HomeEconomyL’economia italiana sta uscendo dalla recessione e la disoccupazione è in calo

L’economia italiana sta uscendo dalla recessione e la disoccupazione è in calo

Scritto da Crispian Palmer

ROMA (Reuters) – L’economia italiana è tornata a crescere nel primo trimestre dell’anno, uscendo dalla terza recessione in un decennio, mentre il tasso di disoccupazione è sceso a marzo, secondo i dati pubblicati martedì.

L’Ufficio nazionale di statistica ha affermato che il prodotto interno lordo è aumentato dello 0,2% su base trimestrale tra gennaio e marzo e dello 0,1% su base annua.

Il prodotto interno lordo dell’Italia è sceso dello 0,1% nel terzo e nel quarto trimestre dello scorso anno, portando la terza economia della zona euro in quella che gli economisti chiamano tipicamente una recessione tecnica per due trimestri consecutivi di contrazione della produzione.

Il rapido, anche se tiepido, ritorno alla crescita è stato accolto con favore dal governo di coalizione, che sta lottando per controllare il deficit di bilancio e il debito pubblico mentre cerca di mantenere gli impegni elettorali volti ad aumentare la spesa per l’assistenza sociale.

Martedì l’Autorità statistica italiana ha anche segnalato un calo del tasso di disoccupazione a marzo, con il tasso di disoccupazione sceso al 10,2% dal 10,5% precedente, e il tasso di disoccupazione giovanile sceso al 30,2% – il livello più basso dall’ottobre 2011.

Il mese scorso sono stati creati circa 60.000 posti di lavoro, mentre il tasso di occupazione complessivo è salito al 58,9% a marzo dal 58,6% di febbraio – il livello più alto dall’aprile 2008.

“Questi dati testimoniano la solidità e la stabilità dell’economia italiana”, ha affermato il ministro dell’Economia, Giovanni Tria.

I dati del PIL per il primo trimestre hanno superato le aspettative medie in un sondaggio Reuters condotto dagli analisti, con un aumento dello 0,1% su base trimestrale e una diminuzione dello 0,1% su base annua.

READ  Perché l'Australia sta costruendo una centrale a gas da 600 milioni di dollari mentre gli esperti mondiali mettono in guardia contro l'uso di combustibili fossili? | energia

Ma l’Italia ancora una volta è rimasta indietro rispetto alle sue controparti della zona euro, con l’ufficio statistico dell’Unione Europea, Eurostat, che ha affermato che la crescita economica nell’area della moneta unica composta da 19 nazioni è aumentata dello 0,4% su base trimestrale nei primi tre mesi del 2019.

L’Istituto Nazionale di Statistica non ha fornito alcuna ripartizione numerica delle componenti nelle sue stime preliminari, ma ha affermato che l’industria, i servizi e l’agricoltura hanno mostrato un aumento dell’attività, con le esportazioni che contribuiscono a rilanciare la crescita.

Al contrario, la debole domanda interna ha avuto un impatto negativo.

“L’economia italiana è uscita dalla recessione all’inizio del 2019 in condizioni migliori del previsto. L’attuale trimestre sarà probabilmente meno dinamico, ma la parte inferiore del ciclo sembra essere giunta al termine”, ha affermato Paolo Mameli di Intesa. Banca Sanpaolo.

I dati pubblicati il ​​mese scorso hanno mostrato che il calo del PIL italiano nel quarto trimestre è stato principalmente dovuto ad un forte calo delle scorte, mentre le esportazioni, la spesa al consumo e gli investimenti sono aumentati alla fine dello scorso anno.

All’inizio di questo mese, il governo del movimento anti-establishment Cinque Stelle e il partito di destra della Lega sono stati costretti a tagliare le previsioni di crescita per l’intero anno allo 0,2% rispetto al precedente obiettivo dell’1%.

Ma Tria ha detto martedì che i dati del primo trimestre suggeriscono che l’economia potrebbe sovraperformare le nuove previsioni fintanto che il contesto internazionale sarà “moderatamente favorevole”.

(Segnalazione di Crispian Palmer; Montaggio di Katherine Evans)

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News