SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

“L’obiettivo è ambizione”: siamo pronti a seguire Netflix nello spazio? | documentario

TÈ l’avvento del volo spaziale commerciale qui, e per la stragrande maggioranza che non può permettersi il suo cartellino del prezzo multimilionario, le piattaforme di streaming sono qui per catturarlo. A partire da questa settimana, Netflix Le prime due puntate di Countdown: Inspiration4 Mission to Space, la prima serie di documentari che copre un evento – il lancio di SpaceX del suo primo equipaggio interamente civile in un viaggio di tre giorni in orbita attorno alla Terra – saranno trasmesse in “virtualmente in tempo reale”. Gli episodi successivi documenteranno i preparativi dei quattro astronauti per il lancio del 15 settembre dal Kennedy Space Center in Florida. Gli episodi tre e quattro andranno in onda solo due giorni prima; Un lungometraggio sulla stessa missione uscirà a fine settembre.

La serie, diretta dal regista di documentari sportivi Jason Heherer, meglio conosciuto per The Last Dance, promette di portare il pubblico dietro le quinte della missione Inspiration4, dalla selezione degli astronauti all’addestramento e all’eventuale decollo. Netflix, così come i passeggeri e spazioX Presentato nei primi due episodi, il volo segna un cambio di paradigma nell’esplorazione spaziale: un’apertura nei viaggi spaziali commerciali, un piccolo ma significativo progresso verso la proliferazione del trasporto missilistico e una nuova frontiera nella televisione dei reality.

“Inspiration4 è solo un piccolo passo lungo quel viaggio verso il mondo dei Jetsons, dove tutti salteranno nella loro navicella spaziale e viaggeranno in mondi al di fuori del nostro”, ha affermato Jared Isaacman, miliardario 38enne e CEO di Shift4 Payments e di lunga data appassionato di volo che sarà il leader della missione per il Guardian. “Non credo che rimarranno solo poche persone per molto”, ha aggiunto, confrontando i viaggi spaziali ora, effettuati da compagnie private come Blue Origin o Virgin Galactic a prezzi esorbitanti, ai primi giorni delle esperienze di volo. “Questo inizia con un po’, certo, ma questo si aprirà a molto di più.”

Fino ad allora, i viaggi spaziali commerciali rimangono un club super costoso e ultra esclusivo motivato principalmente dai ricchi, con il live streaming di tutti gli altri. A luglio, Blue Origin ha trasmesso in diretta il suo lancio di Jeff Bezos su un volo spaziale suborbitale di 11 minuti sul suo canale YouTube e su Amazon Prime; Anche Virgin Galactic flusso Fondatore Richard Branson 59 minuti di volo spaziale su YouTube e Recluta una star di TikTok per la divulgazione scientifica per un viaggio futuro. È dato, come Ambientalmente discutibile Il business del turismo spaziale continua ad espandersi e questo reality TV continuerà – ad aprile, NASA Si è verificato Accordo sulla legge spaziale con la società di produzione “Space Hero” per “[facilitate] Collaborazione iniziale e condivisione delle informazioni” per uno spettacolo di competizione che avrebbe inviato il vincitore in un costoso viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale già nel 2023.

C’è un game show in concomitanza con Countdown, la serie Netflix, i cui primi due episodi introducono principalmente gli spettatori agli astronauti civili, scelti attraverso un processo arbitrario simile a Willy Wonka legato a quattro valori fondamentali della missione.

Oltre a Isaacman (“Leadership”), che ha rifiutato di dire quanto è stato pagato per partecipare alla missione (ma ha affermato che i proventi raccolti per gli specialisti del cancro pediatrico presso il St. Jude Children’s Research Hospital di Memphis, nel Tennessee, avrebbero superato il costo del missione), il gruppo comprende Hayley Arsenault, 29 anni, una sopravvissuta al cancro pediatrico e assistente medico al St Jude’s, che ha nominato per simboleggiare il valore della “speranza”; Sian Proctor, 51 anni, di Phoenix, Arizona, un professore di geologia che ha vinto un posto su Inspiration4 attraverso un concorso che valuta l’imprenditorialità e la capacità di diventare semi-virale (“prosperità”); e Chris Simbrowski, 42 anni, ingegnere dei dati e veterano dell’Air Force di Everett, Washington, selezionato da un elenco di donatori di St. Jude come parte del Campagna Superbowl in Inspiration4 (“generosità”).

Tutto nuovo nell’astrodinamica, personaggi normali non abituati a telecamere e luci. È molto diverso dalla missione “Hair” di The Last Dance, poiché il suo team ha cercato di “decodificare” una celebrità onnipresente e iconica come Michael Jordan. Sebbene Count Down costruirà, in tempo reale, l’icona di Inspiration 4, Heherer sottolinea che il progetto non funge da oscuro PR per l’azienda: “Non l’ho considerato il nostro ruolo nel massimizzare SpaceX”, ha detto a The Guardian . “Ho pensato che fosse necessario definire qual è la loro missione e perché lo stiamo facendo – perché una delle prime domande è sempre che l’altro miliardario va nello spazio, qual è il punto? Il punto è l’ambizione, vedere cosa c’è là fuori, il punto in termini di filantropia è raccogliere 200 milioni di dollari per St.good”.

Questa è la critica più comune rivolta a SpaceX e ai viaggi spaziali privati ​​in generale, mentre Hehir fluttua nel mezzo del primo episodio: perché inviare, o preoccuparsi, miliardari che vanno nello spazio quando c’è un eccesso di problemi terrestri che devono essere affrontato, e il più L’urgenza dell’emergenza climatica. Quando gli è stato chiesto della sua risposta al contraccolpo, Isakman ha ripetuto la sua risposta nel primo episodio della serie: “Crediamo totalmente nell’equilibrio qui”, ha detto. “Sin dall’inizio, dalla creazione di Inspiration4, abbiamo detto: ‘Dobbiamo affrontare alcuni dei problemi di oggi per guadagnarci il diritto di fare progressi per domani'”, riferendosi allo sforzo di raccolta fondi per St Jude.

US-SPAVE-AEROSPACE-INDUSTRY 1 luglio 2021, foto fornita da Netflix e dall'equipaggio di Inspiration4 (LR) Jared Isaacman, Hayley Arceneaux, Sian Proctor e Chris Sembroski posano per una foto.  La missione Inspiration4, che sarà la prima a inviare civili nello spazio solo per diversi giorni a bordo di un razzo SpaceX, sarà disponibile per la visualizzazione.
Fotografia: Jon Krause / 2021 Inspiration4 2021 / Netflix / AFP / Getty Images

Fondatore miliardario di SpaceX, Elon Musk, compare nel primo episodio per brevi panoramiche della missione Inspiration4 (volo spaziale orbitale civile) e della compagnia in generale (la colonizzazione di Marte). dovevi avere [Musk] “Perché è il volto di quella società e sento che dobbiamo ai nostri spettatori fare due cose. Uno, per esprimere la missione dell’azienda, e due, per affrontare le critiche che sono prevalenti in questi giorni, i miliardari che vanno nello spazio e il privilegio di ricchezza”, ha detto Hyer. (La risposta di Musk alla critica del miliardario è che “il 99% della nostra economia dovrebbe essere dedicato alla risoluzione dei problemi sulla Terra” ma che la civiltà multiplanet e spaziale è un “futuro emozionante e stimolante.”)

“Non ero interessato a mitizzare quell’azienda oa farne un risparmiatore del mondo”, ha detto Hehir. “Ma penso che sia importante capire l’ambizione della missione, capire l’ambizione dell’azienda stessa”.

Se tutto va secondo i piani, l’episodio finale, trasformato in una sequenza temporale di produzione dal ritmo frenetico, catturerà il ritorno di successo dell’equipaggio di Inspiration4 sulla Terra. I primi due episodi hanno scoperto che ciascuno di essi ha valutato i rischi intrinseci dei viaggi nello spazio; Proctor, in particolare, ricorda di aver guardato Il disastro del Challenger è esploso Dal vivo nel 1986, uccidendo tutti e sette i membri dell’equipaggio a bordo (Caught on Camera: The Shock and Gael of Grace and Edward Corrigan, la cui figlia era Krista McAuliffe, un’insegnante del New Hampshire, la prima civile americana nello spazio).

“Capisco quali sono i rischi calcolati e qual è la ricompensa, e la ricompensa per il volo spaziale umano supera di gran lunga i rischi”, ha detto al Guardian.

Proctor, nata a Guam, dove suo padre lavorava per la NASA sulla stazione di localizzazione Apollo, sarà la quarta donna nera americana a viaggiare nello spazio (finora, solo circa 600 persone hanno fatto il viaggio). Conosciuta per l’entusiasmo della signora Frizzle per l’esplorazione dello spazio, Proctor sta usando il suo posto a bordo di Inspiration4 per evidenziare le donne di colore. Ruolo a lungo ignorato nel volo spaziale americano. Ha detto di aver partecipato al primo volo spaziale per tutti i civili.

“Il vecchio spazio era esclusivo e tu dovevi essere il migliore in assoluto, e dovevi rispettare determinati criteri. Questo è il nuovo spazio emergente, che ci permette di aprirci a chi può andare a condividere e scrivere la storia del viaggio dell’uomo nel spazio”, ha aggiunto, disegnando quello che ha chiamato uno spazio “Jedi” – giusto, equo, vario e inclusivo.

Resta da vedere se questa narrativa di uno spazio più democratico si materializzerà e se Inspiration4 spingerà lo scetticismo dietro un costoso volo spaziale finanziato da privati. Indipendentemente da ciò, la missione e i messaggi ad essa allegati verranno trasmessi sulla TV, portando i vasti confini del tuo schermo personale.

READ  La scoperta australiana potrebbe accelerare lo sviluppo del vaccino SARS-CoV-2