HomeTop NewsL'italiano 'Charlie's Angels' apre un nuovo capitolo dell'amicizia

L’italiano ‘Charlie’s Angels’ apre un nuovo capitolo dell’amicizia

Le italiane Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto sono superstar in patria. Dopo aver conquistato il podio nei 100m D63 femminili ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, il trio ha fatto scalpore in tutta Italia assumendo la posa iconica del film Charlie’s Angels. Due anni dopo quel momento magico nella capitale giapponese, il trio ha avuto l’occasione perfetta per farlo, salendo ancora una volta sul podio, questa volta ai Campionati Mondiali di Para Athletics di Parigi.

Sabatini ha coperto la distanza in un record del mondo di 13,98 secondi per aggiungere il titolo mondiale al suo oro paralimpico, seguito da Caironi (14,35) e Contrafatto (14,67) allo stadio Charletti.

“La gara è stata molto buona. Sono molto emozionato perché è stato molto difficile per me dopo Tokyo. Ho avuto una stagione difficile perché altri atleti sono migliorati molto”, ha detto Sabatini.

Amici e compagni di squadra

Del trio, Kaironi ha gareggiato per la prima volta in para-atletica, facendo il suo debutto alle Paralimpiadi a Londra 2012, dove è salita sul podio nei 100m T42 femminili. La superstar italiana ha poi difeso il suo titolo a Rio 2016, vincendo anche una medaglia d’argento nel salto in lungo femminile T42.

Nel 2014 ha ricevuto un messaggio su Facebook da Contrafatto che gli chiedeva se potevano gareggiare insieme. Circa cinque anni dopo, Kaironi ha incontrato Sabatini e lo ha aiutato a muovere i primi passi nello sport.

READ  Le 10 acetato pasticceria del 2024: Scopri le Migliori Opzioni

La loro amicizia è nata da lì.

Compagni di squadra….e amici. Caironi, Sabatini e Contrafoto condividono un legame speciale Ⓒ Matthias Hengst/Getty Images

“Martina e Monica mi hanno sempre ispirato”, ha detto Sabatini, 21 anni.

“In passato ero completamente all’oscuro del mondo paralimpico. Ma è stato solo dopo il mio incidente che ho preso confidenza con le diverse protesi, ho iniziato a guardare Martina e Monica gareggiare, e finalmente le ho incontrate entrambe.

“Sono stati subito molto gentili e simpatici con me. Andiamo molto d’accordo.”

Contrafado, 42 anni, dice che Sabatini si sente una figlia a causa della loro differenza di età.

“Siamo tutti amici”, ha detto Contrafado. “Martina è stata la prima vera concorrente che ho avuto perché ho iniziato grazie a lei e abbiamo gareggiato per la prima volta ai Mondiali nel 2015. Ci spingiamo tutti a vicenda”.

Charlie’s Angels – Continua

Con le Paralimpiadi di Parigi 2024 a poco più di un anno di distanza, Sabatini è fiducioso che tutti e tre gli atleti possano conquistare nuovamente il podio davanti a una folla al completo.

Con Tokyo 2020 che si terrà senza spettatori a causa della pandemia di COVID-19, sarà un momento speciale per tutti e tre gli atleti salire insieme sul podio a Parigi.

“La parte migliore della competizione a Parigi saranno gli spettatori. Sono sicuro che lo stadio sarà pieno”, ha detto Sabatini. “Posso già vedere una differenza nell’amore della gente, che mi dà molta energia. Quindi sono sicuro che Parigi 2024 sarà un grande spettacolo.

“Penso che ripeteremo questo risultato (del podio) a Parigi. “Spero che sarà lo stesso per l’Italia, dove ora siamo davvero considerati delle icone, e per tutti noi. Quindi speriamo tutti di ottenere il stesso risultato di nuovo.

READ  L'ospedale provinciale italiano è stato violato da una variante del virus
Sabatini, Caironi e Contrafatto fanno notizia con la loro posa iconica a Tokyo 2020 Ⓒ Alex Pantling/Getty Images

Mentre il trio festeggiava a Tokyo, lo stadio era vuoto sotto la pioggia battente. Per i compagni di squadra, i Mondiali sono stati il ​​momento migliore, grazie ai cieli azzurri e ai tifosi esultanti.

“Continueremo ad essere i Charlie’s Angels”, ha detto Contrafatto. “Durerà per sempre, perché il cielo è blu e noi siamo tutti blu.”

Segui l’azione da Parigi 23 Paralimpiadi YouTube E FacebookRisultati live anche sul sito web di World Para Athletics.

Marcello Jilani
Marcello Jilani
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News