HomeWorldMentre i singaporiani si stancano della corsa al successo, il prossimo Primo...

Mentre i singaporiani si stancano della corsa al successo, il prossimo Primo Ministro reinventa il “sogno di Singapore” | Novità sui diritti dei lavoratori

Singapore- Per tre decenni, l’avvocato aziendale di Singapore Gerald Yeo* ha inseguito il cosiddetto Sogno di Singapore.

Ha fatto carriera fino a diventare consigliere generale, gestendo un team di avvocati con uno stipendio mensile a sei cifre.

A volte trascorreva 20 ore al lavoro gestendo chiamate con clienti e colleghi in Asia, Europa e America Latina.

Quando il COVID-19 ha costretto i dipendenti a iniziare a lavorare da casa, Yu ha dedicato più tempo alla comunicazione online, fino a quando non ha sofferto di burnout e ha rinunciato alla corsa al successo per la pensione all’inizio del 2021.

Oggi Yu fa volontariato con gli anziani, pratica la fotografia e asseconda il suo amore per i viaggi, con brevi viaggi che lo hanno portato nell’Artico e in Africa per vedere i gorilla.

“A Singapore, la ricerca dell’eccellenza è stata radicata nelle nostre menti e non puoi accontentarti… siamo sempre in vantaggio. Hai la mentalità di servire l’azienda ma, senza saperlo, scivoli nel fare troppo”, ha detto Yeo, che ha 50 anni, ad Al Jazeera “.

Yeo fa parte di un gruppo crescente di singaporiani che cercano di reimmaginare il sogno di Singapore in modo che sia meno incentrato sul raggiungimento del successo materiale e più sulla ricerca di significato e realizzazione.

Il primo ministro in carica di Singapore, Lawrence Wong, è tra coloro che sostengono che è giunto il momento per i residenti della città-stato di guardare oltre il denaro e il lavoro.

Dopo aver lanciato in ottobre un rapporto sulle opinioni dei residenti sul futuro del Social Compact, Wong ha affermato che oggi i singaporiani “non parlano più molto delle cinque P” – riferendosi alla proprietà condivisa, all’auto, ai contanti, alla carta di credito e al country club. . appartenenza.

“Dai nostri impegni, è anche chiaro che il sogno di Singapore è più di un semplice successo materiale”, ha detto Wong, vice primo ministro e ministro delle finanze, al lancio di un festival basato sui risultati di 16 mesi di consultazioni che hanno portato a termine il progetto. prevedeva ulteriori sforzi. Più di 200mila singaporiani.

“Si tratta anche di realizzazione, significato e scopo in ciò che facciamo. Questa non è un’agenda governativa imposta dall’alto. Si tratta piuttosto di un consenso condiviso, di una road map elaborata congiuntamente per il nostro prossimo round di costruzione della nazione”.

Singapore, il cui governo controlla strettamente il dissenso e l’attività politica della popolazione, è ora sull’orlo di un’importante trasformazione politica.

L’attuale primo ministro Lee Hsien Loong, 72 anni, figlio maggiore del leader fondatore di Singapore Lee Kuan Yew, si dimetterà questo mese dalla carica di presidente della piccola città-stato dopo due decenni in carica.

READ  Esplosione mortale in una fabbrica di nichel in Indonesia Notizia

Il 15 maggio Wong presterà giuramento come quarto Primo Ministro di Singapore.

Il primo ministro di Singapore Lee Hsien Loong ha annunciato che si dimetterà e sarà sostituito dal vice primo ministro e ministro delle finanze Lawrence Wong. [Rodger Bosch and Julien De Rosa/AFP]

Sotto la guida di Lee Kuan Yew, Singapore passò dalla povertà alla prosperità nel giro di una generazione dall’ottenimento dell’indipendenza dalla Malesia nel 1965.

Oggi Singapore ha un PIL pro capite più elevato di quello degli Stati Uniti e la sua popolazione gode di standard di vita tra i più elevati sulla Terra.

