SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Le autorità statunitensi stanno indagando sui documenti fiscali trapelati di ricchi americani, tra cui Jeff Bezos ed Elon Musk

Il Tesoro degli Stati Uniti ha chiesto alle forze dell’ordine di indagare sulla divulgazione di documenti fiscali citati in un rapporto dei media che mostra che alcune delle persone più ricche d’America pagano poche o nessuna imposta sul reddito, hanno detto i funzionari.

Il media statunitense ProPublica ha affermato di aver ottenuto “un ampio set di dati dell’Internal Revenue Service sulle dichiarazioni dei redditi di migliaia delle persone più ricche del paese, che coprono più di 15 anni”.

I dati indicavano che i miliardari, tra cui il fondatore di Amazon Jeff Bezos e Elon Musk di Tesla, non pagavano le tasse federali sul reddito da alcuni anni.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha affermato che “qualsiasi divulgazione non autorizzata di informazioni governative classificate” è illegale.

La portavoce del Tesoro Lily Adams ha dichiarato in una dichiarazione via e-mail che la questione è stata deferita all’FBI, ai pubblici ministeri federali e a due regolatori del Tesoro, “tutti i quali hanno un’autorità indipendente per indagare”.

Caricamento in corso

L’Internal Revenue Service (IRS), parte del Tesoro, è l’agenzia di riscossione delle tasse della nazione e considera molti documenti fiscali come documenti classificati.

Charles Rettig, il commissario dell’IRS, ha confermato che è in corso un’indagine.

“Ovviamente lo stiamo prendendo molto sul serio”, ha detto la signora Psaki in una conferenza stampa.

ProPublica ha descritto i documenti come “segreti” e non ha rivelato come li ha ottenuti.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha cercato di aumentare le tasse per i ricchi per aiutare a finanziare la spesa proposta per infrastrutture e programmi sociali.

Questi piani includono l’aumento dell’aliquota fiscale più elevata al 39,6 percento dall’attuale 37 percento e quasi il doppio dell’aliquota dell’imposta sulle plusvalenze al 39,6 percento per gli americani che guadagnano $ 1 milione ($ 1,2 milioni) all’anno o più.

“Sappiamo che c’è di più che deve essere fatto per garantire queste aziende [and] La signora Psaki ha detto che le persone con un reddito più alto pagano più della loro giusta quota.

Primo piano del volto di Elon Musk.  Non sta sorridendo e sembra concentrarsi su qualcuno fuori dalla telecamera.
L’imprenditore tecnologico Elon Musk è stato tra quelli menzionati nel rapporto ProPublica.(

Reuters: Mike Blake

)

Il Sig. Rettig ha affrontato questo problema mentre testimoniava davanti alla Commissione Finanze del Senato.

“Non posso parlare con niente di contribuenti specifici”, ha detto.

“Posso confermare che c’è un’indagine sulle accuse secondo cui la fonte delle informazioni in quell’articolo proveniva dall’IRS”.

Reuters

READ  Rick Steves: una lettera d'amore al Milan