SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Obiettivi di impegno di due anni Honda / JAS Factory – Sportscar365

Foto: Dirk Bogaerts / SRO

Secondo il team manager Alessandro Mariani, il programma di corse automobilistiche Honda di JAS Motorsport ha raggiunto i suoi obiettivi nelle due stagioni previste dell’Intercontinental GT Challenge sponsorizzato da Pirelli.

JAS Motorsport sta dando la priorità al suo supporto ai clienti europei della Honda NSX GT3 Evo e al programma Young Driver quest’anno, dopo aver indirizzato lo sforzo IGTC al produttore di monoposto Honda nel 2019 e 2020.

L’accordo di gestione aziendale di Honda ha riguardato solo le due più recenti campagne IGTC, mentre il CEO JAS Mariani ha annunciato che il progetto aveva raggiunto i suoi obiettivi principali di sfidare i migliori risultati e mostrare il veicolo a potenziali clienti in tutto il mondo.

Honda è arrivata quinta nella classifica dei costruttori IGTC lo scorso anno dietro alle attrezzature multi-car di Porsche, BMW, Audi e Mercedes AMG, mentre i suoi piloti per l’intera stagione, Ranger van der Zandi e Mario Farnbacher, sono finiti quinti in campionato.

La stagione includeva il podio alla 8 Ore di apertura di Indianapolis, il secondo consecutivo nella top ten in un totale di 24 ore di spa, e un tour dominante della 9 Ore di Kyalami mentre il team Honda avanzava dalla pole a una tempesta elettrizzante che Ha ribaltato la classifica in ritardo. Sopra.

Originariamente alla fine del 2018, quando Honda decise di entrare nel Campionato Intercontinentale, il programma [was] È approvato da due anni ”, ha detto Mariani a Sportscar365.

“Quindi lo sapevamo già prima, l’anno scorso a Kayalami era l’ultima gara.

“Hanno fatto una campagna per soli due anni per mostrare al mondo il vero potenziale dell’auto con il team ufficiale.

“Nonostante alcuni eventi sfortunati – ultimo Kyalami ma non solo – abbiamo dimostrato che la macchina riesce a stare al vertice abbastanza facilmente.

READ  Kevin Walters, allenatore dei Brisbane Broncos, Reese Walsh

“Ovviamente all’inizio avevamo una mancanza di esperienza perché JAS non aveva mai partecipato a una gara di 24 ore in GT3 prima. Quindi la prima gara nel 2018 con il Team Pro-Am, con [Riccardo] Patrice W. [Loic] Debailer è stato solo l’inizio.

“Senza alcuna pressione possiamo iniziare a capire le gare di lunga distanza che sono ovviamente molto diverse da WTCC, WTCR e Sprint.

“Quindi abbiamo dovuto creare il nostro background attorno a questo, e sono orgoglioso di dire che a Kyalami, la gestione e la strategia del pilota hanno funzionato molto bene e abbiamo fatto un lavoro straordinario preparandoci a competere con i migliori team che hanno un molta più esperienza di noi.

“L’obiettivo è stato raggiunto. Ora penso che la Honda stia valutando una nuova strategia per il futuro, tenendo conto della posizione della Formula 1, e stiamo aspettando alcuni programmi per il futuro. Ma nulla è stato ancora deciso”.

Mariani ha spiegato che l’IGTC dell’impianto è una “bella sfida” per “dimostrare” le capacità della NSX GT3 e della sua variante Evo ai potenziali clienti, tenendo presente che il debutto della Honda nel segmento 2017 è stato molto indietro rispetto ad altri marchi GT3.

Ha suggerito: “Ci siamo imbattuti in una situazione di mercato difficile perché il mercato era già pieno di buone macchine”. “Provare la macchina è stata una bella sfida.

“Abbiamo dimostrato che la NSX GT3 è davvero una buona macchina: affidabile e robusta. L’abbiamo dimostrato. In Europa per il 2021, siamo molto meglio di prima. Quindi funziona”.

