SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

La società afferma che il cocktail di anticorpi AstraZeneca è riuscito in uno studio in ritardo per il trattamento di COVID-19

“Continueremo le discussioni con le autorità di regolamentazione su questi nuovi dati”, ha detto dei risultati dello studio.

Lo studio è stato condotto in 13 paesi e ha coinvolto più di 900 adulti, metà dei quali ha ricevuto AZD7442 e il resto un placebo. AstraZeneca ha affermato che i risultati completi della sperimentazione saranno presentati per la pubblicazione in una rivista peer-reviewed.

AZD7442 contiene anticorpi in vitro progettati per rimanere nel corpo per diversi mesi per contenere il virus in caso di infezione. Al contrario, un vaccino si basa su un sistema immunitario sano per sviluppare anticorpi mirati e cellule che combattono le infezioni.

“L’intervento precoce con i nostri anticorpi può ridurre significativamente la progressione della malattia grave, con una protezione che dura più di sei mesi”, ha affermato Maine Bangalos, vicepresidente esecutivo di AstraZeneca.

Mentre i risultati di lunedì coprono l’uso di AZD7442 in pazienti non ospedalizzati, uno studio separato sta anche studiando il suo uso come trattamento per i pazienti COVID-19 ospedalizzati.

Altre terapie con cocktail di anticorpi COVID-19 hanno mostrato vari gradi di successo.

Il trattamento con Regeneron ha mostrato una protezione del 72% contro l’infezione sintomatica nella prima settimana e del 93% successivamente. GSK-Vir ha mostrato un rischio inferiore del 79% di ospedalizzazione o morte per qualsiasi causa, mentre un trattamento notturno ha mostrato una riduzione del 70% della carica virale il settimo giorno rispetto al placebo.

Reuters

Ricevi una nota diretta dal nostro straniero corrispondenti Su ciò che sta facendo notizia in tutto il mondo. Iscriviti alla newsletter settimanale What in the World qui.

READ  La nota "spaventosa" del pilota trovata 435 giorni dopo l'atterraggio dell'aereo da parte del Covid