HomeWorldLa scoperta inaspettata di una donna "guerriera" sepolta con 24 uomini sconvolge...

La scoperta inaspettata di una donna “guerriera” sepolta con 24 uomini sconvolge i ricercatori

Wonder Woman, Xena, Giovanna d’Arco: Inchinatevi! Gli archeologi che hanno scavato un castello in Spagna hanno scoperto che le femministe militanti sono sempre esistite.

Erano i bei vecchi tempi dell’Europa medievale. Gli uomini erano veri uomini: si prendevano cura dei giardini delle erbe aromatiche, leggevano la Bibbia e cantavano nel coro. Le donne erano donne vere, indossavano armature, portavano scudi e portavano spade. E lo hanno fatto fianco a fianco.

Gli scienziati hanno recentemente fatto una scoperta inaspettata: i resti di una donna sono stati trovati sepolti tra 24 monaci.

Ma questi monaci non erano solo monaci.

Erano monaci guerrieri, impegnati in una vita di povertà, castità e obbedienza, mentre combattevano per espellere i mori islamici dalla penisola iberica.

Uno studio è stato pubblicato su una rivista Rapporti scientifici Rivela che la donna non era solo una domestica.

“Dovremmo immaginarla come una guerriera sulla quarantina, alta poco meno di un metro e mezzo, né tozza né magra, e abile con la spada”, ha detto il coautore dello studio. Carmen Rici.

Sembrano tutti soldati cristiani legati al gruppo militante Calatrava.

I resti della donna furono rinvenuti durante gli scavi in ​​una tomba all’interno di un castello Zurita de los Canes Nella provincia spagnola di Guadalajara. Si trasformò in una roccaforte dei Cavalieri di Calatrava dopo che i Cavalieri Templari la catturarono dai Mori nel 1124.

Le sepolture risalgono al periodo compreso tra il XII e il XV secolo, periodo che comprendeva le Crociate in Terra Santa e nella Penisola Iberica. Ventitré dei 25 corpi mostravano prove di “un gran numero di coltellate e ferite da corpo contundente” in aree del corpo che non erano ben protette dalle moderne armature.

READ  L'indice di calore ha raggiunto i 66 gradi Celsius all'aeroporto internazionale del Golfo Persico
Cimitero all'interno del castello di Zorita des los Canes.

I resti sono stati ritrovati in un cimitero all’interno del castello di Zorita des los Canes. Fonte: Università Rovira Virgili

“Abbiamo osservato numerose lesioni sulla parte superiore del cranio, sulle guance e sulla parte interna del bacino, il che è coerente con l’ipotesi che si tratti di guerrieri”, spiega Risic.

Ciò include lo scheletro femminile.

Il sesso di una donna veniva identificato dal bacino e dal cranio. I segni dei tagli sulle sue ossa non mostravano segni di guarigione, indicando che era morta nel vivo della battaglia.

“Probabilmente morì in un modo molto simile a quello dei cavalieri maschi, e probabilmente indossava qualche tipo di armatura o cotta di maglia”, dice Rešić.

Per essere un cavaliere, devi essere un nobile. Ma anche i censori “comuni” negli ordini monastici erano ben attrezzati, formati e alloggiati.

Sebbene tutti abbiano fatto voto di povertà personale, i ricercatori affermano che uno studio sugli isotopi dei resti ha dimostrato che avevano accesso a pasti regolari a base di pesce e pollame, assistenza sanitaria di base e riparo.

Tuttavia, le ossa della donna rivelano che consumava meno proteine ​​rispetto ai suoi connazionali. Gli autori sottolineano che ciò suggerisce che potrebbe provenire da una classe sociale inferiore.

Tuttavia, le condizioni del suo scheletro non indicavano che si trattasse semplicemente di una cameriera coinvolta in una rissa.

“Il suo lavoro come domestica avrebbe lasciato segni sulle sue ossa, indicatori di alcuni tipi di attività fisica che ora possiamo identificare”, dice Resich.

Invece, i suoi resti mostravano segni muscolari sulle spalle e sulle braccia simili a quelli attribuiti all’addestramento con la spada tra i monaci guerrieri.

Una mappa che mostra l'ubicazione del castello dove sono stati ritrovati i resti della donna.Una mappa che mostra l'ubicazione del castello dove sono stati ritrovati i resti della donna.

L’ubicazione del castello dove sono stati ritrovati i resti della donna. Fonte: rapporti scientifici

Il re Sancho III di Castiglia fu ispirato a fondare i Poveri Cavalieri di Cristo, il Tempio di Salomone (Cavalieri Templari) e l’Ordine di San Giovanni (Cavalieri Ospitalieri) a Gerusalemme.

READ  Momento terrificante Due donne cadono da un'amaca sul bordo di una scogliera di 1.830 metri quando una catena si spezza

Nel 1157 d.C. concesse il castello di Calatrava a un monastero cistercense locale, un ordine monastico responsabile della creazione della regola che governava la vita quotidiana dei Cavalieri Templari. Ma l’abate voleva che i monaci guerrieri dedicassero i loro sforzi alla riconquista dell’Andalusia e non venissero spediti a combattere in Terra Santa. Fondò così l’Ordine di Calatrava.

Questi monaci guerrieri e altri avevano la responsabilità di difendere e mantenere una serie di fortezze di confine tra le terre cristiane e quelle islamiche.

È noto che gli ordini militari dei Cavalieri Templari e degli Ospitalieri avevano dei conventi. Ma sembra che siano stati loro assegnati compiti amministrativi e di beneficenza per sostenere i loro compagni guerrieri che combattevano in Terra Santa.

Non sembra che il concetto di donna guerriera fosse così insolito come pensiamo.

Una nuova analisi dei resti della tomba di un famoso guerriero vichingo nel 2017 ha rivelato che… Era una donna Sulla trentina. Per un secolo, il cimitero fu utilizzato come modello dai Vichinghi per la sua scorta di armi ed equipaggiamento militare.

Si ritiene ora che questa sia la prova che i racconti di valchirie e donne guerriere nelle saghe vichinghe erano basati sulla verità.

Anche la Spagna ha cavalieri leggendari.

Juana García de Arrenteiro si travestì da uomo per combattere il Portogallo nel 1474. Solo nella battaglia finale un colpo di spada le tagliò il reggiseno, rivelando che era una donna.

Hai un suggerimento per una storia? E-mail: [email protected].

Puoi anche seguirci su Facebook, Instagram, tic toc, Twitter E Youtube.

READ  Un avvertimento per i vacanzieri australiani in partenza

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News