JAS, che è responsabile della produzione e della distribuzione delle vetture Honda GT3 in Europa, ha acquisito due nuovi clienti NSX per quest’anno.

READ  Notizie sulla squadra, sussurri, scelte, formazioni complete, dettagli, notizie su SuperCoach, infortuni

Nova Race ha due vetture iscritte al Campionato Italiano GT, mentre il concorrente tedesco Dominik Fugel ADAC gareggia con GT Masters. C’è anche una partecipazione all’International GT Open per l’intera stagione confermata per il pilota cliente di ritorno Jens Reno Moller.

I progetti Nova Race e Reno Racing uniranno i membri del “Driver Development Program” di JAS Motorsport lanciato la scorsa estate per i veicoli GT3 e TCR.

“La nostra missione principale è servire i nostri clienti per conto di Honda”, ha affermato Mariani. “Supportiamo team con persone e conoscenza.

Per aumentare l’interesse per la nostra macchina, abbiamo inventato il programma di sviluppo del guidatore.

“Lo scorso fine settimana a Monza [Italian GT] Abbiamo avuto la conferma che il software era una buona idea perché i piloti erano molto competitivi. Ovviamente sono giovani conducenti, quindi puoi adattare e migliorare la loro carriera lavorando in tutti gli aspetti importanti.

“Il talento è comune adesso. La differenza è la preparazione, l’impegno e la dedizione alla formazione”.

La presenza di Honda nel futuro di IGTC non è chiara

La fine dell’impegno biennale del team dello stabilimento Honda ha sollevato dubbi sul fatto che il produttore sarà rappresentato nella catena globale IGTC per tutto l’anno.

Mariani ha suggerito che il calendario abbreviato per il 2021, che elimina il tradizionale viaggio di febbraio a Bathurst e include un tour del Golfo di 10 ore al posto di Suzuka, fornisce un’offerta più interessante per una squadra per eseguire un programma stagionale completo.

Tuttavia, ha sottolineato che nulla è stato confermato a questo punto sul fronte delle corse di fabbrica e dei clienti, poiché qualsiasi attività JAS alla fine si interrompe su una chiamata da Honda.

READ  Lewis Hamilton vs Max Verstappen, che vincerà punti e piste

Alla domanda se JAS possa supportare l’ingresso orientato al cliente di Honda IGTC, Mariani ha detto: “È un po ‘tardi, ma questa è un’opportunità.

“Ricorda, la GT3 è generalmente un programma per i clienti, non la Honda. Stiamo servendo la Honda. Quindi la Honda deve prendere la decisione finale”.

Ad esempio, Honda è molto soddisfatta dei programmi per i clienti: l’obiettivo principale era vendere quante più auto possibile e lo abbiamo fatto, e questo è di nuovo il nostro obiettivo.

“Se dicono che è una buona idea, andiamo. Siamo pronti. Ma non è la nostra posizione correre come squadra privata. Non è la nostra missione”.

“Innanzitutto lo siamo [would] La corsa è contro i nostri clienti, quindi non va bene. IGTC è stata una buona opportunità in quanto è l’unica competizione GT3 in cui ti è permesso competere con un team ufficiale. “

Oltre all’abbigliamento dei tre clienti attivi in ​​Europa, Honda ha diversi clienti in Nord America che competono con la NSX GT3 Evos con punteggio Acura in IMSA e SRO America, oltre a tre team nella serie giapponese Super GT.

Finora, quattro marchi hanno annunciato il loro impegno IGTC 2021 come produttori a punti.

Porsche tornerà per il terzo titolo consecutivo, insieme alle sfide di Lamborghini, Mercedes AMG e del triplo campione Audi Sport. Il primo tour termale a fine luglio.


Daniel Lloyd


Daniel Lloyd È corrispondente dal Regno Unito per Sportscar365 e copre, tra le altre serie, il FIA World Endurance Championship, il GT World Challenge Europe supportato da AWS e l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.