La giapponese Toshiba conclude i suoi 74 anni di storia del mercato azionario

  • Scritto da Mariko Aoi
  • Giornalista d’affari

Commenta la foto,

Toshiba è una delle aziende più grandi e antiche del Giappone

Toshiba, una delle aziende più grandi e antiche del Giappone, è destinata a porre fine ai suoi 74 anni di storia sul mercato azionario, con un gruppo di investitori che ne acquisterà una quota di maggioranza.

Lo ha annunciato la società Un consorzio guidato dalla società di private equity Japan Industrial Partners (JIP) ha acquistato il 78,65% delle sue azioni.

Possedere una quota di oltre due terzi consente al gruppo di completare un accordo da 14 miliardi di dollari per privatizzare la società.

L’azienda affonda le sue radici nel 1875, dove produceva orologi e giocattoli meccanici.

Secondo l’accordo, le sue azioni potrebbero essere ritirate dal mercato azionario già alla fine di quest’anno.

Le azioni Toshiba iniziarono le negoziazioni nel maggio 1949, quando la Borsa di Tokyo riaprì mentre il Giappone emergeva dalle devastazioni della Seconda Guerra Mondiale.

Le sue divisioni spaziano dall’elettronica domestica alle centrali nucleari e per decenni dopo la seconda guerra mondiale è stata un simbolo della ripresa economica del paese e dell’industria high-tech.

Tuttavia, Toshiba ha dovuto affrontare una serie di importanti battute d’arresto negli ultimi anni.

Nel 2015, ha ammesso di aver sovrastimato i propri profitti di oltre 1 miliardo di dollari in sei anni e ha pagato una multa di 7,37 miliardi di yen (47 milioni di dollari; 38 milioni di sterline), la più grande nella storia del paese all’epoca.

Per evitare il fallimento, nel 2018 ha venduto la sua attività di chip di memoria, che era considerata il fiore all’occhiello del portafoglio dell’azienda.

Prima di attuare il nuovo piano di scissione, il consiglio di amministrazione della società ha dichiarato che stava valutando l’offerta di JIP di privatizzare la società.

READ  La Zona d’Oro: l’economia australiana riuscirà a realizzare un miracolo nel 2024? | Economia australiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto