HomesportLa Russia è arrabbiata con l'arbitro per la nostra medaglia d'argento Avrina

La Russia è arrabbiata con l’arbitro per la nostra medaglia d’argento Avrina

I russi hanno espresso rabbia sabato per quello che hanno definito “di parte” nella finale olimpica di ginnastica ritmica singolare dopo che l’israeliano Linoy Ashram ha dichiarato la vittoria sulla tre volte campionessa del mondo Dina Averina, ponendo fine a due decenni di dominio russo.

Il capo del Comitato olimpico russo ha affermato che il paese presenterà una denuncia alla Federazione internazionale di ginnastica (FIG).

Abbiamo deciso di non chiudere gli occhi davanti a questa situazione. “Stiamo già preparando un appello ufficiale alla Federazione internazionale”, ha dichiarato Stanislav Pozdnyakov in una nota su Instagram.

Ha aggiunto: “Vorremmo avere una spiegazione di un intero numero di casi”, riferendosi al caso “arbitrato”.

Sabato scorso, l'”ashram” israeliano ha dichiarato la vittoria nonostante un errore nella sua routine di registrazione di chiusura.

Questa è la prima volta che Rossi non riesce a vincere l’evento dalle Olimpiadi di Atlanta del 1996 ed è probabilmente uno dei più grandi sconvolgimenti nella storia dello sport.

Averina ha affermato di non ritenere “che fosse giusto oggi” e altri importanti russi hanno accusato i giudici di parzialità.

“Dina non ha perso, ha vinto. Sfortunatamente, la sentenza è stata gravemente ingiusta”, ha detto Irina Viner, presidente della Federazione Russa di Ginnastica Ritmica, nei commenti a RT, un canale televisivo supportato dal Cremlino.

“Era solo una vergogna per la ginnastica ritmica”, ha detto Wiener, sostenendo che i giudici hanno appoggiato l’ashram.

“Basta, sono stanchi della Russia. E i giudici hanno deciso di sostenere questa donna israeliana”.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha espresso indignazione e ha accusato i giudici di aver commesso “frodi di fronte al mondo intero”.

READ  Il marchio sportivo italiano Lotto diventa il primo nel gruppo di proprietà di una squadra professionista di Pickleball

“Coloro che hanno iniziato la guerra anti-russa contro lo sport non potevano permettere questa vittoria”, ha detto Zakharova nell’applicazione di messaggistica di Telegram.

Ha partecipato anche la prima ballerina Svetlana Zakharova, che ha definito la sentenza di sabato una forma di “banditismo”.

“Non posso sottolineare abbastanza quanto sia incredibilmente prevenuto e ingiusto!” Ha detto in un post su Instagram in inglese.

Il presidente russo Vladimir Putin ha elogiato, venerdì, le prestazioni degli atleti olimpici russi, che gareggiano a Tokyo sotto uno stendardo neutrale a causa della sospensione del doping nel loro paese.

Alla Russia è stato vietato l’ingresso a Tokyo 2020 dopo essere stata giudicata colpevole di un’accusa di doping sponsorizzata dallo stato, il che significa che i suoi giocatori non possono usare la bandiera russa e l’inno nazionale.

Ma più di 300 concorrenti russi sono stati autorizzati a competere con il titolo della Repubblica di Cina, vincendo 20 medaglie per finire al quarto posto nel medagliere.

Agli atleti russi è vietato partecipare ai principali eventi internazionali con il loro inno e sotto la loro bandiera fino al 2022 a seguito di una decisione della Corte Arbitrale dello Sport (CAS) lo scorso anno.

– Agenzia di stampa Francia

Mariella Lori
Mariella Lori
"Professionista della birra. Comunicatore. Fanatico del bacon estremo. Drogato dilettante di alcol. Pensatore sottilmente affascinante."
Must Read
Related News