.33, Coppa del Mondo 2023 Budapest
  2. McKeown – 57.41, Prove Olimpiche Australiane 2024
  3. McCune – 57.45, Prove Olimpiche 2021
  4. McCune – 57.47, Giochi Olimpici 2020 (2021)
  5. McKeown – 57.50, Prove Mondiali australiane 2023
  6. Smith – 57.51, 2024 Nova Speedo Grand Challenge
  7. McCune – 57.53, Campionati del mondo 2023
  8. Smith (USA) – 57.57, Campionati del mondo 2019 e McKeown – 57.57, 2024 NSW Open
  9. McCune – 57.63, Sydney Open 2021 e McCune – 57.63, Coppa del Mondo Atene 2023

Tuttavia, McKeown non era il solo a scendere sotto la soglia dei 58 secondi, dato che aveva 20 anni Molly O’Callaghan Si è unita, stabilendo un enorme record personale di 57,88.

Entrando in questa competizione, il PB di O’Callaghan, plurimedagliato olimpico, si è piazzato a 58.09 ai Campionati Nazionali Australiani di quest’anno diventando il giocatore australiano n. 2 di tutti i tempi.

READ  L'atleta paralimpico insegna dribbling e versatilità ai ragazzi italiani

Storia A livello mondiale, l’incredibile impresa del MOC è ora elencata qui nella posizione n. 4, diventando solo il quarto nuotatore in assoluto a rompere la barriera dei 58 secondi.

Le 5 migliori LCM 100 dorso femminili di tutti i tempi

  1. Kylie McKeown (Australia) – 57.33, 2023
  2. Regan Smith (Stati Uniti) – 57.51, 2024
  3. Kylie Maas (Canada) – 57.70, 2021
  4. Molly O’Callaghan (Australia) – 57.88, 2024
  5. Kathleen Baker (USA) – 58:00, 2018

Da non trascurare, la medaglia d’argento ai Mondiali Iona Anderson Ha fatto il check-in a 58,43, in calo di 0,10 rispetto al suo PB appena coniato di 58,53 ottenuto il mese scorso nell’apertura della stagione WA.

Dopo la gara, McKeown ha dichiarato: “Ne sono rimasto un po’ deluso. Ci sono alcuni miglioramenti da apportare. Sono contento di avere un altro nuotatore nel club 57. McKeown si è effettivamente qualificato ieri sera vincendo i 200 metri individuali con un nuovo record nazionale”. E il Commonwealth.

“Fa davvero male”, ha detto O’Callaghan. “Toccare 57,8 è fantastico. C’è altro in arrivo questa settimana, sicuramente teso ma un ottimo modo per iniziare.”

Da notare, nuova mamma Emily Seebohm È passata dall’ottavo posto in qualifica al settimo posto, con il tempo di 1:01.14. Ancora una volta detentore del record mondiale nella SCM 100, Mina Atherton, Ottavo posto con il tempo di 1:01.22.

100 rana femminili – Finale

  • Record mondiale – 1:04.13, Lily King (USA), 2017
  • Record australiano – 1:05.09, Liesl Jones, 2006
  • Record oceanico – 1:05.09, Liesl Jones, 2006
  • Record del Commonwealth – 1:04.82, Tatiana Schoenmaker (RSA), 2021
  • Nuoto australiano (OQT) – 1:06.31

Oro – Jenna Strauch, 1:06.90
Argento – Ella Ramsay 1:06.94
Bronzo: Siena Toohey, 1:07.01

Anche se nessuna donna è riuscita a raggiungere il tempo di qualificazione olimpica stabilito dall’Australia di 1:06.31, la veterana Jenna Strauch Il suo ritorno è stato deciso dopo la sua assenza dal campionato dello scorso anno a causa di un infortunio al ginocchio.

Il 27enne di Miami ha cronometrato 1:06.90 aggiudicandosi la medaglia d’oro (31.74/35.16), anche se di poco davanti al secondo classificato. Ella Ramsay Chi ha preso l’argento in 1:06.94. Ramsay si è già qualificata per Parigi ieri sera nei 200 metri individuali femminili.

READ  Ritorna Rafael Nadal, ma Max Purcell/Jordan Thompson vincono a Brisbane | Giro dell'ATP

Età 15 anni Siena Tuohy Ha realizzato una prestazione impressionante conquistando la medaglia di bronzo, stabilendo un nuovo record personale di 1:07.01.

Ha corso un veloce tempo di apertura di 31,01, che è stato di per sé più veloce del suo record australiano di 31,34 nei 50 metri rana che aveva stabilito lo scorso marzo ai campionati statali del NSW.

Il tempo complessivo di Toohey è sceso di oltre mezzo secondo rispetto al suo precedente record personale di 1:07.72 stabilito agli Australian Age Championships di quest’anno. Ora supera il leggendario olimpionico Liesl JonesIl record australiano di 1:07.49 è rimasto invariato per quasi 24 anni.

