SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Le persone vaccinate rappresentano il 75% dei recenti casi di COVID-19 a Singapore, ma pochi si ammalano

Scritto da Aradana Aravindan e Chen Lin

Singapore Tre quarti della popolazione di Singapore sono vaccinati malattia di coronavirus– 19 infetti nelle ultime quattro settimane, ma non erano gravemente malati, hanno mostrato i dati del governo, poiché il rapido aumento delle vaccinazioni ha lasciato meno persone non vaccinate.

Mentre i dati mostrano che i vaccini sono altamente efficaci nella prevenzione dei casi gravi, sottolineano anche il rischio che anche coloro che sono stati vaccinati possano essere infettivi, quindi la vaccinazione da sola potrebbe non essere sufficiente per fermare la trasmissione.

I dati di giovedì hanno mostrato che delle 1.096 infezioni trasmesse localmente a Singapore negli ultimi 28 giorni, 484, ovvero circa il 44 percento, erano in persone completamente vaccinate, mentre il 30 percento era parzialmente vaccinato e poco più di 25 su 100 non erano vaccinati.

Il Ministero della Salute ha affermato che mentre sette casi della malattia critica richiedevano ossigeno e un altro era in terapia intensiva, nessuno degli otto era stato completamente vaccinato.

“Ci sono prove continue che la vaccinazione aiuta a prevenire una malattia grave quando una persona è infetta”, ha detto il ministero, aggiungendo che tutte le persone completamente vaccinate e infette non hanno mostrato alcun sintomo, o solo sintomi lievi.

Gli esperti hanno affermato che l’infezione nelle persone vaccinate non significa che i vaccini siano inefficaci.

Teo Yik Ying, preside della Saw Swee Hock School of Public Health presso la National University of Singapore: “Mentre più persone vengono vaccinate a Singapore, vedremo più infezioni tra le persone vaccinate”.nudo).

“È sempre importante confrontarlo con la percentuale di persone che rimangono non vaccinate… Diciamo che Singapore ha raggiunto un tasso di vaccinazione completo del 100%… Quindi tutte le infezioni proverranno dalle persone vaccinate e non da quelle non vaccinate”.

READ  Aldi Australia ha vinto il primo premio per $4,99 Pinot Noir al Melbourne International Wine Competition

Un tracker di Reuters ha mostrato che Singapore ha già vaccinato quasi il 75% dei suoi 5,7 milioni di persone, il secondo tasso più alto al mondo dopo gli Emirati Arabi Uniti, e metà della sua popolazione è stata completamente vaccinata.

Mentre i paesi con campagne di vaccinazione avanzate si preparano a conviverci malattia di coronavirus-19 Essendo una malattia endemica, il loro obiettivo è prevenire la morte e le malattie gravi attraverso la vaccinazione.

Ma lottano su come differenziare le politiche di salute pubblica, come indossare le mascherine, tra i vaccinati e quelli che non lo sono.

Ad esempio, Singapore e Israele, ad esempio, hanno recentemente reintrodotto alcune restrizioni per combattere l’aumento dei contagi causati dalla variante delta altamente contagiosa, mentre l’Inghilterra questa settimana ha revocato quasi tutte le restrizioni, nonostante l’aumento del numero di casi.

“Dobbiamo accettare che dovremo tutti imporre alcune restrizioni, vaccinati o meno”, ha affermato Peter Collignon, medico infettivologo e microbiologo presso il Canberra Hospital nella capitale australiana.

“È probabile che le restrizioni siano più elevate per coloro che non sono stati vaccinati rispetto a quelli che sono stati vaccinati, ma ciò potrebbe significare che hanno ordini di mascherine in casa, ad esempio.

I dati di Singapore hanno anche mostrato che le infezioni negli ultimi 14 giorni tra le persone vaccinate di età superiore ai 61 anni erano circa l’88%, superiore alla cifra di poco superiore al 70% per il gruppo più giovane.

Linfa Wang, professore alla Duke Universitynudo Gli anziani hanno dimostrato di avere risposte immunitarie più deboli alla vaccinazione, ha detto la scuola di medicina.

READ  Richard Branson si prepara per il lancio nello spazio

In Israele, che ha anche un alto tasso di vaccinazione, circa la metà dei 46 pazienti ricoverati in gravi condizioni era stata vaccinata all’inizio di luglio, la maggior parte dei quali provenienti da gruppi ad alto rischio, secondo le autorità.

Non è stato immediatamente chiaro se i dati di Singapore riflettessero una protezione ridotta da parte dei vaccini contro la variante delta, la forma più comune nella ricca città stato negli ultimi mesi.

Due dosi del vaccino di Pfizer-BioNTech o AstraZeneca sono quasi efficaci contro Delt

a rispetto alla variante alfa precedentemente dominante, secondo uno studio pubblicato questa settimana.

Singapore utilizza i vaccini Pfizer e Moderna nel suo programma nazionale di immunizzazione.

Venerdì, 130 nuove infezioni trasmesse localmente sono scese dal massimo di 11 mesi di questa settimana. Il recente aumento del numero di casi ha spinto le autorità a rafforzare le restrizioni sugli incontri sociali nel tentativo di aumentare le vaccinazioni, in particolare tra gli anziani.