SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

L’Italia afferma che il 99% dei decessi per COVID da febbraio non è stato completamente vaccinato

24 aprile 2021 La gente cammina per via Del Corso a Roma, in Italia, in mezzo a un’epidemia di infezione da virus corona (COVID-19). REUTERS / Remo Casilli

MILANO, 27 luglio (Reuters) – Il National Institutes of Health (Iss) ha dichiarato martedì che quasi il 99% delle persone morte a causa della malattia di Kovit-19 in Italia dal febbraio di quest’anno non sono state completamente vaccinate.

Lo studio, nel suo rapporto periodico sui decessi per COVID-19 pubblicato dall’Organizzazione della sanità pubblica, ha rilevato che coloro che sono morti per vaccinazione conclamata con COVID erano significativamente più anziani di quelli che sono morti senza vaccinazione completa, di età compresa tra 88,6 e 80 anni.

Avevano problemi di salute di base prima di controllare il virus.

L’Italia ha annunciato la scorsa settimana che presto sarà obbligatoria la prova del vaccino o dell’immunità dal COVID-19, che presto sarà obbligatoria per una serie di attività, tra cui il cibo al chiuso e l’accesso a palestre, piscine, musei e cinema. leggi di più

Da questo annuncio, le autorità italiane hanno registrato un posto significativo nelle prenotazioni di vaccini. Ad oggi, circa il 57% della popolazione di età superiore ai 12 anni è completamente vaccinata.

L’Italia ha registrato martedì 24 decessi correlati al virus corona contro 22, ha affermato il ministero della salute. Allo stesso tempo il numero di nuove infezioni giornaliere è passato da 3.117 a 4.522.

Dal 1 febbraio al 21 luglio, ci sono stati 423 decessi COVID tra quelli completamente vaccinati, ovvero l’1,2% del totale 35.776 decessi COVID, ha affermato la società in una nota.

READ  Euro 2020: Continua fino alla fine il conto alla rovescia tra Inghilterra e Italia - live! | Calcio

La campagna di vaccinazione in Italia è iniziata all’inizio di quest’anno, quindi le prime persone ad essere vaccinate all’inizio dello studio potrebbero aver completato il loro vaccino a due dosi utilizzando i marchi Pfizer o Modernna.

L’ISS, che ha esaminato le cartelle cliniche di 70 delle 423 persone morte di COVID, ha affermato che il numero medio delle loro malattie di base era 5,0, rispetto a 3,7 per le morti COVID tra le persone che non erano completamente vaccinate.

Report di Emilio Barodi, a cura di Gavin Jones e Barbara Lewis

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.