Strauch sarà molto probabilmente selezionata per la squadra olimpica australiana poiché sarà necessaria nella staffetta mista.

100 dorso maschili – finale

  • Record del mondo – 51.60, Thomas Ciccone (ITA), 2022
  • Record australiano – 52.11, Mitch Larkin2015
  • Record oceanico – 52.11, Mitch Larkin2015
  • Record del Commonwealth – 52.11, Mitch Larkin2015
  • Nuoto Australia OQT – 53.21

Gould – Isaac Cooper, 53.46
Argento – Bradley Woodward, 53.53
Bronzo – Enoch Robb, 54.14

Anche i 100 metri maschili erano privi di batterie individuali, poiché era la squadra di St Andrews Isacco Cooper Ho raggiunto il muro in un tempo di 53.46. Si trattava di appena 0,03 al di fuori del suo migliore di tutti i tempi, un punteggio che rimane a 53,43 stabilito durante le semifinali di quell’evento alle Olimpiadi del 2020, dove finì 12°.

25 anni Bradley Woodward Cooper lo ha appena superato e ha preso l’argento con un tempo di 53.53, che è anche alla portata del suo record personale di 53.38 dei Campionati del mondo del 2023.

Infine, 19 anni Enoch Rob Ha ottenuto un record personale accattivante sulla strada per il bronzo. Il nuotatore di All Saints ha cronometrato 54,14 secondi superando i 54,38 stabiliti ai Campionati Mondiali Juniores dello scorso anno.

Il 30enne detentore del record nazionale e medaglia d’argento olimpica nei 200 dorso a Rio, Mitch Larkin, ha fatto registrare il tempo di 54.22 conquistando questa sera il quarto posto. Stava cercando un quarto posto olimpico ed è stato il primo australiano a raggiungere l’impresa.

READ  69 giorni dopo il trasferimento del compagno di squadra di Neymar per 44 milioni di dollari, i suoi ex datori di lavoro italiani rivelano la loro difficoltà a pagare lo stipendio della stella dell'Al Hilal.

Come nel caso di Strauch, Cooper verrà probabilmente trasferito a Parigi come dorso nella staffetta mista maschile.

200 metri stile libero maschili – finale

  • Record del mondo – 1:42.00, Paul Biedermann (Germania), 2009
  • Record australiano – 1;44.06, Ian Thorpe2001
  • Record circonferenziale – 1:44.06, Ian Thorpe2001
  • Record del Commonwealth – 1:44.06, Ian Thorpe2001
  • Nuoto Australia (OQT) – 1:45.97

Oro – Maximilian Giuliani, 1:45.83 *Qualificazioni OLY
Argento – Tommy Neal, 1:46.02
Bronzo – Elijah Winnington 1:46.08

I 200 stile libero maschili erano stati istituiti come gara notturna, tuttavia, solo un uomo è stato in grado di raggiungere il tempo di qualificazione olimpica imposto dal nuoto australiano di 1: 45.97.

Massimiliano Giuliani È stato quel nuotatore a segnare un degno tempo di Parigi 2024 di 1:45.83.

Giuliani era un po’ fuori nella corsia 6 e vide Zach è incerto La parte anteriore del gruppo ha preso fuoco dopo circa 150 metri prima che il campo si spostasse all’Olympic.

Tommy Nealportando il fumo esterno dalla Linea 1, ha catturato Incerti e ha fermato il cronometro in 1:46.02 per finire secondo davanti al vincitore dei 400 stile libero di ieri sera, Elia WinningtonHa preso il terzo posto con il tempo di 1:46.08.

Giuliani ha nuotato meglio della sua vita ai Campionati del Queensland dello scorso anno, facendo segnare il miglior tempo della sua carriera di 1;44.79 diventando l’australiano numero 2 di tutti i tempi dietro l’icona olimpica. Ian Thorpe1:44.06 del 2001.

Il record personale di Neill rimane all’1:45.70 registrato alle Prove Olimpiche del 2021 mentre quello di Winnington rimane all’1:45.53 registrato ai Campionati del Mondo del 2022.

Tenendo conto della staffetta 4x200m stile libero maschile, ecco i restanti risultati della staffetta 2x stile libero maschile:

il quarto – Kay Taylor1:46.26
Quinto – Zach Incerto, 1:46.83
VI- Alex Graham, 1:47.11
Settimo – Flynn Southam, 1:47.29
VIII- Brendon Smith, 1:47.53

Vedremo come si svilupperà il roster australiano nel corso della settimana, ma la storia ci dice che la nazione probabilmente selezionerà i 6 migliori nuotatori di questo evento.

Mariella Lori
Mariella Lori
"Professionista della birra. Comunicatore. Fanatico del bacon estremo. Drogato dilettante di alcol. Pensatore sottilmente affascinante."
Must Read
Related News