Sebbene il successo di Singapore sia dovuto alla cultura della competizione e del duro lavoro, la città-stato ha anche guadagnato notorietà come una delle società più oberate di lavoro, stressate e in difficoltà al mondo.

Ma ci sono segnali che le priorità stanno cominciando a cambiare.

In un sondaggio di ottobre condotto dall’Institute for Policy Studies, più della metà dei singaporiani ha affermato che accetterebbe una retribuzione inferiore o un ruolo meno importante a beneficio della propria famiglia o della propria vita personale.

Wong, che ha ottenuto consensi per la sua gestione della risposta pandemica del paese, è stato visto come il successore di Lee dall’aprile 2022, quando il Partito d’Azione Popolare, a lungo dominante, lo ha scelto come capo del suo team “4G”, o quarta generazione. Cari leader.

Wong, un ex tecnocrate, è emerso come un cavallo oscuro per la premiership dopo che la prima scelta del People’s Action Party, Heng Swee Keat, ex capo della banca centrale e ministro dell’istruzione, si è dimesso nel 2021 per problemi di età e salute.

Wong, che si è dichiarato un fan del suonare la chitarra e dell’ascolto di musica rock, blues e soul, ha ammesso di non avere grandi ambizioni politiche ed è stato descritto dai media internazionali come più legato del solito alle élite dominanti di Singapore.

Un portavoce di Wong ha rifiutato una richiesta di commento, citando il suo fitto programma.

Donald Law, professore all’Università di Scienza e Tecnologia di Hong Kong che studia governance a Singapore, ha affermato che Singapore non può semplicemente dare priorità alla crescita del PIL o emulare altre società o economie più avanzate in futuro.

“Questo non è perché Singapore non abbia nulla da imparare dagli altri paesi. È perché Singapore è ora in prima linea nello sviluppo e deve tracciare il proprio futuro… e il paese deve sfruttare al meglio la creatività e l’ingegno della sua gente. misura maggiore di quella a cui è abituato il governo PAP”, ha detto.

Low ha affermato che, pur sperando che Wong possa supervisionare “piccoli ma necessari cambiamenti” nella cultura politica di Singapore, è improbabile che faccia molto per soddisfare il desiderio dei singaporiani che il governo abbracci una maggiore diversità e rappresentanza – o tolleri meglio il dissenso e le critiche. . .

READ  Cinque americani detenuti in Iran sono stati rilasciati e portati fuori dal paese, hanno detto funzionari alla CNN

“Poiché la leadership del partito non è emotivamente convinta che ci sia molto merito in ciò che dicono i critici o i dissidenti – a causa del suo elitarismo e tirannia – non vedo alcun cambiamento importante nel modo in cui il PAP conduce la politica”, ha detto.

Singapore
Singapore è nota per la sua cultura maniaca del lavoro [Edgar Su/Reuters]

Chung Ja Ian, analista politico presso l’Università Nazionale di Singapore, ha affermato che sempre più singaporiani esprimono interesse per questioni che vanno oltre il successo monetario e materiale – tra cui l’ambiente, l’impegno politico significativo e la diversità – che possono modellare i loro piani di carriera e il modo in cui dedicano la propria vita. . Soldi, tempo ed energia.

Mentre il PAP sta cercando di migliorare la propria immagine e impegnarsi maggiormente con i giovani, “non è chiaro quando e se tali contatti e la gestione dell’immagine si siano tradotti in cambiamenti politici concreti”, ha detto Chung.

Chung ha notato che Wong enfatizzava ampiamente la continuità.

“Resta da vedere se e come intende muoversi in una direzione più chiara e audace su questi temi – e soprattutto come trasformerà i principi e le idee generali in politiche specifiche e concrete”, ha affermato.

Eugene Tan, professore di diritto alla Singapore Management University, ha affermato che l’iniziativa di Forward SG di rinnovare la Carta sociale dovrebbe essere vista come “un tentativo di bilanciare le preoccupazioni materialiste e post-materialiste”.

