HomescienceLe nuove sfide sono fondamentali per la carriera gratificante di uno scienziato...

Le nuove sfide sono fondamentali per la carriera gratificante di uno scienziato in pensione

Alla fine, un periodo di due settimane per fornire sollievo durante le vacanze presso il Dipartimento di misurazioni cliniche nel 2006 ha cambiato la vita di Caroline Helion.

Un neurofisiologo senior andrà in pensione questo mese dopo 36 anni di servizio alla Queensland Health.

Caroline si è formata originariamente come infermiera professionale presso il Royal Brisbane nel 1985 ed è arrivata al Mackay Base Hospital nel 1988 come ultimo gruppo di infermiere professionali formate presso l’ospedale.

Mentre lavorava nel pool RN occasionale in diversi reparti, Barry Kochevatkin le chiese di lavorare due settimane nel reparto di misurazione clinica per coprire le ferie del personale. Qui il suo percorso professionale è cambiato.

“Avevo tre bambini piccoli e stavo raccogliendo fondi per la scuola, quindi ero incredibilmente impegnata. Ricordo di aver pensato in quel momento che mancassero solo un paio di settimane”, ha detto.

Mentre inizialmente eseguiva test cardiaci nell’Unità di misurazioni cliniche, si è sviluppata la sua passione per la risoluzione dei problemi, le procedure di test pratici e la diagnosi precoce delle condizioni neurologiche. Quelle due settimane di lavoro si sono trasformate in una carriera molto lunga e appagante nel settore sanitario che, secondo Caroline, ha fatto davvero la differenza nella vita dei pazienti.

I neurofisiologi hanno studiato i disturbi del sistema nervoso centrale e periferico utilizzando una serie di protocolli di test standardizzati, ha affermato. Questi test hanno contribuito all’individuazione e alla diagnosi precoce della malattia, alla gestione della malattia, nonché alla misurazione degli effetti degli interventi terapeutici. Caroline ha lavorato a stretto contatto con pazienti affetti da convulsioni, affetti da epilessia, ictus, encefalopatia, sclerosi multipla, lesioni cerebrali o sviluppo anomalo, nonché con pazienti affetti da dolore e problemi legati ai danni ai nervi.

READ  L'effetto della formazione sulla prescrizione sulla fiducia e sulla conoscenza degli studenti di medicina nel generare raccomandazioni sugli esercizi

Ha continuato gli studi mentre lavorava e ha conseguito la laurea in Neurofisiologia nel 2010.

“Le condizioni neurologiche sono complesse e possono rivelarsi in modi insoliti”, ha detto Carolyn.

“Come scienziati, eseguiamo vari test tra cui elettroencefalogrammi (EEG), studi sulla conduzione nervosa ed EMG che vengono utilizzati per diagnosticare e monitorare la disfunzione nervosa e muscolare”, ha affermato.

“I test neurofisiologici sono una parte importante del processo di trattamento e diagnosi. Un EEG può rilevare l’epilessia o altri problemi cerebrali studiando gli impulsi elettrici nel cervello per verificare la presenza di schemi anormali”, ha affermato attraverso i percorsi nervosi per misurare la loro salute, l’EMG misura anche l’attività elettrica del muscolo, che aiuta a determinare la posizione e la gravità della lesione nervosa”.

“Eseguiamo i test e interpretiamo i risultati al neurologo che poi prepara un rapporto formale e fa la diagnosi ufficiale”.

Caroline ha affermato che i suoi test hanno fornito ai pazienti un senso di speranza che si stavano avvicinando a una risposta ai loro sintomi.

Sfortunatamente, alcune diagnosi come l’epilessia o la malattia dei motoneuroni hanno cambiato la vita dei pazienti.

“Sono stupita dalle persone che hanno gravi problemi medici a lungo termine che continuano a sorridere, sono ancora ottimiste e continuano a chiacchierare”, ha detto.

“Le loro vite possono essere molto difficili, ma rimangono positive. Ti spezza il cuore vedere cosa attraversano alcune persone, ma ancora una volta vedi anche dei risultati davvero buoni e sai che ci sono opzioni di trattamento disponibili per aiutare.”

Il suo ruolo di neurofisiologa si è diversificato ed è cresciuto da quando ha iniziato, così come il team delle misurazioni cliniche. Anche la richiesta di test è aumentata in modo significativo a causa della maggiore consapevolezza delle condizioni neurologiche.

READ  Elon Musk prende in giro il presidente Biden dopo che SpaceX ha completato la prima missione civile

“Le conferenze e le opportunità di sviluppo professionale e di apprendimento a cui ho partecipato mi rendono sicuramente fiducioso che le nostre operazioni qui sono buone quanto quelle fatte nel sud. Siamo sicuramente alla pari con le metropolitane poiché non abbiamo un neurofisiologo dedicato in loco affidatevi ad un medico che viene da Townsville una volta al mese.

Caroline ha dichiarato: “È stata una carriera molto gratificante ed è sorprendente vedere come l’unità e l’ospedale si sono sviluppati e cambiati nel corso degli anni”. “C’era sempre una nuova sfida che era molto importante per me.”

I suoi colleghi delle misurazioni cliniche hanno salutato Caroline il mese scorso con un “adorabile” tè mattutino. Rifletté che quella che una volta era una squadra di quattro persone si era evoluta in “una stanza piena di gente”.

Finora, la pensione è stata “meravigliosa ma impegnativa”, piena di matrimoni di famiglia, un viaggio a Bali, una crociera, lezioni d’arte, festival musicali e feste di compleanno.

“Sono arrivato da Brisbane nel 1986 a Mackay e ho pensato di restare per un anno o due. Sono ancora qui più di 38 anni dopo: mi è piaciuto molto questo posto e ho amato il mio lavoro.

Enormi congratulazioni per la tua pensione, Carolyn, e grazie per più di tre decenni di dedizione e impegno verso questa comunità e Mackay HHS.

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News