HomeEconomyPeter Van Onselen: L’unica questione che determinerà le prossime elezioni

Peter Van Onselen: L’unica questione che determinerà le prossime elezioni

Di Peter van Onselen, redattore politico del Daily Mail Australia

22:22 del 4 maggio 2024, aggiornato alle 22:43 del 4 maggio 2024



La crisi immobiliare sarà al centro dell’attenzione alle prossime elezioni, con entrambi i principali partiti che chiedono “soluzioni” ai problemi che gli australiani devono affrontare.

Un esperto stratega laburista mi ha detto che gli alloggi saranno il dibattito politico che vincerà o perderà le elezioni: ecco quanto sia importante per loro la questione.

Ma i problemi affrontati dagli australiani variano notevolmente a seconda delle loro circostanze personali.

Se possiedi la tua casa, sei preoccupato per i tassi di interesse e l’inflazione. Il primo rende più difficile la rata del mutuo, mentre il secondo mette sotto pressione il costo della vita.

Poi ci sono le preoccupazioni che l’economia possa rallentare, il che eserciterebbe una pressione al ribasso sui prezzi delle case. Ciò potrebbe portare centinaia di migliaia di australiani ad avere un mutuo che costa più del valore della loro proprietà.

C’è una carenza di patrimonio immobiliare con affitti in aumento e una maggiore immigrazione che porta ad un aumento della domanda

Naturalmente molti australiani sono preoccupati anche di mantenere il proprio lavoro per poter continuare a pagare tutto.

Se stai affittando, alcuni di questi fattori influenzano anche te, poiché gli alti tassi di interesse costringono i proprietari di investimenti immobiliari ad aumentare gli affitti per soddisfare i propri interessi personali.

Naturalmente anche coloro che affittano soffrono la pressione del rincaro. Ma la situazione è peggiore per molti affittuari che per i proprietari a causa della mancanza di alloggi disponibili per soddisfare la domanda.

Questa situazione è aggravata da tassi di immigrazione molto elevati, che ora sono ben al di sopra della media normale degli ultimi decenni. L’Australia è da tempo un paese con alti tassi di immigrazione.

READ  I rivenditori indipendenti sono in cima alla lista delle stazioni di servizio più economiche a Perth nel 2023, un anno record per i prezzi del carburante
Anthony Albanese (sopra) è sulla buona strada per non mantenere la sua promessa di costruire 1,2 milioni di nuove case entro il 2029
La coalizione vuole che tu possa utilizzare i tuoi super risparmi per acquistare la tua prima casa, cosa che molti esperti hanno rifiutato (nella foto il leader Peter Dutton)

È qui che le nuove leggi sulle relazioni industriali introdotte dal Labour stanno avendo un impatto negativo sull’edilizia abitativa. Secondo una ricerca della Master Builders Association, le leggi creano una “spirale della produttività” e scoraggiano ulteriori costruzioni quando la nazione ne ha più bisogno.

Le nuove abitazioni non vengono costruite al ritmo dovuto perché le leggi sul lavoro IR stanno frenando il settore edile. La ricerca prevede che le leggi eroderanno fino all’80% dei nuovi alloggi promessi per i quali il Labour si è impegnato.

In altre parole, prende forma come un’altra promessa non mantenuta.

Ciò renderà difficile per gli australiani affittare o acquistare in un mercato già ristretto e difficile. Potrebbe anche portare il Labour a non riuscire a raggiungere l’obiettivo di costruire 1,2 milioni di nuove case, una promessa elettorale che il Primo Ministro si è impegnato a mantenere entro la metà del 2029.

Naturalmente si tratta di un impegno che gli albanesi non ammetteranno di non riuscire a mantenere entro le prossime elezioni, anche se le aspettative mostrano che il Partito Laburista non riuscirà a realizzarlo. Il Labour affermerà semplicemente che la maggior parte dei nuovi progetti avverrà in prossimità della scadenza.

Per raggiungere questo obiettivo è necessario costruire ogni anno quasi 250.000 nuove case. Ciò in realtà non è avvenuto e la nuova legge sulle relazioni internazionali non è ancora entrata in vigore in tutti i suoi effetti.

Se non credete agli esperti dell’edilizia, ascoltate il National Housing Affordability Council, che riferisce al governo. Nel suo rapporto sullo stato del sistema abitativo per quest’anno, si afferma che l’edilizia australiana è in crisi, è “tutt’altro che sana” e prevede che la situazione peggiorerà.

READ  AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE: ASX si prepara per un inizio modesto dopo la sessione "deludente" a Wall Street, i mercati europei hanno raggiunto livelli record
La Master Builders Association accusa le nuove leggi laburiste sulle relazioni industriali di costruzioni insufficienti a soddisfare la domanda

Come Master Builders, ritiene che gli obiettivi di costruzione non verranno raggiunti, nonostante le proteste del governo secondo cui ci riusciranno.

La coalizione vuole affrontare il tema dell’accessibilità economica degli alloggi consentendo alle persone di accedere ai propri risparmi pensionistici quando acquistano la prima casa. Ma ciò non risolve nulla per la carenza di approvvigionamento e non risponde direttamente alle sfide poste, ad esempio, dagli elevati tassi di migrazione.

Inoltre ipoteca i risparmi pensionistici delle persone che dovrebbero viverci per soddisfare le loro esigenze di proprietà a breve termine. Molti esperti hanno rifiutato l’idea di una coalizione, come hanno fatto gli elettori quando hanno estromesso Scott Morrison nelle ultime elezioni quando si era battuto per un simile cambiamento politico.

Il partito laburista si oppose fermamente allora e continua a farlo ancora oggi.

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News