“Andare oltre le preoccupazioni materialiste per bilanciare questo con le aspirazioni post-materialiste – equità, giustizia sociale, uguaglianza e identità nazionale – non significa solo sviluppare e finanziare misure che supportino le trasformazioni politiche identificate nel rapporto Forward SG”, ha detto Tan ad Al. Al Jazeera.

“Si tratta di un cambiamento fondamentale nella mentalità che richiede cambiamenti comportamentali concreti e un’azione impegnata che richiederà anni prima che i risultati diventino chiari. La domanda è se i singaporiani saranno disposti ad aspettare pazientemente”.

Tan ha affermato che gli annunci nel Bilancio 2024, come gli incentivi finanziari per i diplomati dell’Istituto di istruzione tecnica, che fornisce formazione professionale per gli studenti post-secondari, sono un primo passo importante e necessario.

Tuttavia, Tan ha riconosciuto che cambiare la percezione secondo cui la crescita è necessaria a tutti i costi è difficile.

“La debolezza di Singapore significa che le preoccupazioni materiali sono sempre grandi, ma i singaporiani non vogliono che questo sia il punto finale della vita a Singapore”, ha detto.

“Forward SG cerca di avanzare e modellare la comprensione sociale del successo, e se il PAP sotto la guida di Wong non sarà in grado di farlo con successo, la sua presa politica sul potere si indebolirà ulteriormente e più velocemente”.

READ  Recensione: Splendida performance traccia per traccia di Beautiful Collision di Baek Ronja

Mentre i singaporiani nati poco prima e poco dopo l’indipendenza sono stati colpiti dalla trasformazione economica di Singapore, i millennial e i membri della generazione Z che hanno conosciuto solo la prosperità in molti casi bramano il cambiamento, come dimostra la crescente quota di voti dei lavoratori dell’opposizione. festa.

Jaye, uno studente della Nanyang Technological University, ha affermato di riconoscere che il PAP ha gradualmente concesso più spazio al dibattito su questioni come i diritti dei gay e la disuguaglianza di reddito, ma avrebbe preferito che fossero effettuati controlli più adeguati.

“Anche se il PAP ha fatto miracoli per il Paese, spesso lo ha fatto con un approccio duro… C’è un reale bisogno di più guardiani in Parlamento per esaminare il PAP e mettere in discussione le sue politiche e il suo comportamento”, ha detto ad Al Jazeera.

Toby Ang*, un ex funzionario pubblico trentenne, ha affermato di essere più preoccupato per le questioni strutturali dell’economia, come la crescita stagnante dei salari, che getta un’ombra sul futuro percorso della città-stato.

“Non c’è una vera leadership e nuove idee”, ha detto Ang ad Al Jazeera.

Ang ha detto di non essere convinto che i singaporiani che aspirano a una società più equa siano disposti a fare i necessari compromessi.

“La situazione economica futura è molto preoccupante. Mi preoccupa un po’ il fatto che ci siamo messi su una china scivolosa, che ci stiamo muovendo verso il modello scandinavo ad alto reddito. Ma dal punto di vista psicologico ci comportiamo in modo molto diverso rispetto ai paesi nordici”.

Tan, della SMU, ha affermato che i singaporiani si aspettano sempre più un governo che “parli con – piuttosto che, o peggio, parli con – il cittadino comune”.

“Vogliono che Singapore rimanga eccezionale, ma anche un luogo che possano chiamare casa anche quando altri fanno del Paese il loro hotel e parco giochi”, ha detto.

“Alla fine, vogliono che le loro opinioni contino e vogliono essere corteggiati per i loro voti”.

Quanto a Yu, l’ex avvocato dell’azienda, è determinato a recuperare il tempo perso lavorando fino in fondo.

“Mi chiedo come sarebbe stata la vita se in passato avessi vissuto diversamente, se avessi posto più limiti e avessi dato priorità al mio benessere”, ha detto.

*I nomi sono stati cambiati per proteggere la privacy.

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News