SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Questo è il motivo per cui i ricercatori stanno progettando di “infettare intenzionalmente” i sopravvissuti del virus Covid-19

Lo studio scoprirà se le persone sono state infettate una seconda volta e vedrà se ci sono determinate risposte immunitarie che le proteggono.

Ani |

Pubblicato il 17 aprile 2021 alle 18:23 ora solare dell’India

I ricercatori nel Regno Unito hanno dichiarato venerdì che lanceranno uno studio della durata di un anno per infettare intenzionalmente le persone che si sono riprese dalla malattia. Covid-19 Studiare se le persone vengono infettate una seconda volta e vedere se ci sono determinate risposte immunitarie che le proteggono. Secondo la CNN, il cosiddetto esperimento di sfida sarà condotto in condizioni attentamente controllate, con trattamenti in atto se un volontario si ammala, secondo il team dell’Università di Oxford.

“Gli studi sulla sfida ci dicono cose che altri studi non possono controllare molto strettamente, a differenza delle infezioni naturali. E quando reinfetteremo questi partecipanti, sapremo esattamente come il loro sistema immunitario ha reagito alla loro prima infezione da COVID-19, esattamente quando”, ha detto il dott. Helen McShane, specialista in vaccinazioni presso l’Università di Oxford, che sta conducendo l’esperimento, ha dichiarato in una dichiarazione che si verifica la seconda infezione e l’esatta quantità di virus “.

La CNN ha affermato che la prima fase dello studio, che inizia questo mese, scoprirà la dose più bassa del virus che può infettare metà dei sopravvissuti al virus Corona senza causare sintomi. Quindi tutti i 64 volontari sono stati infettati con questa dose. Verranno studiate le loro risposte immunitarie. Tutti i volontari che sviluppano sintomi saranno trattati con la terapia con anticorpi monoclonali Regeneron e saranno isolati in modo che non corrano il rischio di infettare gli altri.

READ  Gli esperti hanno avvertito che la velocità di lancio del vaccino COVID in Australia dovrebbe raddoppiare in modo che i confini si riaprano entro un anno

Questa storia è stata pubblicata dal feed dell’agenzia di stampa senza modifiche al testo. È cambiato solo il titolo.

Vicino