La missione OSIRIS-REx della NASA vince il Robert Goddard Trophy

Il team OSIRIS-REx della NASA è stato selezionato per vincere il Dr. Robert Goddard Memorial Award 2024 presentato dalla National Space Foundation and Club per il suo straordinario lavoro sulla prima missione statunitense per riportare un campione di asteroide sulla Terra. La squadra vincitrice ha ricevuto il premio alla 67esima cena annuale in memoria di Robert H. Goddard al Washington Hilton il 22 marzo 2024.

Una capsula di ritorno del campione della missione OSIRIS-REx della NASA viene vista poco dopo l'atterraggio nel deserto, domenica 24 settembre 2023, presso il Department of Defense Test and Training Range nello Utah. Il campione è stato raccolto dall'asteroide Bennu nell'ottobre 2020 dalla navicella spaziale OSIRIS-REx della NASA.

NASA/Keegan Barber

Il team OSIRIS-REx (Origins, Spectral Interpretation, Resource Identification, and Security – Regolith Explorer) comprende il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland; Lockheed Martin a Littleton, Colorado; Università dell'ArizonaTucson e KinetX a Tempe, Arizona.

Il Trofeo è la più alta onorificenza del National Space Club e viene assegnato ogni anno a un individuo o un gruppo che ha dato un contributo significativo alla leadership degli Stati Uniti nel campo dell'astronautica o della missilistica.

“Il successo della consegna del campione di asteroide Bennu sulla Terra da parte del team OSIRIS-REx consentirà importanti scoperte scientifiche per le generazioni a venire”, ha affermato Lori Glaze, direttore della Divisione di Scienze Planetarie presso la sede della NASA a Washington. “Sono molto lieto di vedere il team della missione premiato con il Robert H. Goddard Memorial Award per i risultati raggiunti”.

Fare la storia degli Stati Uniti

Dopo il suo lancio nel 2016, la missione OSIRIS-REx ha fatto la storia dello spazio americano diventando la prima navicella spaziale americana a toccare un asteroide. Ritira un campione il 20 ottobre2020, e di nuovo quando ci riuscì È tornato con il campione sulla Terra il 24 settembre 2023.

READ  La cometa del diavolo può essere vista dai cieli australiani una volta nella vita

Il campione, il più grande campione di asteroide mai consegnato sulla Terra, è stato prelevato dall'antico asteroide Bennu e offrirà ai ricercatori di tutto il mondo uno sguardo sui primi giorni del nostro sistema solare, oltre a fornire informazioni sulla formazione dei pianeti e sull'origine dei materiali organici che hanno dato origine alla vita. Per terra. I dati raccolti dalla navicella spaziale e le future analisi del campione di Bennu ci aiuteranno anche a capire quali asteroidi potrebbero avere un impatto sulla Terra.

La missione OSIRIS-REx ha eseguito una mappatura senza precedenti di Bennu su scala centimetrica, superando i livelli di risoluzione raggiunti per qualsiasi altro corpo planetario e stabilendo tre Guinness World Records per: il più piccolo oggetto orbitato da un veicolo spaziale, l'orbita più vicina di un asteroide e la mappa satellitare con la massima risoluzione sulla Terra. Lancio. Corpo planetario.

“La missione OSIRIS-REx ha riscritto la storia dell'esplorazione spaziale negli Stati Uniti”, ha affermato Joe Vilensis, presidente della NSCF. “I dati raccolti dalla navicella spaziale, combinati con tutto ciò che dobbiamo ancora scoprire dal campione restituito, significano che scienziati e ingegneri raccoglieranno i benefici di questa missione negli anni a venire”.

La missione continua

Dopo aver restituito con successo il campione, è stata lanciata la navicella spaziale OSIRIS-REx Rinominato OSIRIS-APEX Ora si imbarcherà in una missione ampliata per visitare e studiare l’asteroide vicino alla Terra Apophis nel 2029.

Il successo di OSIRIS-REx è stato reso possibile dal contributo unico di oltre 1.000 individui provenienti da partner governativi e di missione, come il leader scientifico dell'Università dell'Arizona, il team di progetto del Goddard Space Flight Center della NASA, il team organizzativo della NASA Johnson Centro Spaziale e la navicella spaziale. Progettazione, operazioni e ripristino di Lockheed Martin, guida e navigazione di KinetX e fornitore di lancio di United Launch Alliance.

READ  Centinaia di misteriosi pianeti "canaglia" scoperti dal telescopio James Webb potrebbero finalmente avere una spiegazione

OSIRIS-REx è la terza missione del programma New Frontiers della NASA, gestito dal Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama, per la direzione della missione scientifica presso la sede della NASA a Washington.

/Liberazione generale. Questo materiale dell'organizzazione/degli autori originali può essere di natura cronologica ed è modificato per motivi di chiarezza, stile e lunghezza. Mirage.News non assume posizioni aziendali o partiti e tutte le opinioni, posizioni e conclusioni qui espresse sono esclusivamente quelle dell'autore(i). Visualizza integralmente qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto