La convocazione dell'Italia si qualifica ancora per la Nigeria dopo l'affronto degli Azzurri

Il centrocampista italiano di origine nigeriana Michael Folorunsho può ancora giocare per i Super Eagles dopo non essere stato utilizzato dagli Azzurri durante la pausa nazionale di marzo.

Folorunsho ha ricevuto la sua prima convocazione in Nazionale questo mese, entrando a far parte dei convocati di Luciano Spalletti per le amichevoli contro Venezuela ed Ecuador.

Il centrocampista del Napoli, attualmente in prestito all'Hellas Verona, si è guadagnato la convocazione per l'ottima forma dimostrata in Serie A in questa stagione. Il 26enne è stato una parte fondamentale della lotta del club per evitare il calo. Gli spettacoli affascinanti in mezzo al parco non sono passati inosservati. Folorunsho ha giocato 27 delle 29 partite di campionato dell'Hellas Verona in questa stagione e ha contribuito con quattro gol e un assist, oltre a segnare anche il gol in Serie A a febbraio.

La sua forma ha attirato l'attenzione di Spalletti, che lo ha inserito tra i convocati per le amichevoli con le Nazionali di marzo. In precedenza, Folorunsho era nel radar sia della Federcalcio nigeriana (NFF) che della Confederazione italiana calcio (FIGC). Tuttavia, essendo nato a Roma, accettò la chiamata a rappresentare il suo paese natale.

Il Follorunsho non ha limiti contro l'Italia a livello senior

La convocazione di Folorunsho nella Nazionale italiana sembrava mettere fine alle speranze del giocatore di giocare per la Nigeria, ma ci sono poche possibilità dopo che non ha giocato nessuna amichevole.

Giovedì scorso l'Italia ha affrontato il Venezuela al Chase Stadium in Florida, con Mateo Redegui che ha segnato una doppietta su entrambi i lati di Darvin Machis regalando agli Azzurri la vittoria per 2-1.

READ  40 Migliori volante ps4 Nel 2022: Offerte Economiche E Di Migliore Qualità Per Te!

Follorunsho è stato chiamato in panchina, con il tecnico italiano che ha preferito il centrocampo con Manuel Locatelli e Giacomo Bonaventura nel 3-4-2-1 da lui utilizzato.

L'ex laziale però non è sceso in campo e nella ripresa ha dovuto affrontare i 90' dalla panchina con Jorginho e Nicolo Parella rispettivamente al posto di Bonaventura e Locatelli.

Folorunsho è rimasto di nuovo in panchina quando domenica l'Italia ha affrontato l'Ecuador nella seconda amichevole internazionale. Questa volta, Spalletti ha scelto Parella e Jorginho come coppia titolare di centrocampo mentre gli Azzurri hanno registrato una vittoria per 2-0 sui sudamericani.

Folorunsho merita ancora i Super Eagles

Folorunsho non è apparso in nessuna delle amichevoli internazionali dell'Italia a marzo, il che significa che può ancora giocare per i Super Eagles della Nigeria.

Michael Follorunsho Super Eagles o Italia?
Foto di Icon Sport

Anche se ha giocato contro Venezuela ed Ecuador, ciò avrebbe complicato il suo potenziale cambio in nazionale dato che non ha ancora giocato una partita ufficiale con gli Azzurri. Tuttavia, Spalletti rimane un grande fan di Follorunsho, descrivendolo come “una bestia” dopo avergli consegnato la sua prima convocazione in nazionale.

“Buongiorno è fortissimo, Bellanova è una forza della natura, Calafiori è pronto, Fabian è una sorpresa, Gaetano adesso gioca, Folorunsho è una bestia, poi Cambiaso, Baldanzi, Luca, Cornecchi, Di Gregorio, Provedal… forse nuovo Riviste nel team Lista 23 ma porterò altre quattro o sei persone alla pre-call [before the Euros]Ha detto Spalletti Gazzetta dello Sport

Le dichiarazioni di Spalletti sembrano essere in corsa per l'inserimento di Follorunsho nella lista dei convocati dell'Italia per gli Europei del 2024 in Germania. Tuttavia, il centrocampista deve affrontare una forte concorrenza per un posto nella formazione titolare di Spalletti, con Jorginho, Bonaventura, Locatelli e Parella attualmente davanti a lui nella gerarchia.

READ  Il movimento 5 stelle senza testa italiano potrebbe causare problemi a Tracy

Da qui a giugno resta da vedere se Folorunsho si dedicherà agli Azzurri o riconsidererà il cambio di nazionalità per giocare con i Super Eagles.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto