L’Italia accetta compagnie aeree a prezzi superiori ai biglietti – EURACTIV.com

Ricevi il riepilogo del traffico nella tua casella di posta iscrivendoti qui.


È scoppiata una disputa tra il governo italiano e la compagnia aerea a basso costo Ryanair dopo che il governo ha deciso di controllare le tariffe aeree tra l’Italia continentale e le sue isole. La vicenda solleva interrogativi difficili per Bruxelles, che deve allineare l’accessibilità economica ai diritti delle aziende private.

Il governo del primo ministro Giorgia Meloni ha presentato una misura di flight cap che garantirebbe che il prezzo dei viaggi da e per la Sicilia o la Sardegna non superi il 200% del prezzo medio annuo. Si sostiene che l’aumento dei prezzi sperimentato da Roma in estate indebolisce l’unità italiana e rappresenta un’inflazione dei prezzi inaccettabile.

Ryanair, la compagnia aerea più colpita dalla mossa, ha espresso la prevedibile indignazione, sostenendo che ciò viola la legge europea. La compagnia ha sostanzialmente minacciato di ritirare i voli durante i mesi invernali più economici per garantire che i prezzi medi rimangano alti.

Eddie Wilson, amministratore delegato della compagnia aerea, ha paragonato la mossa a quella dell’Unione Sovietica, definendola “ridicola” e “illegale”. Colloquio Con un giornale italiano Repubblica.

Il governo italiano ha respinto l’indignazione di Ryanair, assicurando ai giornalisti che la mossa è pienamente conforme alle norme UE.

La scienza esatta dietro la fissazione algoritmica dei prezzi dei biglietti aerei, in particolare quelli presi di mira dalla legislazione, è un mistero.

Sebbene la vecchia massima dei libri di testo di economia sia vera, per produrre la cifra finale vengono presi in considerazione molti fattori: l’aumento della domanda rende i biglietti più costosi.

Vacanzieri dell’entroterra che vogliono rilassarsi sulle spiagge di una delle due isole maggiori bevendo Ichnusa O Messina I prezzi sono aumentati rapidamente negli ultimi mesi mentre l’Europa si riprende dal crollo dei viaggi indotto dal Covid.

Alla fine spetta alla Commissione europea decidere se la mossa è legale ai sensi del diritto comunitario. Finora, i funzionari dell’UE hanno chiesto a Roma di fornire maggiori informazioni.

Il caso presenta un difficile equilibrio, poiché le autorità dell’UE devono valutare la libertà delle società private di fissare i prezzi in linea con le forze di mercato, pur mantenendo il territorio degli Stati membri per la regolamentazione e la libertà di movimento. unione.

READ  L'Australia ha vinto una grande vittoria olimpica sull'Italia nel softball a Tokyo 2020

Anche l’aspetto ambientale è rilevante e gli sforzi per rendere l’aviazione più economica durante la crisi climatica potrebbero sollevare alcune perplessità.

Invece, gli attivisti ambientalisti vogliono vedere adottate misure per rendere i voli più costosi nel tentativo di ridurre la domanda. Queste includono la riduzione dei pagamenti del mercato del carbonio per l’aviazione, la tassazione del cherosene e l’aumento della quantità di carburante verde che deve essere utilizzato, nonché una tassa sui frequent flyer.

Ma dal punto di vista di Roma, al di là del dramma popolare delle elezioni per assumere una compagnia aerea straniera, c’è un punto più ampio, più teorico.

Tutto ciò che mina l’unità dell’Italia – ancora probabilmente nel processo di unire spiritualmente un paese in uno stato unificato – deve essere contrastato.

È probabile che un simile argomento abbia successo a Bruxelles, che mira a promuovere la connettività in tutto il continente, in parte nel tentativo di contribuire a promuovere un senso di europeità.

Una semplice interpretazione giuridica diventa quindi più complessa, coinvolgendo preoccupazioni commerciali, autonomia statale, libertà di movimento ed emissioni di carbonio.

Potrebbe essere opportuno rendere più facile per gli italiani visitare le isole continentali, ma Bruxelles invierà un segnale più ampio se benedirà o bloccherà la sentenza.

– Sean Goulding Carroll


Gli eurodeputati solidarizzano con lo sciopero dei camionisti a Gräfenhausen

Per la seconda volta quest’anno, i camionisti scioperano in una stazione di servizio stradale tedesca a Gräfenhausen (vicino a Francoforte) per protestare contro il congelamento dello stipendio da parte del loro datore di lavoro polacco.

I lavoratori, per lo più provenienti da paesi extra-UE come l’Uzbekistan e la Georgia, hanno ricevuto il sostegno del parlamentare europeo Gaby Bischoff (S&D), che ha assistito allo sciopero lunedì (28 agosto).

“Come Parlamento europeo, abbiamo modificato la legge sui trasporti stradali in modo che questo tipo di sfruttamento non possa verificarsi e che gli autisti possano ottenere salari dignitosi quando lavorano in Europa, indipendentemente da dove lavorano”, ha detto Beischmer ai giornalisti. dpa rapporti.

Nel 2020, i legislatori dell’UE hanno approvato Nuove regole Previsione di norme per il “distacco” dei lavoratori nel settore dei trasporti su strada per gli autotrasportatori che transitano in uno o più Paesi diversi da quello in cui sono occupati.

READ  L'Italia paga 1,1 milioni di dollari per l'uccisione di pescatori indiani: pubblici ministeri

Ma, diceva Bhishma, le buone leggi non servono a nulla se non vengono rispettate o osservate. “Il mercato del lavoro europeo non funzionerà se non garantiamo che questo tipo di sfruttamento e furto salariale non avvenga in Europa”, ha aggiunto.

Nelle precedenti dichiarazioni alla stampa taz, Bischoff ha invitato la Commissione europea a esaminare più da vicino il modo in cui la Polonia attua le norme dell’UE. “Se necessario, avviare una procedura d’infrazione contro la Polonia”, ha aggiunto.

Il parlamentare europeo Dennis Radtke del gruppo di centrodestra PPE ha lanciato un appello simile, accusando il capo polacco di comportamento “criminale”.

“Le autorità devono rispondere di conseguenza”, ha detto Radke taz.

– Jonathan Becroft


Anarchia in Inghilterra

La piattaforma di social media X, precedentemente nota come Twitter, ieri (28 agosto) ha subito un problema tecnico che ha interrotto i voli in tutto il Regno Unito.

Un guasto temporaneo dei sistemi informatici di controllo del traffico aereo britannico ha comportato una riduzione dei voli nello spazio aereo del Regno Unito, causando notevoli ritardi e cancellazioni di voli in tutto il Regno Unito e in tutta Europa.

L’elaborazione automatica dei piani di volo non funziona più, il che significa che i controllori del traffico aereo devono farlo manualmente.

Il volo è in ritardo da 8 a 12 ore. Gli aeroporti iniziarono a riempirsi di migliaia di passeggeri che non potevano decollare come previsto a causa di problemi tecnici.

I viaggiatori hanno scritto su X di dormire negli aeroporti durante la notte perché non sono riusciti a trovare un alloggio all’ultimo minuto.

Sui social media circolano storie di appuntamenti medici, eventi sportivi e programmi di vacanza mancati.

Quelli sulla pista si sono lamentati di essere stati trattenuti sulla pista per ore mentre i funzionari si affrettavano per assicurarsi che gli aerei decollassero in sicurezza.

Da allora il problema è stato risolto, ma i funzionari aeroportuali hanno avvertito che ci vorrà del tempo prima che la situazione ritorni alla normalità. Si consiglia ai passeggeri che volano oggi di arrivare in aeroporto solo quando sarà confermato il decollo del loro volo.

READ  La Nuova Zelanda salta l'Italia SailGP a Taranto

Il ministro dei trasporti britannico Mark Harper ha annunciato che verrà effettuata una revisione indipendente per garantire che il problema non si ripeta.

– Sean Goulding Carroll


La politica dei trasporti dell’UE continuerà a seguire la corsia verde dopo i 55 anni

Da luglio 2021, la politica dei trasporti dell’UE è stata dominata dal pacchetto “Fit for 55”, la tabella di marcia della Commissione Europea per garantire una riduzione delle emissioni del 55% entro il 2030, ma cosa c’è in serbo per il resto del 2023?

Il biglietto economico del trasporto pubblico tedesco è uno strumento climatico inefficace: rapporto

La nuova offerta mensile di 49 euro della Germania per tutto il trasporto pubblico regionale avrà un impatto minimo sulle emissioni di carbonio del settore dei trasporti, quindi il paese continuerà a non rispettare i suoi obiettivi climatici sui trasporti e oltre, ha affermato un gruppo di esperti che fornisce consulenza al governo.

I programmi di certificazione dei biocarburanti non sono riusciti a prevenire le frodi

Le misure per garantire l’integrità dei biocarburanti importati nel mercato unico dell’UE non sono adatte allo scopo, con i sistemi di certificazione sostenuti dall’UE che non riescono a prevenire le frodi, ha affermato un produttore dell’UE.

Il problema del traffico aereo nel Regno Unito è stato risolto, ma le interruzioni dei voli continueranno

Lunedì (28 agosto) il National Aviation Service britannico (Notts) è stato colpito per diverse ore da un problema tecnico che ha causato diffusi disagi ai voli nello spazio aereo del Regno Unito, che secondo loro continuerebbero per qualche tempo anche se il problema fosse risolto.

L’astronave indiana atterra sulla luna al grido trionfante di una nuova India

Una navicella spaziale indiana è atterrata sul polo sud inesplorato della Luna il 23 agosto, pochi giorni dopo che un simile lander russo si era schiantato in una missione fondamentale per l’esplorazione lunare e per la posizione dell’India come potenza spaziale.

[Edited by Alice Taylor]

Leggi di più con EURACTIV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto